Torino: stallo-Ekdal, i granata tengono in caldo Vecino

Torino: stallo-Ekdal, i granata tengono in caldo Vecino

Calciomercato / Con la Fiorentina, ipotesi prestito con opzione. Baselli e Kurtic non passano mai di moda, ma il Milan di Mihajlovi?…

Albin Ekdal, nonostante le smentite di rito, resta il primo obiettivo per alzare il ritmo della mediana granata. Il giocatore ha diverse proposte dall’Italia e soprattutto dall’estero e il Cagliari, nonostante la retrocessione, non sembra intenzionato ad abbassare il prezzo. Ad oggi valutato 5 milioni di euro. 

Petrachi sta facendo le proprie valutazioni, approfittando del ristagnamento generale del mercato, ed oltre ad Ekdal continua a monitorare ben altri profili. E se Kurtic e Baselli non passano mai di moda – sebbene nelle ultime ore il tecnico Mihajlovic stia valutando il possibile doppio-colpo in rossonero -, ecco che il Torino ha iniziato a sondare prepotentemente il terreno, direttamente con la Fiorentina: obiettivo, Matias Vecino.

 

Mezzala ideale per una mediana a tre come quella granata, capace di riadattarsi sugli esterni in un centrocampo a 4, nel caso in cui Ventura volesse puntare con più frequenza sul 3-4-1-2, già visto a tratti nell’arco delle ultime due stagioni. L’uruguagio, messo nella lista da tempo, è dotato di un’ottima struttura fisica e di una buona corsa. Tecnicamente e tatticamente risulta molto disciplinato e non lesina una goccia di sudore in fase di copertura. 

Svolge bene entrambe le fasi, ma soprattutto mostra una certa scioltezza nel palleggio e nel fraseggio ”sul primo tempo”: abilità definita necessaria dal tecnico Ventura, per poter stare in campo nel ‘suo’ Torino. Arrivato in Italia, dopo la lunga trafila legata al transfer della Fifa, con l’etichetta del trequartista fumoso, ora Vecino è cresciuto, diventato un centrocampista (quasi) completo, con ampi margini di miglioramento.

Il fisico c’è: un metro e novanta centimetri per 81 chilogrammi. E per ora con la Fiorentina, pronto a riaccoglierlo alla base dopo il prestito all’Empoli (altra squadra con la quale il Toro è impegnato nella trattativa per Valdifiori), si starebbe intavolando una trattativa basata su un prestito con opzione di riscatto e relativo controriscatto. Una soluzione che permetterebbe ai viola di non perdere completamente il controllo del cartellino del giocatore e allo stesso tempo ai granata di mantenere una certa liquidità da investire su altri profili, in questa campagna acquisti.

 

Con Avelar ben avviato (ipotesi triennale per lui), Ekdal in stand-by e Baselli e Kurtic sempre sullo sfondo, il Toro si tutela e tiene in caldo la pista che porta… ‘lì Vecino’.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy