Torino: ora il Bayern Monaco pensa a Glik per il dopo-Benatia

Torino: ora il Bayern Monaco pensa a Glik per il dopo-Benatia

Calciomercato / Più giovane, più roccioso e più adatto all’ambiente. Dall’Inghilterra si muovono in tanti, ma per ora nessuna offerta ufficiale

La situazione attorno al capitano del Torino Kamil Glik sarà è presto delineata. Il futuro del giocatore sarà al centro del summit tra i vertici granata di giovedì ove, tra Ventura e soprattutto Cairo, saranno poste le basi della prossima stagione. La volontà del capitano è piuttosto chiara: restare in granata, dopo che il club avrà mostrato il proprio riconoscimento, gratificandolo per quanto fatto in questi ultimi due anni. 

Un primo rinnovo, con ingaggio vicino ai 500 mila euro e contratto in scadenza nel 2017, c’era già stato lo scorso anno. Ora per il club sarebbe davvero importante ritoccare verso l’alto lo stipendio del giocatore, il quale a quel punto si sentirebbe davvero ‘coccolato’ e apprezzato dalla proprietà. Un ritocco che in diverse di occasioni abbiamo definito più che lecito e dovuto, considerato l’apporto del capitano dentro e fuori dal campo in questi quattro anni di permanenza sotto l’ombra della Mole.

Qualcosa (diverse cose) si muovono in Inghilterra con l’agente polacco del giocatore, Jaroslaw Kolakowski, che ha da poco soggiornato nella City ascoltando i vari club: dal Tottenham, all’Arsenal. Il noto procuratore, a dirla tutta, era partito per la terra d’Albione subito dopo aver parlato con Cairo e Petrachi (qui i dettagli). 

E se gli apprezzamenti in giro per l’Europa si sprecano, ecco che ne spunta uno tanto esagerato da poter davvero smuovere le certezze del capitano del Torino: il Bayern Monaco. Presto gli emissari della dirigenza tedesca saranno in Italia per discutere di alcuni colpi in entrata e in uscita. Come Darmian, ma ora anche Kamil Glik: considerato come il perfetto sostituto di Benatia. Se l’ex Roma dovesse davvero partire, allora i tedeschi tenterebbero l’assalto al capitano granata. Che ad oggi viene considerato decisamente più adatto ad un ambiente, nel quale il centrale marocchino non si è mai ambientato sino in fondo.

Più giovane, amico e compagno di nazionale del bomber Robert Lewandowski, nonché anch’egli provvisto del doppio passaporto polacco-tedesco. L’offerta dei bavaresi sarebbe quindi simile a quella proposta dal Wolfsburg: due milioni netti a stagione per i prossimi cinque anni. Con il Toro, però, nessuno ne ha ancora parlato, segno che nessuna trattativa può ancora considerarsi avviata. Cairo dovrà a fare chiarezza in fretta, perché diversamente alle porte di via Arcivescovado ci sarà la fila…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy