Torino, proposto Amir Abrashi: ma per i granata non è ancora pronto

Torino, proposto Amir Abrashi: ma per i granata non è ancora pronto

Calciomercato / Il centrocampista svizzero-albanese, con il contratto in scadenza con il Grasshopper, può diventare un affare per giugno 

Giornate, ore frenetiche per il Torino che sta cercando di sistemare i tasselli per chiudere il colpo in mediana e regalare a Ventura un nuovo rinforzo, utile per portare a termine la stagione nel migliore dei modi. 

Kurtic resta un sogno, i granata lo aspettano a braccia aperte, ma la Fiorentina non lo vuole lasciar partire. Gonzalez della Lazio non convince del tutto sotto il profilo della tenuta atletica, mentre per Acquah occorre superare la concorrenza della Sampdoria.Il ghanese appare pronto a salutare la terra ducale, per il miglior offerente, ma questo non significa certo che abbia già firmato con il Torino, anzi. L’accordo con i granata ancora non c’è perché il centrocampista vorrebbe vedersi riconosciuti tutti gli arretrati ancora non percepiti in gialloblù.

E se da una lato per Lodi – che oggi si è regolarmente allenato con il gruppo – la strada si aprirebbe solo in caso di svincolo, dall’altro lato le proposte fatte al Torino non mancano di certo. Tra i tanti mediani segnalati, ce n’è uno che è stato a lungo visionato in questi giorni di stallo. 

Si tratta di Amir Abrashi, centrocampista albanese classe ’90, ma dal passaporto svizzero, con un contratto in scadenza con il Grasshopper. Un possibile colpo a zero, o quasi, che ha spinto il club di via Arcivescovado a seguire con attenzione il giocatore. Diversi i filmati visionati per giudicare il nazionale albanese (12 presenze con Le Aquile Nere), e la consapevolezza che il giocatore era stato seguito in passato anche da Lazio, Roma ed Hellas Verona. 

Per ora non è stato giudicato pronto, in futuro potrebbe parlarsene ancora. Amir Abrashi per certi versi ricorda molto il tipico mediano puro: 4 polmoni, piedi buoni a recuperar palloni. Un ruolo che in granata è ricoperto attualmente dal solo Gazzi (tra i centrocampisti più utilizzati della Serie A), il quale il prossimo anno potrebbe aver bisogno di una spalla che lo aiuti a tirare il fiato. 

Abrashi e il Torino, per ora siamo alla fase delle proposte: da qui a giugno molte cose potrebbero cambiare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy