Torino: l’incastro Defrel-Belotti inizia a comporsi. E su Hernandez…

Torino: l’incastro Defrel-Belotti inizia a comporsi. E su Hernandez…

Calciomercato / L’Hull City dice sì al prestito con opzione, ma l’Azzurrino resta in cima alla lista

Un gioco ad incastri, lo avevamo definito così. Una soluzione dettata dalla logica e per certi versi dalle regole del mercato: per uno che entra ce n’è uno che esce. Il Torino vuole Belotti. Belotti vuole il Toro. Ma è Zamparini in questo momento a tenere in mano le redini della situazione, essendo il proprietario del cartellino dell’attaccante dell’Under 21.

Per uno che entra, ce n’è uno che esce, dicevamo: può essere così anche per il Palermo, vicino a chudere per l’acquisto di Defrel dal Cesena per una cifra non lontana dai sei milioni di euro. Il che potrebbe mettere in discesa la strada che porterebbe il “Gallo” al Torino. Potrebbe: perché comunque c’è da trattare con Zamparini, il più classico degli ossi duri, certo non disposto a regalare nulla. E allora il Torino tiene viva la pista che porta ad Abel Hernandez dell’Hull City. Il giocatore, lo sappiamo da tempo, non ha intenzione di giocare nella Serie B inglese. Ma gli ostacoli sono e restano due: l’alta valutazione del cartellino del giocatore da parte del club inglese – che però sembra, ed è questo l’aggiornamento delle ultime ore, essersi ammorbidito sull’ipotesi del prestito con opzione – e lo status di extracomunitario del giocatore, che costringerebbe i granata a cedere prima uno tra Stevanovic, Vesovic, Larrondo e Diop.

Per questi motivi, ma non solo, resta Andrea Belotti il primo della lista di Gianluca Petrachi. Per sapere che piega prenderanno le cose, occorre pazientare ancora qualche giorno: il tempo perché il gioco ad incastri possa comporsi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy