Torino e Bruno Peres: prolungamento sino al 2019 e opzione per il 2020

Torino e Bruno Peres: prolungamento sino al 2019 e opzione per il 2020

Calciomercato / La trattativa con l’entourage del brasiliano è partita: ingaggio da 700mila euro più bonus. Non c’è alcuna fretta, l’attuale contratto scade nel 2018

bruno peres, Serie A

Il Torino, non lo scopre certo ieri, sa di avere in casa un talento puro e pronto a sbocciare definitivamente: Bruno Peres, esterno brasiliano che ora sogna la nazionale verdeoro. Il suo attuale contratto, come è noto a tutti, scade nel 2018, infatti – come si evince anche dall’ultimo bilancio depositato – l’accordo siglato nell’estate del 2014 aveva una valenza quadriennale.

In questo momento il terzino pensa soltanto a fare bene con il Torino, ma resta evidente il fatto che le pretendenti non manchino. Dalla Spagna, al Portogallo, senza dimenticare l’Italia, molti vorrebbero assicurarsi le prestazioni di Bruno Peres, ma al momento l’unico che può godersele è il tecnico Giampiero Ventura che guardata tutti – tranne l’Inter a punteggio pieno – dall’alto.

Bruno Peres nella sfida contro il Frosinone
Bruno Peres nella sfida contro il Frosinone

Il contratto di Bruno Peres, dicevamo, resta già di per sè molto lungo ma i granata stanno pensando di allungarlo ancora un po’, in modo tale da giustificarne l’aumento salariale. Dall’attuale termine del 2018 sino al 2019 (di più ad oggi non si può, poiché in Italia i rapporti possono essere al massimo quinquennali), inserendo poi un’opzione per un eventuale ed ulteriore prolungamento sino al 2020.

Questa la strategia per far felice Bruno Peres ed essere ovviamente ricambiati a suon di prestazioni sontuose, come quella vista ieri all’Olimpico. Le cifre: stando alle indiscrezioni attuali, il brasiliano dovrebbe arrivare a guadagnare circa 700mila euro più bonus. Fretta – da sempre cattiva consigliera – non ce n’è. La precedenza (termine forzato, ma che rende l’idea) ce l’hanno in questo momento Ventura, Petrachi e Moretti il cui contratto scade nel 2016 e per i quali il rinnovo appare come una semplice formalità.

petrachi a bormio
Petrachi, tratta il rinnovo di Bruno Peres senza alcuna fretta

Poi Glik, il capitano, il cui rapporto con il Torino scade nel 2017 e di mezzo qualche riflessione su Molinaro e Gazzi (anch’essi ad oggi svincolati a partire dall’estate del 2016). Infine, toccherà a Bruno Peres – contratto ad oggi in scadenza nel 2018 -, ma con calma. Perché non c’è alcun bisogno di correre, se non sulla quella fascia esterna del campo…

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ziocane66 - 2 anni fa

    olèolèolèolè BRUNOOOOOOOOOO BRUNOOOOOOOO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. peter1 - 2 anni fa

    Bruno Peres è una scommessa ampiamente vinta per il Toro. Ancor più di Maksimovic, fermo ai box, suo malgrado.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …adesso è facile parlare…ma se torniamo indietro di 1 anno…c’è gente che piangeva perchè eravamo senza fasce…e invece abbiamo scoperto di avere le fasce + forti della serieA…Darmian + Peres…+ stadio – lacrime

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …il capolavoro di questa dirigenza è aver blindato con dei contratti a lungo termine giocatori come Peres e Macsi a 300.000\anno…tanta roba…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxmurd - 2 anni fa

      Il che non è x nulla una blindatura! Rispetto a quanto valgono è una miseria, parliamoci chiaro eh.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Yuri - 2 anni fa

        Diciamo anche che la vera miseria sono le cifre da dementi che girano nello sport, soprattutto nel calcio professionistico. PURA FOLLIA che andrebbe regolamentata a livello globale con regole precise e limiti a quest’indecenza. Parere personale, ovvio, provo schifo a leggere di certe cifre quando noi altri stiamo a guardare i centesimi, spaccandoci il culo per una vita più o meno normale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. luca - 2 anni fa

          Concordo in pieno,bravo Yuri!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. franco - 2 anni fa

          Hai perfettamente ragione, anche io concordo pienamente

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Papa Urbano I - 2 anni fa

        …adesso valgono ma quando sono arrivati e quindi gli è stato fatto un contratto di 4 anni tutti ridevano…soprattutto su Peres che sembrava a vere anche la pubalgia ed ha giocato la prima partita a Ottobre…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy