Cairo, Ventura e Petrachi: il calciomercato è già iniziato

Cairo, Ventura e Petrachi: il calciomercato è già iniziato

Occhi al futuro / Lo scambio di battute su Maxi Lopez, il riscatto di Immobile, mentre il diesse sprona il gruppo e tecnico per fare risultato: “Non si può solo chiedere, bisogna anche dare”. In tanti si giocano il posto…

5 commenti
Ventura, Ventura e Petrachi a colloquio dopo Luese-Torino

La piega positiva che la stagione del Torino ha preso nelle ultime due giornate, complici le vittorie contro Inter e Atalanta, e la conseguente salvezza acquisita con ampio anticipo permettono al Torino, come già accaduto negli ultimi anni, di organizzare con ampio anticipo la stagione a venire, sulla quale, però, le idee non sono così chiare come avvenuto negli ultimi anni.

Il dubbio principale rimane inevitabilmente legato al nome di Giampiero Ventura e al suo futuro sulla panchina granata. Il calo di risultati degli ultimi tre mesi sembrava aver sancito una rottura tra la piazza e la guida tecnica della squadra, salvo riprendere a intrecciare il filo grazie alle ultime confortanti prestazioni.

Cairo, Petrachi, Torino

Il nome del tecnico ligure, inoltre, circola (circolava?) anche come possibile sostituto di Antonio Conte sulla panchina della Nazionale italiana a seguito degli Europei in programma quest’estate, con l’attuale ct che ha già ufficializzato il suo trasferimento al Chelsea l’anno a venire. Insomma, la congiuntura, che a Torino non si verificava da tempo, apre uno spiraglio di cambiamento sui granata, e pare aver sorpreso una società che, per la prima volta, forse non si è rivelata granitica come in altre occasioni.

A fronte di una categorica cesura di Cairo su ogni discorso riguardante Ventura (come detto – qui le sue parole – anche a margine della riunione del Collegio dei Fondatori della Fondazione Filadelfia), infatti, Petrachi si è rivelato essere più possibilista, glissando (leggi qui) sul destino della guida tecnica granata, alla vigilia di Torino-Atalanta: “Non abbiamo ancora deciso nulla, faremo le dovute valutazioni a campionato concluso”.

Cairo e Petrachi a colloquio in Sisport
Cairo e Petrachi a colloquio in Sisport

Ma la questione-Ventura non è l’unica a tenere banco: nel mezzo c’è anche lo scambio di battute con Maxi Lopez (l’argentino sottolinea la sua importanza, il tecnico risponde affermando di averlo aspettato per molto tempo), il riscatto di Immobile, in una situazione tutta da valutare con il Siviglia (qui le ultime), Cairo che si tiene stretto Ventura, mentre Petrachi tiene aperte le porte sul futuro, sprona la squadra a ritrovare atteggiamento e risultato e dice: “Non si può solo chiedere, ad un certo punto bisogna anche dare. Ripagare la fiducia…”, mettendo ognuno di fronte alle proprie responsabilità.

Insomma, una situazione di calma apparente che potrebbe dare vita ad un’estate bollente e ad un autunno incognito. Il calciomercato, in casa Torino, è già cominciato, e si attende di riuscire a scorgere qualcosa nella coltre di nebbia che si profila all’orizzonte.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max63 - 2 anni fa

    Su maxi sono costretto a dare ragione a Ventura. Era un cinghiale improponibile per la serie A. È’ stato trattato decisamente con i guanti dal tecnico che non ha usato lo stesso metro con altri. Quanto detto considerato che sono un suo estimatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lapalisse - 2 anni fa

    Si ma in definitiva cosa dice quest’articolo?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Scott - 2 anni fa

    Giuste o sbagliate le parole di Maxi, apprezzo l’uomo con le palle laddove sono desiderati solo soldatini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AmmaMi71 - 2 anni fa

      Vorrei ricordare che l’anno scorso era stato preso che faceva la riserva a Meggiorini!!! Voluto a gran voce da Ventura che lo ha subito buttato nella mischia facendolo rinascere! Se poi torna dalle vacanze con 10Kg di sovrappeso e le volte che è stato messo in campo non riusciva a fare 50 mt di corsa senza tracollare non è certo colpa di Ventura ma di una sua scarsissima professionalità! Quindi a mio avviso ha fatto malissimo a parlare…Ora che ha ritrovato la condizione gioca nuovamente, ma prima era improponibile. (e io stimo come giocatore Maxi considerandolo il miglior talento che abbiamo in squadra, purtroppo un talento poco professionale come recita anche la storia della sua carriera!)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 2 anni fa

        Non sono certo io a poter giudicare se ha detto parole giuste o sbagliate. Lo ha già fatto la società, d’altra parte. Certamente avrebbe fatto pessima figura a non rispondere. Io apprezzo l’uomo Maxi e il carattere di chi ha il sangue che scorre nelle vene e gioca ogni partita fino alla fine, anche se non ha piu’ obiettivi stagionali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy