Torino, Inter e quell’idea chiamata Kuzmanovic

Torino, Inter e quell’idea chiamata Kuzmanovic

Calciomercato / Il centrocampista tra i profili sondati, ma non ancora trattati. Bologna in pressing su Krsticic

Con Ilicic che è e resta l’obiettivo principale del Torino, per rafforzare e sostenere il reparto offensivo, Petrachi si muove tra entrate e uscite. E per non farsi trovare impreparato, il diesse granata sonda e ascolta le diverse proposte. Un timido approccio era stato fatto per Krsticic, con il giocatore che resta sullo sfondo come possibile alternativa, ma sul quale ora è forte il pressing del Bologna.

Non solo il blucerchiato, ma anche Cigarini e Dessena (qui l’approfondimento). E non è finita, perché tra i vari contatti, proprio oggi è stato registrato quello con l’Inter. Una rapida chiacchierata, nulla di più. Al centro del discorso, un’idea (forse più di una semplice suggestione) chiamata Zdravko Kuzmanovi?. Il centrocampista nato in Svizzera, ma originario della Serbia, non ha trovato lo spazio che voleva in nerazzurro. In particolar modo con il tecnico Mazzarri, ma anche ora con l’arrivo di Mancini.

Con il cambio in panchina, Kuzmanovi? ha accumulato 6 presenze da titolare, unite a qualche spezzone a gara in corso. A gennaio potrebbe partire e l’idea di un trasferimento a Torino non sarebbe del tutto da escludere a priori. Per ora non ci sono trattative, ma il suo duttile profilo tecnico stuzzica: può essere schierato al centro, sulla fascia, in una mediana a due. Ma anche mezzala e in caso d’emergenza dietro le punte. Un vero e proprio jolly che darebbe al tecnico Giampiero Ventura la possibilità di variare, ritrovandosi in rosa un giocatore capace di interpretare quasi tutti i ruoli dell’attuale centrocampo granata.

Il costo del cartellino non appare così elevato e l’eventuale esborso potrebbe essere facilmente rimandato: prestito e opzione per l’acquisto dell’intero cartellino a giugno. Discorso diverso per quanto riguarda l’ingaggio percepito attualmente dal centrocampista, questo, al di sopra del milione. Chi però ne cura gli interessi (sarà un caso?) è la stessa agenzia che segue da vicino il doriano Krsticic e il granata Vesovic, ora in prestito al Rijeka. Per ora si può parlare di ‘fase preliminare’, nulla di più. Se son rose, fioriranno…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy