Torino e Immobile: l’ultimo giorno di un connubio destinato a tramontare

Torino e Immobile: l’ultimo giorno di un connubio destinato a tramontare

In uscita / Oggi, 30 giungo, la scadenza per il diritto di riscatto del bomber: come noto, il club granata non lo eserciterà. Le strade si dividono nuovamente

9 commenti
Immobile

Un matrimonio che sembrava essersi nuovamente consolidato, una fiamma che pareva definitivamente riaccesa, rivelatasi invece una grossa delusione per il popolo granata: Ciro Immobile vivrà oggi l’ultimo giorno – ufficialmente – da giocatore del Torino. Tornato alla corte di Ventura nel mercato di gennaio, il bomber sembrava essere convinto di rimanere definitivamente e di voler proseguire il proprio percorso all’ombra della Mole. Una speranza illusoria, perché le strade si separeranno nuovamente e questa volta con ogni probabilità in maniera definitiva.

salvezza
Un girone di ritorno da protagonista per Ciro Immobile, tornato al Torino a gennaio

Come dichiarato nelle ultime settimane dal direttore sportivo Gianluca Petrachi la punta attualmente impegnata con la Nazionale italiana agli Europei – traguardo raggiunto per sua stessa ammissione per merito di questi ultimi mesi in maglia granata – aveva espresso in un primo momento il desiderio di accasarsi al Torino a titolo definitivo, salvo poi cambiare idea con l’obiettivo di volare verso altri lidi: un comportamento di certo non gradito dal club di via Arcivescovado, logicamente non intenzionato a puntare su un giocatore non convinto del progetto a maggior ragione dovendo sborsare una cifra assolutamente importante per aggiudicarsene il cartellino.

Italy Training Session And Press Conference
L’ormai ex punta granata è attualmente impegnata con la Nazionale agli Europei

11 milioni: questo il prezzo concordato da Torino e Siviglia nel mercato invernale per riscattare l’attaccante. Un diritto di riscatto con scadenza il 30 giugno 2016, esattamente nella giornata odierna: un’opzione che quindi non verrà esercitata per ormai ovvi motivi, come confermato anche due giorni fa dal procuratore Alessandro Moggi (qui le dichiarazioni) Immobile si appresta quindi a vivere – a kilometri di distanza – la sua ultima giornata da giocatore del Torino: da domani, le strade di società e bomber saranno ufficialmente separate a meno di clamorose sorprese. Un connubio quindi destinato ormai da tempo alla conclusione, un tramonto al quale i tifosi granata si auguravano di non dover assistere e che invece prenderà una strada che sembrava già tracciata.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Brawler Demon - 9 mesi fa

    Eccoli, i cavalli di ritorno. Ecco perché i ritorni no li ho mai graditi.
    Una cosa è sicura, la maglia granata del Toro non la potrà più indossare.
    Sta facendo pure la comparsa agli Europei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Clozza - 9 mesi fa

    Io penso che se voleva restare una soluzione economica per quanto riguarda l’ ingaggio si sarebbe trovata ma se lui non ha voluto non si puo’biasimare Cairo…bisogna anche mettersi nei suoi panni…detto questo auguro a Ciro di andare a fare tanta ma tanta panchina in qualche grande club…e speriamo che la dirigenza lo sostituisca degnamente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torofabri - 9 mesi fa

    Evidentemente la lezione non gli è bastata e non gli è servita. Crede di essere un protagonista (vedi intervista inguardabile di ieri in ritiro), ma tolto il Toro continua a fare panchina ovunque, nazionale compresa come il suo alter ego romano. Con l’Irlanda ha fatto ridere. Che vada dove viene guidato, tanto chi ci usa e ci molla non fa mai una buona fine vero D’Ambrosio,Cerci, Balzaretti, Gobbonna ecc ecc. e non dimentichiamo dove è nato e cresciuto, garanzia a perdere….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 9 mesi fa

    Un giocatore non convinto del progetto,leggo.
    Mi sono perso qualcosa?
    Di quale progetto si sta parlando?
    Qualcuno sa dirmi qualcosa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Massimo Ñ - 9 mesi fa

      e dai su Pimpa non rompere i maroni con ste domandine a frecciatina in stile gobbo, ma come quale progetto? quello di far parte di una nuova squadra con un nuovo allenatore etc. suvvia è palese che sei alquanto ansioso e speranzoso di sapere se tutto andrà bene (come tutti del resto e solo fra un anno o due non sapremo se le scelte saranno state quelle giuste) ti invito a essere un pò più positivo dai perchè così facendo fai incazzare i tifosi come me.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Clozza - 9 mesi fa

        Grande Massimo concordo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Franco - 9 mesi fa

    Và nel calcio che conta……vergogna CIRO , a mio figlio che ti vedeva come un mito, quasi quanto un pulici, e che tra l’altro era in braccio a me ad accoglierti all’aereoporto…….glielo vieni a spiegare tu ?? MERCENARIO !! sei della stessa pasta di un PJANIC …..complimenti ! Speriamo che il gallo non segua l’esempio a sto punto. FVCG !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. MAgo - 9 mesi fa

    Vai Vai… non abbiamo bisogno di ominicchi !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Lapalisse - 9 mesi fa

    Per me può andarsene definitivamente a fanculo!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy