Torino e Belotti, via al mese decisivo: il punto della situazione

Torino e Belotti, via al mese decisivo: il punto della situazione

Calciomercato / Il destino del Gallo si gioca entro metà luglio. Milan e United in prima fila tra le pretendenti, ma la clausola rescissoria regge

Mentre Andrea Belotti è a Coverciano per preparare le sfide della Nazionale contro Uruguay e Liechtenstein, si entra nel periodo in cui si decide il suo prossimo futuro. Il Gallo, legato al Torino da un contratto sino al 2021, condiziona inevitabilmente il calciomercato granata. Che certamente prenderà le mosse a breve, con l’ingaggio del nuovo portiere, probabilmente Salvatore Sirigu; ma allo stesso tempo le strategie dipendono molto da ciò che accadrà con riguardo all’attaccante italiano più forte dell’ultima Serie A.

FLORENCE, ITALY - JUNE 03: (L-R) Andrea Belotti, Matteo Darmian and Head coach Italy Gian Piero Ventura chat during the training session at Coverciano at Coverciano on June 03, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
FLORENCE, ITALY – JUNE 03: (L-R) Andrea Belotti, Matteo Darmian and Head coach Italy Gian Piero Ventura chat during the training session at Coverciano at Coverciano on June 03, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

AUT AUT – A questo proposito, urge chiarire che il Torino si è dato e ha dato un termine per decidere: la presenza o meno di Andrea Belotti nella squadra che affronterà la prossima stagione ha un peso assolutamente determinante e dunque non si può restare col dubbio sino a fine agosto. Se sarà partenza, il Torino dovrà avere il tempo di capire come sostituire il Gallo nel migliore dei modi, con tanti milioni in più in tasca. Ecco perchè, in linea di massima, sarà decisiva la situazione al momento in cui il Torino si radunerà. Anche perchè, per prendere Belotti, serve un investimento importante che non si decide dall’oggi al domani, ma se si pianifica lo si mette in atto nelle prime fasi del mercato. La partenza per il ritiro di Bormio è fissata per il 14 luglio, il raduno sarà qualche giorno prima in città. Sarà in quei giorni che si tireranno le somme sul fatto di poter contare o meno su Belotti per la prossima stagione.

Scatto di Chiara Brunero
Scatto di Chiara Brunero

LE PRETENDENTI – Quale, allora, la situazione, nel momento in cui si entra nel mese decisivo? Il presupposto è che al momento non sembra imminente l’arrivo dell’offertona giusta a Belotti; al contempo non ci sono indizi per presumere che a breve qualcuno si presenterà da Urbano Cairo con i 100 milioni utili per pagare la clausola rescissoria valida per l’estero. Diverse società, più o meno velatamente, hanno mostrato interesse. Il Milan sogna Belotti: le contropartite tecniche che da via Turati potrebbero mettere sul piatto (da Kucka a Niang al pur seguito Poli) per un motivo o per un altro non sembrano convincere il Toro, che per la sua punta di diamante preferisce pagamento in contanti. E a proposito, è ancora da chiarire quale sia la reale disponibilità del Milan. Dall’estero il pericolo maggiore è il potentissimo United, fresco di Europa League, che non potrà acquistare Griezmann: il francese non abbandona l’Atletico, che non potrebbe sostituirlo per il blocco del mercato, e ha detto di no a Mourinho, che a questo punto può convergere con maggiore forza sull’attaccante granata. Proprio l’Atletico Madrid aveva contattato la società granata, ma la sentenza del TAS ha tolto ogni possibilità di trasferimento in questa sessione di mercato. Alla finestra ci sono anche Chelsea e Arsenal, che in caso di trasferimento dei loro centravanti titolari – Diego Costa e Giroud – potrebbero decidere di tuffarsi sul Gallo.

Come a dire, il gioco a incastri deve ancora iniziare. E potrebbe anche non iniziare proprio: fosse così il Torino riuscirebbe nell’intento, dichiarato a più riprese, di tenersi Belotti ancora per un’altra stagione almeno. I tifosi possono legittimamente sperare di vedere il Gallo ancora con la maglia granata; nell’attesa di capire se, nel giro di un mese, le speranze potranno diventare certezze.

12 commenti

12 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Frank Toro - 4 mesi fa

    Ogni anno solita storia…
    Si inizia parlando di possibili richieste dei nostri giocatori migliori e si finisce con altri soldi nelle casse di Cairo… ha iniziato con Ogbonna alla Juve e ogni hanno sentiamo promesse che con i soldi delle cessioni si andrà a migliorare la squadra…
    La sqadra nel tempo è anche migliorata ma l’unico risultato fin ora è stata la valorizzazione di giovani diventati calciatori di livello… nei risultati sportivi siamo ancora anni luce dalle prime 6…
    Mi piacerebbe un pò di sicerità e chiarezza così giusto per non sperare inutilmente ad ogni sessione di mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iugen - 4 mesi fa

    Come suo sostituto vedrei bene Simeone jr. Preziosi chiede 20 milioni, magari a 18 si chiude, non mi sembrano tanti per uno che a 22 anni ha fatto 12 gol. È un investimento a basso rischio, con la non-tattica ultra offensiva di Mihajlovic fa 20 gol facile e tra un anno di milioni ne vale già 40. Certo non sarebbe il massimo rivenderlo tra un anno, ma nell’ottica ne vendo uno per tenere tutti gli altri ci può stare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Quante volte l’ho sentita… ne vendo uno per….

      guarda l’anno scorso o l’anno prima , o quello ancora prima :

      LI VENDE TUTTI per tenere quelli che non hanno mercato o quelli che deve rivalutare !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Toro - 4 mesi fa

    Ciò che si legge in giro è inquietante! Non parlo del Gallo ma del nostro mercato! Aiuto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vidison - 4 mesi fa

    A mio parere aspettare fino al ritiro di Bormio per sapere se il gallo resterà o meno sarà dannoso perché nel frattempo o opereremo sul mercato con i 30 mln + l’eventuale vendita di Benassi, oppure dovremo partire con gli acquisti ed eventualmente con tutti i soldoni della vendita di Belotti quando le altre squadre si saranno già preso i pezzi migliori sul mercato. Credo comunque che, per come la pensa Cairo, faremo mercato ora e i soldi del Gallo andranno tutti nella sua saccoccia e dirà che la squadra è a posto così, magari ci accontenterà con un Falcinelli al posto del Gallo… spero di sbagliarmi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SemperFidelis - 4 mesi fa

    Nel calcio girano tanti soldi, a chiunque di noi verrebbe proposto un lavoro che presupponga uno stipendio doppio o triplo accetterebbe di corsa uguale per i giocatori.
    Il punto è che noi tifosi dobbiamo cambiare, basta idolatrare i nostri giocatori (semplici dipendenti utili ma non indispensabili) ma tifare solo TORO e pungolare la società a spendere bene i soldi incassati dalle cessioni e a mio parere Petrachi sa cosa deve fare
    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawn - 4 mesi fa

    Purtroppo la data del 14 luglio ve la siete inventata voi di TN.
    Sul Milan spero solo che Cairo preferisca come sempre il contante e non le contropartite tecniche

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 4 mesi fa

      In Italia Belotti NON può essere ceduto perchè ci vuole l’assenso di Urby e la parola NON può e NON deve rimangiarsela. Sennò dimostra di essere un cazzaro. In Europa è diverso : se qualcuno ha 100 milioni sull’unghia da spendere convinca Belotti a firmare ed è fatta.
      Milan, Inter, Giuve, etc sono tutte panzane per aumentare i click sui vari siti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. blackmapan_802 - 4 mesi fa

        Non l’ha già ampiamente dimostrato?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. pasastabala - 4 mesi fa

    L’abbiamo capito che andrà al Milan…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 4 mesi fa

      Se va al MIlan Urbano è complice. A meno che Belotti si esponga pubblicamente e dica che LUI vuole SOLO il MIlan. E comunque per NON meno di 100 milioni di € pagabili in un unica soluzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 mesi fa

        con 100 mln sul tavolo e con un contratto/stipendi a 4-5 mln di euro a stagione , belotti direbbe quello che si vuole che dica.

        In ogni caso vedremo quanto è credibile il ns pres.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy