Torino: per Ilicic, granata pronti a trattare ad oltranza. E il caos Parma può scuotere il mercato

Torino: per Ilicic, granata pronti a trattare ad oltranza. E il caos Parma può scuotere il mercato

Calciomercato / Ieri l’ennesimo contatto con la Viola: parte ferme sulle proprie posizioni. La situazione dei crociati può smuovere le acque

Josip Ilicic e Jasmin Kurtic: notoriamente due giocatori nelle mire del Torino. Il primo un obiettivo sensibile, l’altro un gradito ritorno, nel caso in cui la Fiorentina decidesse di lasciarlo partire. 

I contatti tra le parti ormai si sprecano, ogni giorno continuano le chiacchiere, ogni giorno entrambi i club portano avanti i contatti per altri profili. Le cosiddette alternative, quelle che potrebbero rendere possibile l’incastro. Se i Viola riuscissero ad aggiungere un tassello in mediana – richiesto proprio da Montella per sostituire lo sloveno, ma non ancora né trattato, né individuato da Pradé – allora l’ex Torino tornerebbe a stretto giro di posta sotto l’ombra della Mole. L’uomo mercato dei Della Valle non si è ancora mosso con decisione e proprio per questo anche i granata si stanno tutelando, tenendo in caldo diverse alternative: Acquah la più recente, ma non solo. Perché in questo momento il Parma è un totale stato di confusione societaria, la rescissione di Cassano è una ferita ancora aperta e non è detto che altri giocatori scelgano di fare lo stesso. Per il ghanese, impegnato in Coppa d’Africa, la Samp appare più avanti di tutti con il Torino pronto ad approfittarne, nel caso si liberasse la ‘corsia di sorpasso’. Ma in gialloblù ci sono ben altri giocatori che potrebbero fare a caso dei granata. Come Lodi, ad esempio, già cercato in passato. 

In caso di svincolo però, a differenza di Cassano, i due centrocampisti sopraccitati non resterebbero senza squadra, ma tornerebbero in prima battuta rispettivamente all’Hoffenheim e al Catania. E il Toro a quel punto dovrà trattare direttamente con loro.

Per Ilicic il discorso resta aperto, con il Torino che non vuole alzare la posta (già ritenuta congrua) per il giocatore. L’offerta di un milione per il prestito oneroso, con opzione di riscatto a 3.5 milioni, ai quali potrebbero seguire eventuali bonus, resta la stessa. E la Fiorentina attende, sperando di trovare un’offerta migliore da qui alla fine. Con i granata sempre in prima fila, pronti a trattare ad oltranza.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy