Torino, Milan e Verdi: per i granata la propria metà vale 2.5 milioni. L’Europeo farà da spartiacque

Torino, Milan e Verdi: per i granata la propria metà vale 2.5 milioni. L’Europeo farà da spartiacque

Calciomercato / I rossoneri rimandano di proposito ogni incontro, aspettando a valutare il giocatore impegnato nell’Under 21. E i granata mostrano i muscoli e alzano la posta in gioco 

La giornata di mercato del Torino è principalmente focalizzata sulla possibile chiusura dell’affare Avelar. Petrachi tallona il Cagliari e nel frattempo si è assicurato ormai la volontà del giocatore.

La pista Valdifiori viene pian piano accantonata, si valutano pertanto le possibili alternative come gli atalantini Baselli e Cigarini. Resta in ballo la questione legata ad El Kaddouri con il Napoli ancora alle prese con l’ufficializzazione del tandem tecnico Sarri-Giuntoli che nel frattempo ha rimbalzato le ultime proposte granata: 4 milioni per il riscatto del giocatore e rinuncia al controriscatto da parte dei partenopei. 

Rimane stretto su se stesso il nodo comproprietà che lega rispettivamente il Toro, l’Inter e il Milan per i casi di Benassi e Verdi. Se per il centrocampista granata non ci sono sostanziali novità, per l’attaccante a metà con i rossoneri si registra una sorta di ‘boicottaggio’ da parte del club di Berlusconi. 

Da Milano hanno glissato su ogni tentativo di approccio, rispedendo al mittente qualsivoglia richiesta di incontro da parte dei granata. Ed il motivo è uno solo, attendere sino all’ultimo istante possibile, in modo tale da valutare il giocatore durante le imminenti sfide della Nazionale U-21, impegnata nell’Europeo in Repubblica Ceca. 

Soltanto dopo aver visto Verdi all’opera sotto la guida del C.t Di Biagio, il Milan farà le sue valutazioni e tenterà di chiudere a stretto giro di posta la questione, evitando di andare alle buste. Petrachi dal canto suo ha già fatto pervenire la sua richiesta: 2.5 milioni per la metà di cartellino in mano al Torino. Il futuro del giocatore, quindi, è ancora da scrivere: con l’Europe a far da spartiacque.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy