Torino: Maksimovic, nella lista di Mihajlovic

Torino: Maksimovic, nella lista di Mihajlovic

Calciomercato / Il futuro tecnico rossonero, da sempre, apprezza i difensore serbo

Se c’è un grande estimatore di Maksimovic, oltre al tecnico Ventura, questo è Sinisa Mihajlovic. Il futuro allenatore del Milan (siederà sulla panchina dei rossoneri, salvo stravolgimenti) non ha mai nascosto il proprio interesse nei confronti del giocatore, fin da quando il centrale arrivò in Italia da semi-sconosciuto. Il club di Berlusconi però non ha ancora ufficializzato il nuovo tecnico – tutto lascia pensare che ciò avverrà a breve – pertanto non può certo aver già aperto la trattativa con i granata per poter strappare il giovane ex Stella Rossa dall’ombra della Mole.

Il Milan segue in ogni caso la situazione e si prepara a sfoderare tutte le armi di seduzione rimaste a disposizione, per poter iniziare un nuovo ciclo, magari vincente, possibilmente fatto di giovani molto competitivi, dal valore e dal potenziale futuro. Tutte caratteristiche presenti nel profilo tecnico di Nikola Maksimovic: nazionale, con comprovata esperienza europea, pronto – anzi prontissimo – per la categoria. Classe ’91, fisico possente e piedi ben educati, valori che ad oggi nessun giocatore della retroguardia rossonera è in grado di vantare. Un giovane che lo stesso Mihajlovic ai tempi della nazionale serba fece esordire contro Francia e poi Svezia. Proprio in quell’occasione, contro gli scandinavi, il centrale diede il meglio di sé giocando una delle migliori partite di quell’anno. Gli toccò un cliente scomodo, Ibrahimovic, il quale per ammissione dello stesso ex tecnico blucerchiato, non vide mai palla. 

Dunque, presto per parlare di possibili trattative o altro, innanzitutto il Milan dovrà ufficializzare il rapporto in essere con il nuovo tecnico e da lì verranno poi gettate le basi per aprire questo nuovo ciclo. Nel quale Mihajlovic vorrebbe che il classe ’91 fosse protagonista sin dall’inizio. Ci sarà ovviamente da trattare con il Torino del patron Cairo – ieri a colazione con l’allenatore (leggi qui) che a suo tempo (due stagioni addietro) spese ben oltre 3,5 milioni di euro per portare in granata il centrale serbo. Dapprima per il prestito oneroso, poi per esercitare definitivamente la scorsa estate l’opzione di riscatto. Si parlerà anche con e il direttore sportivo Petrachi – già al lavoro sul mercato (qui i dettagli) -, con il quale i rossoneri proveranno a trovera l’intesa per la comproprietà di Verdi

Per quanto riguarda la valutazione del giocatore, questa ad oggi non scende al di sotto di 12 milioni di euro: una cifra che permetterebbe al club di via Arcivescovado di realizzare una plusvalenza del 300%. Come detto in apertura, però, nulla ancora è stato intavolato. Ma mentre attende di vedere ufficializzato il proprio futuro, Mihajlovic mette Maksimovic nella lista per la sua prossima linea difensiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy