Torino, operazione futuro: Domenico Coppola blindato fino al 2019

Torino, operazione futuro: Domenico Coppola blindato fino al 2019

Calciomercato / Contrattualizzato il portiere classe 1999, che orbita tra Prima Squadra e Primavera: si alternerà con Cucchietti come terzo portiere di Mihajlovic

Operazione importante conclusa poche ore fa dal Torino: il club di via Arcivescovado ha infatti messo sotto contratto il giovane portiere Domenico Coppola, classe 1999, cresciuto nel Settore Giovanile granata e nel giro delle selezioni nazionali giovanili. L’estremo difensore, assistito dall’agente Simone Bernardo, ha firmato il primo contratto da professionista della carriera con il club granata, con scadenza 30 giugno 2019. Una gratificazione importante, da parte di una società, quella granata, che sta dimostrando di aver avviato una politica volta a costruire giocatori anche in ottica Prima Squadra. Una scelta che per Domenico Coppola, in particolare, si era resa necessaria anche per il fatto che diverse società avevano posato gli occhi sul ragazzo (Chievo e Bari in primis).

Il Torino blinda così il suo “Donnarumma”: Coppola, coscritto del celebre collega del Milan, ha condiviso con lui molte avventure nelle nazionali giovanili. Inoltre, c’è da segnalare che Domenico è il fratello maggiore di una dinastia interamente a tinte granata: il secondo fratello, Alessandro, fa parte della squadra Under 17 di Marco Sesia, mentre il terzo, Francesco, gioca negli Esordienti 2005.

Tommaso Cucchietti (1998)
Tommaso Cucchietti (1998)

Da segnalare anche la soluzione al momento adottata dal Torino per la coesistenza tra Coppola e Cucchietti, l’altro portiere della Primavera (quest’ultimo più grande di un anno, classe 1998). I due estremi difensori, di comune accordo con gli entourage dei due ragazzi, si alterneranno per tutta la stagione tra i ruoli di terzo portiere della Prima Squadra (dietro Hart e Padelli) e portiere titolare della Primavera di Coppitelli, scambiandosi i ruoli pressochè ogni mese. Un compromesso raggiunto per garantire ad entrambi i ragazzi un buon numero di partite giocate con la Primavera e, al contempo, la possibilità di fare esperienza nel calcio “dei grandi” e provare a mettersi in luce, agli occhi di mister Sinisa Mihajlovic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy