Torino: precedenza al mercato italiano, il Sud America può attendere. E su Ekdal…

Torino: precedenza al mercato italiano, il Sud America può attendere. E su Ekdal…

Calciomercato / Ore di riflessione per Petrachi che potrebbe rimandare il viaggio a data da destinarsi. Anche Lazio e Fiorentina sullo svedese 

La stagione sta per finire, il calciomercato si avvicina e il direttore sportivo Gianluca Petrachi è già al lavoro da tempo per scremare i papabili profili, in vista della prossima stagione. Il centrocampo sarò il punto nevralgico della campagna acquisti in entrata e in uscita, infatti, i granata dovranno capire se riscattare Gonzalez (al momento le quotazione sembrano in ribasso), confermare Farnerud, ma soprattutto trattare con Inter e Napoli per trattenere Benassi ed El Kaddouri. Questi ultimi due, sarebbero confermati al 100% se dipendesse solo e soltanto dal club granata, ma così non è. E le cifre, come sempre accade negli ambienti mercatari, faranno la differenza. 

Al di là delle situazioni interne, occhi puntati anche sui possibili acquisti. In questo momento gli occhi sarebbero principalmente puntati sul mercato italiano, tanto è vero che il direttore sportivo Petrachi non ha ancora deciso se partire o meno per il Sud America (Arambarri è il nome più gettonato nel continente dorato). Sono ore di attenta riflessione per il direttore sportivo granata che potrebbe anche scegliere di rimandare il viaggio a data da destinarsi, in modo tale da aver più tempo per concentrarsi sui sopraccitati casi interni e sui profili già ben inseriti nel nostro campionato. 

E proprio in Serie A c’è un giocatore che piace ai granata: Albin Ekdal. Lo svedese nato a Bromma – che bei ricordi…- che ha già detto ai rossoblù di non essere minimamente intenzionato a scendere di categoria. Lazio e Fiorentina sono subito uscite allo scoperto e il Cagliari ha chiesto loro ben 6 milioni per il cartellino del giocatore. 

Il Toro invece si sta muovendo sottotraccia da tempo, tentando si strappare prima di tutti il benestare del giocatore. Che in granata troverebbe un progetto su misura per lui, nel quale inserirsi e rendersi subito protagonista. Classe ’89, potenza, visione di gioco e fisico invidiabile. Un profilo certamente spendibile per la causa venturiana il cui contratto scadrà nel giugno 2016. L’ingaggio è pienamente nei parametri societari, anzi. Ipotizzando (e questo per ora va soltanto letto come un semplice ragionamento) con un’offerta vicina ai 500mila euro più bonus, lo svedese si ritroverebbe a firmare un contratto con stipendio quasi raddoppiato, rispetto a quello percepito attualmente in sardegna.

Cinque gol e due assist in stagione, tempi di inserimento perfetti e discreta capacità di giocare il pallone sul primo tocco, con entrambi i piedi. Un profilo di valore che potrebbe alzare e non poco il tasso tecnico della squadra. Albin Ekdal: un nome scritto in grassetto sul taccuino di Petrachi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy