Calciomercato Torino, giornata calda sul fronte Iago Falque

Calciomercato Torino, giornata calda sul fronte Iago Falque

Domani inizia il ritiro di Bormio, Petrachi vuole chiudere in queste ore l’operazione con la Roma e fare in modo che lo spagnolo raggiunga i compagni a Bormio

20 commenti
iago falque

Le similitudini calcio-caldo sono ormai inflazionate, ma quella di oggi sarà una giornata davvero rovente a tutto campo, per il mondo granata. Iago Falque è un obiettivo tangibile e vicino, vicinissimo alla sospirata concretizzazione, e oggi Petrachi cercherà di trovare l’intesa decisiva con la Roma, che ieri aveva provato a ridiscutere la formula del prestito dello spagnolo sotto la Mole. Il Torino, però, non ha più tempo, e l’obiettivo dello staff e di Mihajlovic è di avere almeno Iago Falque già a disposizione nei primissimi giorni di ritiro.

Petrachi, dunque, sa di dover concludere velocemente una trattativa che  – a causa dell’apparente impelagamento dell’affare Ljajic – si è protratta davvero a lungo. Le parti “dirigenziali” in queste ore discuteranno, e cercheranno un compromesso per ridurre le distanze sull’opzione del riscatto di Iago, che dalla sua si è dimostrato convinto del progetto Torino, ed è da tempo in attesa dello sbloccarsi della trattativa. Il contratto proposto al giocatore è di 950mila euro a stagione più eventuali bonus, ma sono le società che adesso devono trovare la quadra che ponga la parola fine a quest’affare.

Domani inizia ufficialmente il ritiro 2016 del Torino, e il Torino oggi deve stringere la trattativa in maniera risoluta, per regalare a Mihajlovic il primo sospirato innesto offensivo di questa “calda” sessione di calciomercato.

20 commenti

20 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro_in_Romagna - 6 mesi fa

    Ciao a tutti,
    io sinceramente non so da che parte stare tra ottimisti e pessimisti… ma come tutti noi mi porto il peso della nostra storia recente. E magari istintivamente m’incazzo quando leggo che questo o quel nome da copertina scelgono altri lidi.
    A parte il mercato che non decolla, la mia speranza è quella della definitiva maturazione della mezza squadra che l’anno scorso non ha praticamente giocato o non si è espressa per le giuste potenzialità. Abbiamo in casa Maxi, Martinez, Baselli, Zappacosta, Silva, Jansson, Avelar e lo stesso Benassi che spero riescano a fare davvero il salto di qualità. In più ci siamo riportati a casa Gomis, Barreca, Parigini e Aramu. Se Miha non avrà paura con questi ragazzi, e con un paio di innesti (ma buoni davvero) potrebbe essere un’annata interessante, quanto meno per costruirci davvero un po’ di futuro.
    Staremo a vedere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alessandro.vall_520 - 6 mesi fa

    Dopo aver chiuso il ciclo Ventura ora la società deve decidere cosa vuol fare da grande: obiettivo salvezza o Europa. Partiti Glik e Immobile con Bruno Peres in piede di partenza dobbiamo fare almeno 4/5 acquisti di livello per puntare all’Europa. Con Iago Falque, Keita (della Lazio), Kucka, Paredes e il portiere Gabriel possiamo puntare in alto, ma se la società punterà al risparmio sprofonderemo nelle zone basse. Credo che dovremmo ringraziare Cairo per come ha saputo risanare il bilancio, ma ora deve tener presente che se la squadra dovesse indebolirsi oltre modo avrebbe un crollo nei ricavi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea_cornell_392 - 6 mesi fa

      Per me Iago è valido….Keita ancor di più ma, come Lijaic non verrà mai da noi….
      a Kucka preferisco Onazi anche solo per l’età….
      Gabriel?? abbiamo Gomis che è davvero il nostro futuro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pep4x4 - 6 mesi fa

    Io credo che il tutto vada visto con un’altra ottica e cioè: chiunque può e deve guardarsi attorno per cercare una posizione sempre migliorativa rispetto alla precedente, certo occorre essere chiari fin da subito; questo vale sia per i vari Lijaic che per Cairo ed il suo entourage. Ovviamente le tattiche al risparmio, stile “Zio Paperone” non sempre danno i loro frutti(vedi Giaccherini). Il calciomercato è sono all’inizio e se Cairo sa trarre esperienza da questi ultimi “fallimenti” non potrà che fare una buona squadra, soprattutto alla luce dei circa quaranta milioni che può spendere per il mercato (al lordo della vendita di Peres). Non siamo impazienti e proviamo anche a considerare i nostri quattro “moschettieri” che sono ritornati alla base.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. andrimo - 6 mesi fa

    ragazzi stiamo un po’ calmi… purtroppo nelle stagioni dove ci sono mondiali e europei il vero mercato inizia dopo. Ad oggi l’unica cessione è stata Glik già rimpiazzata con Ajeti. Sono ritornati un po’ di giovani che hanno aumentato il numero di giocatori in rosa. Sarebbe bello avere già tutta la rosa pronta per sabato ma così non sarà ma non ne facciamo un dramma … è vero che prima hai i giocatori meglio è ma se tu prendi giocatori funzionali al modulo che vuoi portare avanti l’adattamento non è poi così lungo… Io spero vivamente arrivi Kucka (ma anche li ci va tempo finchè Berlusca non vende il Milan…). Pazienza ragazzi diamo un po’ di fiducia a chi lavora per il Toro. Non si può negare che in questi ultimi anni il mercato non sia stato fatto bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. osvaldo - 6 mesi fa

    Io sono molto preoccupato e deluso.
    preoccupato perchè l’allenatore incomincia(giustamente!)ad avere sintomi di nervosismo per i mancati acquiste prettamente suggeriti da lui,perchè le squadre si fanno in questo periodo durante la preparazione estiva e, perchè nel duo cairo-petrachi sembra vi sia molta confusione ed altrettanta indecisone,con continui tira-molla sull’Euro che sta facendo ridere mezza italia e… piangere l’intera tifoseria granata!
    Non capisco i motivi per i qiali la società ha accettato di trattare giocatori che avevano già uno stipendio molto più alto del badget Cairo, pretendondo che essi si dimezzassero o quasi lo stipendio!
    Mi sembra una cosa fuori dal mondo specialmente nel giorno d’oggi dove i giocatori vanno a giocare anche in Cina per guadagnare montagne di soldi.
    Penso che dovremo seguitare a rovimrci il fegato e le coronarie.
    Sempre forza TORO
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alexrunner - 6 mesi fa

    …..per il momento è andato via solo Glik …..Lijaic meglio che stia lontano,e abbiami un bel po di giovani da tenere sotyo osservazione.Fondamentale il mercato comincia ora. Stiamo a vedere…con un paio di innesti giusti e con i giovani dell’anno scorso un po piu maturi si può sperare….siamo da scoprire ma ci va un centrocampista di qualità assolutamente! !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 6 mesi fa

      Purtroppo è andato via anche immobile…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrimo - 6 mesi fa

        purtroppo una cippa…. l’INFAME aveva già in testa di fare così… a lui servivamo solo per andare a scaldare la panchina di Conte!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 6 mesi fa

          Allora perchè lo siamo andati a cercare se non ci servivà , ma vàà

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. andrimo - 6 mesi fa

            Io non ho detto che non ci serviva.. ho detto che lui ci ha usato per i suoi interessi e ci ha voltato le spalle per la seconda volta senza farsi nessun tipo di problema!

            Mi piace Non mi piace
      2. MisterMojoRisin - 6 mesi fa

        Purtroppo??????
        Schifiamo Ljiaic e rimpiangiamo Immobile?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 6 mesi fa

          Io non so se vai a vedere le partite ma noi uno come immobile in campo non lo abbiamo avuto negli ultimi 20 anni !

          Poi se ti piace essere masochista , problemi tuoi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. andrimo - 6 mesi fa

            Sicuramente è stato l’ultimo bomber in 20 anni ma ricordati che è lui che HA VOLUTO andare via per fare panchina nel calcio importante!

            Mi piace Non mi piace
          2. andrimo - 6 mesi fa

            e poi… diamo anche qualche merito a chi aveva di fianco… gli portava via 2 uomini ad azione e lo metteva davanti alla porta… così è un po’ più facile per tutti…

            Mi piace Non mi piace
          3. ddavide69 - 6 mesi fa

            Certo , se lo paghi meno magari se ne và .
            Poi di nuovo : dipende dal progetto e dal suo procuratore (intendiamoci , immobile non si è comportato affatto bene con il TORO e con i suoi tifosi) , ma se andiamo bene a vedere i gol ed il movimento senza palla li faceva lui anche quando c’era Cerci .

            E anche belotti si è sbloccato dopo il suo arrivo…

            Mi piace Non mi piace
  7. Piero52 - 6 mesi fa

    Fanno pagare a Cairo la sua entrata in Rcs…I grandi manager non lo vogliono e si intromettono sulle vicende sportive…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. esseti - 6 mesi fa

    Ragazzi…provate a pensare se anche Falqui nn arriva….e parte Peres.

    Che tristezza….figlia dell’ennesima illusione per un mercato che sembrava buono ma che nn abbiamo mai la forza economica di chiudere…

    Godiamo, poi, davvero di poca considerazione da parte di giocatori e relativi procuratori…

    Mi sembra di assistere, a livello di progetto, ad brutto passo indietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 mesi fa

    Certo, non è stato un inizio di calciomercato folgorante, a differenza dello scorso anno quando la società sembrava avere le idee chiare. D’altronde si sapeva che questa sarebbe stata la sessione più dura degli ultimi anni, c’è una squadra da rifondare a metà.
    Vedremo alla fine e giudicheremo. Personalmente apprezzo gli ottimisti che danno fiducia a Cairo e Perrachi, ma non biasimo chi invece critica il loro operato. Il nostro guaio è che siamo una società medio piccola ma con un passato da leggenda, e per molti di noi è difficile accontentarsi di campionati da metà classifica in giù. Chi è stato qualcuno rimane qualcuno, diceva Don Chisciotte…ma è difficile rassegnarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 6 mesi fa

      Certo l’altr’ anno aveva puntato solo i giovani, le società di vertice puntano ai giocatori già espressi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy