Torino, proposto Kramaric: l’ingaggio resta alto, situazione in evoluzione

Torino, proposto Kramaric: l’ingaggio resta alto, situazione in evoluzione

Calciomercato / La punta del Leicester può far comodo, ma non a queste cifre. Il Valencia resta sullo sfondo, previsto un incontro tra le parti a stretto giro di posta

Kramaric, Rassegna Stampa, calciomercato

Il Torino gioca di risposta, attende le mosse altrui aspettando di sfruttare appieno quell’effetto domino, utile a strappare prezzi vantaggiosi. E nel frattempo, si gode le proposte altrui: quelle telefonate da agenti ed intermediari che cercano di piazzare un proprio assistito, nella speranza che questo possa giocare di più.

E così, un po’ come accaduto per Marquinho (LEGGI QUI), l’entourage dell’attaccante croato ha contattato direttamente il club di via Arcivescovado, provando così ad imbastire una trattativa tra i due club, sulla base di un prestito come opzione di riscatto. E come ben riportato dai colleghi di Tuttosport questa mattina, la proposta non è affatto dispiaciuta.

Il profilo di Kramaric è ritenuto al momento utile alla causa: forte fisicamente, rapido e abbastanza tecnico da poter essere spostato sulla corsia esterna a gara in corso. Nell’ipotesi di un cambio di marcia, con un attacco a tre punte. Non sono altrettanto piaciuti i presupposti economici: il Leicester lo ha pagato a suo tempo circa 10 milioni di euro per portarlo via dal Rijeka e ovviamente non vorrebbe vedere completamente vanificato il suo investimento, dopo un solo anno (era il 7 gennaio 2015).

Non piace più di tanto l’ingaggio percepito dal giocatore: 1,5 milioni di euro a stagione. La volontà dello stesso attaccante, in tal senso, potrà fare la differenza. Se infatti il giocatore accettasse di ridursi l’ingaggio e puntasse i piedi per essere ceduto al Torino, allora l’affare potrà decollare senza alcun ostacolo. In questi giorni (forse già in giornata) è previsto un incontro tra le parti con l’agente del giocatore – come detto – a fare da intermediario tra i due club.

Su Kramaric al momento ci sarebbe anche il Valencia, pronto a ripartire con il croato al centro del progetto. E mentre il 2015 sta per finire e il Torino si prepara a ripartire sul campo, ecco che il mercato si avvicina. Tra proposte, giocatori osservati da vicino ed effetti domino da cui trarre le migliori occasioni a prezzi “scontati”.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    S
    Sé l’obbiettivo è galleggiare non arriverà mai, se fosse la EL si potrebbe fare, è giovane è migliore di Belotti e costerebbe uguale, in quanto all’ingaggio se vogliamo competere a certi livelli dovremo riguardare verso l’alto certe cifre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prometeora - 1 anno fa

    Non mi sembra altissimo l’ingaggio. Paghi sei mesi e poi se è forte lo riscatti. 1 milione e mezzo/anno liberandoci dell’ ingaggio di Amauri e vendendo una punta assieme al ritorno di Parigini saremo a posto anche economicamente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. magnetic00 - 1 anno fa

    bisogna acquistare in prospettiva del prossimo campionato, questo ormai è compromesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dbGranata - 1 anno fa

    Purtroppo non credo si farà, però questo è un giocatore davvero promettente e forte. Fare un investimento così importante però non è facile, per noi. Soprattutto non senza uscite…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy