Torino: Maxi Lopez, l’uomo dei gol pesanti

Torino: Maxi Lopez, l’uomo dei gol pesanti

Focus sul nuovo acquisto granata / Giocatore abile di testa e nell’aprire spazi per i compagni di squadra, una sua rete decise il derby della Lanterna. E quel gol alla Juve con la maglia del Milan…

Maximiliano Gaston Lopez, detto Maxi Lopez, è un attaccante argentino classe 1984, cresciuto nelle giovanili del River Plate, alto 185 cm per 81 Kg.

Rimane nel club biancorosso, uno dei più titolati d’Argentina e particolarmente in buoni rapporti con il Torino, fino al 2005, quando il Barcellona gli fa la classica proposta che non si può rifiutare per farlo sbarcare in Europa.
Nella Liga Maxi gioca però poco: appena 14 presenze e nessun gol.
Si trasferisce allora al Mallorca e poi in Russia, nel FK Mosca, dove realizza nove reti in 22 presenze.
Ritorna poi in Sudamerica, ma questa volta in Brasile, nel Gremio, la squadra di Ronaldinho Gaucho, dove gioca su buoni livelli e si guadagna la possibilità di tornare nel Vecchio Continente.
Lo fa grazie a un grande professionista come l’ad Lo Monaco, che lo porta a Catania nella colonia di sudamericani. In Sicilia, dal 2010 al 2012 va alla grande, segnando tanti gol e giocando un ottimo calcio, tanto da convincere il Milan a puntare su di lui.
In rossonero è chiuso da grandi campioni e non ha molto spazio, ma quando Allegri glielo concede lo sfrutta sempre al meglio, segnando anche reti pesanti come quella allo Juventus Stadium nella semifinale di Coppa Italia del 2012: un vero gioiello.
Dopo la parentesi rossonera si accasa alla Samp di Ciro Ferrara, dove viene colpito da tanti e fastidiosi guai fisici.
Ritorna allora a Catania, dove non brilla e realizza una sola rete, prima di approdare nuovamente a Genova, questa volta sotto la gestione Mihajlovic. Anche qui Maxi va in gol una sola volta, ma si tratta nuovamente di un sigillo pesantissimo, perché è quello che, il 3 febbraio 2014, consente ai blucerchiati di aggiudicarsi il derby della Lanterna.
Non basta per convincere la società a trattenerlo, e allora comincia la nuova avventura al Chievo ( 13 presenze e 1 rete) prima di sposare il granata.
Attaccante dal buon fiuto del gol e dalla grande abilità sotto porta, specialmente nel gioco aereo, Maxi Lopez è anche in possesso di un’ottima tecnica individuale, che gli consente, anche grazie alla sua grande corsa e al suo grande sacrificio, di essere un’ utile sponda e di aprire interessanti varchi per i compagni, seconde punte o centrocampisti che siano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy