Torino, Cairo conferma: “Precedenza al centrocampista”

Torino, Cairo conferma: “Precedenza al centrocampista”

Calciomercato / Il presidente granata: “Contro l’Inter un successo meritato. In Italia occorre puntare sul vivaio. L’hashtag ‘Cairo braccino’ mi fa sorridere, forse hanno ragione ma ho speso 22 milioni in estate e questo é un dato di fatto”

Patron Cairo a tutto tondo sulle frequenza di Radio Anch’io Sport. Il presidente parla di mercato, del successo contro l’Inter e di molto altro: “Sul mercato avremmo voluto muoverci con maggior rapidità, ma non dipende solo da noi  Non siamo interessati a fare interventi giusto per dire di aver comprato.  Dopo Maxi Lopez, la nostra priorità sarà quella di portare a casa un centrocampista capace di adattarsi a breve agli schemi di Ventura. L’hashtag ‘Cairo braccino’? Mi fa sorridere, la scorsa estate abbiamo incassato 24 milioni per le cessioni – su richiesta dei calciatori – di Cerci e Immobile ma ne ho reinvestiti 22. E nonostante questo, siamo ancora in Europa League e il settimo posto é a sole tre lunghezze e la rosa é fatta di giocatori di proprietà. Ho investito più io delle milanesi e se una volta eravamo noi a prendere giocatori in prestito, ora mi sembra che siano gli altri club a fare così”.

Poi una parola sull’allenatore e sui giovani: “Abbiamo piena fiducia in Ventura, non é mai stato in discussione, anzi. Sapevamo che i risultati sarebbero arrivati, in più con il direttore sportivo Petrachi c’é un rapporto che va avanti da anni, prima ancora che iniziassero a lavorare per il Torino. Investori esteri e maggior appeal lontano dall’Italia? Penso che i capitali ci siano anche qui da noi, bisogna solo imparare ad investire nel Settore Giovanile e rispettare il fairplay finanziario. Goal-Line Techonology? Per me va bene anche se curerebbe ben pochi episodi nell’arco della stagione. Ad ogni modo non so se gli altri presidenti vogliano investire 300mila euro per farla, ma io sì”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy