Torino e Avelar: se Barreca deve andare in prestito, prima deve rinnovare

Torino e Avelar: se Barreca deve andare in prestito, prima deve rinnovare

Calciomercato / Parti in continuo contatto, Petrachi prova a non inserire il giovane per chiudere in fretta. Diversamente potrebbero allungarsi i tempi

Torino e Cagliari: asse rovente del calciomercato. Mentre gran parte delle altre società stanno ancora definendo ufficialmente i ruoli in panchina e dietro la scrivania, quindi le relative strategie, i granata fieri della loro compattezza sono già all’opera da più di una settimana.

Ekdal continua a tentennare, Valdifiori costa ancora troppo, mentre il terzino brasiliano Avelar è ormai convinto e vuole indossare al più presto la maglia granata. L’asse con la Sardegna è sempre più caldo, dicevamo, Petrachi – dopo aver stretto in mano la volontà del giocatore – sta trattando con il pari ruolo Capozucca per convincere i rossoblù a chiudere la trattativa e a mollare il cartellino del laterale mancino.

La valutazione non sembra essere più un problema: i granata spenderanno al massimo 2.5 milioni di euro. Il nodo ora, sembra legato alle contropartite tecniche, con Petrachi impegnato da questa mattina a non inserire alcun giocatore, per il momento, in modo da decidere con più calma del futuro dei giovani granata, reduci dai diversi campionati in giro per l’Italia. 

Su tutti Barreca, per età, ruolo e capacità tecniche è quello che ha convinto e tuttora stuzzica maggiormente l’interesse dei cagliaritani. Il club di Giulini vorrebbe il giocatore in prestito con opzione (fissata ad 1.2 milioni di euro circa) di riscatto dell’intero cartellino e concederebbe ai granata la relativa contropzione ad 1.5 milioni.

Una soluzione che ad oggi – regolamento alla mano, come piace spesso ricordare ai soloni del mercato – non è attuabile. Perché il contratto del terzino scadrà al termine dalla prossima stagione, dunque, la suddetta formula non avrebbe alcun senso, non potrebbe in questo momento (mai!) tradursi nella pratica.

Antonio Barreca, prima di accasarsi da qualche altra parte in prestito, dovrà in ogni caso rinnovare il proprio rapporto con il Torino ed i contatti in tal senso sono stati avviati già la scorsa settimana (qui i dettagli), con il club di via Arcivescovado intenzionato a proporre un prolungamento su base triennale. 

Ecco perché il direttore sportivo in questo momento sta cercando di non inserire il ragazzo nella trattativa per Avelar. Perché paradossalmente, mentre i granata cercano di chiudere definitivamente una trattativa, sarebbero costretti ad aprirne un’altra. Con Barreca, per il rinnovo. Con i tempi che andrebbero per forza di cose ad allungarsi ulteriormente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy