Torino: tra campo e mercato, con Hernandez nel mirino…

Torino: tra campo e mercato, con Hernandez nel mirino…

Inizia l’ultima settimana a Châtillon. Per il mercato, Hernandez resta l’obiettivo numero uno per l’attacco

Una sconfitta in amichevole non può di certo cancellare quanto di buono mostrato dal Torino in quel di Rennes, nè può gettare ombre sulle potenzialità e sulla competitività di questo organico, forse il migliore dell’era Cairo. I 90 minuti contro lo Stade Rennais, però, hanno evidenziato una lacuna: la cronica mancanza di un attaccante.

Il profilo adatto per colmare questa lacuna è quello di Abel Hernandez. L’uruguayo in forza all’Hull City, dopo lunghe telefonate di Petrachi con procuratori e intermediari, è emerso come l’elemento più adatto per completare la rosa granata. Se Belotti ha manifestato più volte la volontà di restare a Palermo (oltre al muro innalzato da Zamparini di fronte ad una eventuale cessione) e Defrel ha scelto il Sassuolo, l’ex Palermo ha pubblicamente aperto al rientro in Italia. Accettantando di buon grado, inoltre, l’opzione Torino, dove avrebbe la possibilità di allenarsi con Ventura, maestro nella valorizzazione e nella gestione di calciatori in cerca di rilancio. Hernandez, infatti, è reduce da una negativa esperienza in Premier League, dove ha totalizzato 25 presenze segnando solo 4 gol.

I contatti con l’Hull City e l’entourage del giocatore riprenderanno in settimana, probabilmente quella decisiva. In un senso o nell’altro, perchè sul giocatore è forte anche l’interesse del Bologna, che dopo aver perso Quintero cerca un’alternativa di spessore.

La settimana giunta alla fine è stata importante dal punto di vista delle cessioni: Mattia Aramu ha raggiunto un accordo con il Livorno sulla base di un prestito, mentre Maurice Gomis (fratello di Lys e Alfred) è andato – sempre con la formula del prestito – al Delta Porto Tolle, società militante in Serie D.

Mentre Petrachi cerca di inserire l’ultimo tassello nel mosaico granata, il Torino continua la preparazione a Châtillon, in vista del primo impegno stagionale in Coppa Italia (avversaria una tra Pescara e Sudtirol), con l’amichevole in programma contro la Pro Vercelli il 5 agosto.

19 commenti

19 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sergio Rossi - 2 anni fa

    Bene, proprio in questi minuti la redazione di TN ha mandato in rete l’offerta del Portro per Bruno Peres, 13 milioni. Un’altra fonte parla di una analoga offerta del Napoli per Maksimovis, al sarebbe stato offerto un ingaggio da 2 milioni a stagione. Maksi starebbe premendo con la societa’ per andare al Napoli. E ti credo! Mi piacerebbe sapere come finira’questa intrigata storia. Forse le uscite non sono finite…ie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. OslonToro GK - 2 anni fa

      correggo io per te ”al giocatore sarebbe stato offerto..” :) comunque a cosa serve smontare la difesa vendendo Maksimovic?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Sergio Rossi - 2 anni fa

        Molto generoso, grazie. Vorrei avere un euro per ogni refuso…se la notizia e’ vera, se l’offerta di ingaggio e’ quella, se Maksi comincia a rompere, la vedo dura per Cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 2 anni fa

          certo che sto calcio mercato in cui vengono prima contattati i giocatori per fare pressione sulle società stà cominciando a stufarmi. serietà zero e correttezza meno di zero. poi si sà la scuola di de lamentis è immondezzal-camorrista, quindi niente di nuovo sotto il sole.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

    Che arrivi Hernandez, che arrivi Margeritoni (la punta che attaccava la profondità nella Longobarda). MA che arrivi presto ..il campionato sta per iniziare e bisogna assimilare gli schemi del Mister. Che sono più complessi di quelli di Oronzo Cana’…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sergio Rossi - 2 anni fa

      Gia’, e’ una questione di amalgama..ora ti racconto una storia vera. Molti anni fa, alla presidenza del Catania c’era Masimino, che aveva una predilezione per i giocatori sudamericani. Durante una conferenza stampa, organizzata per presentare i suoi gioelli. Massimino rispose cosi’ ad un giornalista che metteva in evidenza, considerato l’alto numero di acquisti, che la squadra aveva bisogno di tempo per acquisire l’amalgama: “Amalgama? Non lo conosco, ma se e’ bravo compro anche lui!” Giuro che la storia e’ vera…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Sergio Rossi - 2 anni fa

        Ovviamente e’ Massimino, con due s…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. dbGranata - 2 anni fa

          Ahaha scusa Sergio, oramai per ogni errore di battitura mi viene da ridere! Comunque hai ragione, mettano un benedetto tasto “modifica”!
          Ad ogni modo, ragazzi, ho sentito che il Torino per Hernandez ha fatto una proposta di 7 mln di euro per il trasferimento a titolo definitivo. Non si capisce ancora bene quale sia la formula (alcuni dicono prestito con obbligo di riscatto fissato a 7 mln, altri dicono acquisto secco) ma la proposta dovrebbe essere quella. Cosa ne dite? Secondo voi è fattibile a questo prezzo? Accetteranno? E’ un buon affare?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Cecio - 2 anni fa

            Mah, rimane sempre il dubbio sull’ingaggio…questo ne prende 2,8 in Inghilterra, per acquistarlo a titolo definitivo lui dovrebbe accettare uno stipendio di al massimo 1 mln…
            Se davvero accettasse una cosa del genere, allora vorrebbe dire che ha proprio voglia di venire al Toro!

            Mi piace Non mi piace
      2. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

        Si si la conoscevo questa storia .. Si racconta pure di un giorno in cui il preparatore dei portieri disse al presidente che occorrevano i guanti per i portieri e lui sbottò: perché solo per i portieri? Se compriamo i guanti dobbiamo comprarli per tutti, non si fanno preferenze!’
        Ma forse questa è una leggenda ..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Sergio Rossi - 2 anni fa

          Conoscendo il personaggio, la storia potrebbe essere vera. Era un megalomane, mi sembra che la societa’ sia fallita. Teniamoci Cairo, almeno lui l’Amalgama non la comprera’ mai, nemmeno in prestito con diritto di riscatto..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sergio Rossi - 2 anni fa

    Coraggio, che la prima partita che conta non e’ poi tanto lontana, la Coppa Italia incombe e noi vogliamo fare la nostra bella figura! Lo vogliamo prendere questo benedetto attaccante e dargli qualche giorno di tempo per digerire gli schemi di Ventura?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nino - 2 anni fa

    Hernandez ė fortissimo, ha tecnica e velocità che spaccano le difese avversarie (soprattutto in un campionato come il nostro)…speriamo arrivi e ci regali una stagione ricca di soddisfazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Veyser - 2 anni fa

    Personalmente ritengo Hernandez la prima scelta di Ventura e gli altri nomi delle alternative di ripiego qualora non si riuscisse a chiudere… Non è il Toro che ha perso Defrel giusto per fare un esempio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sergio Rossi - 2 anni fa

    Uno alla volta, i nostri obiettivi si sono dissolti come neve al sole, rimane Hernandez. Per me non e’una seconda scelta, anche se molti tifosi del Toro non sono d’accordo com me. Chiudiamo questa estenuante telenovela e affidiamolo a Ventura. Hernandez, da una crisalida si trasformera’ in farfalla, ne sono certo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sergio Rossi - 2 anni fa

      Ovviamente e’ crisalide, mi scuso per il refuso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. dbGranata - 2 anni fa

        Ciao Sergio, dillo che questa cosa di non poter modificare i refusi ti infastidisce… 😀
        Scherzi a parte su Hernandez la penso anche io come te. Forse preferivo altri obiettivi, vedasi Belotti, ma questo non è comunque uno scarto, anzi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Sergio Rossi - 2 anni fa

          Infastidirmi? Di piu’, molto di piu’…Vedrai che, se arriva, ci stupira’, non puo’ essere diventato un brocco tutto all’improvviso. Diciamo che ha bisogno di essere restaurato, ci pensera’ Ventura…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. dbGranata - 2 anni fa

            Sono d’accordo, avessimo un altro allenatore non vorrei Hernandez, ma con Re Mida si può fare un affarone e pagarlo la metà di quanto arriverà a valere dopo un solo anno al Torino a suon di gol e assist.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy