Torino, summit di mercato: Ventura dice sì ad Ekdal. E sulle permanenze dei big…

Torino, summit di mercato: Ventura dice sì ad Ekdal. E sulle permanenze dei big…

Calciomercato / Allenatore e diesse a colloquio dopo l’allenamento di ieri: lo svedese piace, El Kaddouri e Maxi Lopez non si toccano, Benassi può restare. Gonzalez invece…

La strada è tracciata: Albin Ekdal è il primo obiettivo per la mediana granata, in vista della prossima stagione. Non appena a Cagliari sarà chiaro con chi trattare, il direttore sportivo Petrachi partirà all’assalto dell svedese che a tutti gli effetti è ritenuto un profilo più che utile dal tecnico Ventura. La concorrenza c’è ed è folta, ma i granata ci proveranno sino all’ultimo secondo, sperando di chiudere l’affare prima degli altri.

Ieri pomeriggio, tra il calore del proprio pubblico, il Torino ha ripreso ad allenarsi in vista della sfida contro il Cesena. L’ultima gara di campionato, da giocare e vincere con il sorriso sulle labbra. E se da un lato il capitano Kamil Glik ha chiamato a raccolta i tifosi dopo la sconfitta di domenica scorsa a San Siro, dall’altro Ventura e Petrachi stanno già coordinando le strategie per imbastire la prossima stagione.

La permanenza del tandem diesse-allenatore, infatti, appare sempre più probabile – salvo ribaltoni dell’ultimo minuto i due saranno ancora qui a Torino, durante la prossima stagione – tanto è vero che gli stessi hanno avuto un lungo colloquio al termine dell’allenamento di ieri. Un confronto, come detto, mirato a disegnare le primissime linee guida in vista della prossima stagione: dai possibili arrivi, alla permanenze, arrivando quindi a parlare anche delle possibili cessioni.

 

Fermo restando che i big (Glik, Darmian, Bruno Peres e Maksimovic) saranno venduti soltanto per offerte irrinunciabili, ecco che per alcuni giocatori questa potrebbe essere l’ultima settimana sotto l’ombra della mole. E se per Ichazo saranno decisive le prossime sfide (qui i dettagli), per il Tata Gonzalez la partenza appare ad oggi (quasi) scontata. Il nazionale uruguaiano di proprietà della Lazio, in questi pochi mesi non sembra aver convinto la dirigenza che per ora non appare intenzionata a riscattarlo.

Discorso diverso per Maxi Lopez, El Kaddouri e Benassi: i tre sono stati ritenuti intoccabili dal tecnico genovese ed ora spetterà al direttore sportivo Petrachi trovare l’accordo con l’attaccante, sulla base di quanto pattuito a gennaio, riscattare a cifre congrue il belga-marocchino dal Napoli ed evitare di andare alle buste con l’Inter per il giovane modenese. Tre profili utili alla causa, tre tasselli fondamentali per l’allenatore: tre uomini in odore di permanenza, anche se – come sempre – saranno le cifre a fare la differenza.

 

Non solo conferme e mercato in uscita, i due hanno parlato anche e soprattutto del mercato in entrata. Ventura pretende calciatori abili a giocare il pallone ‘sul primo tempo’ e non sul ‘secondo o terzo’ risultando così macchinosi. Ekdal piace, e non poco, sia al direttore sportivo, sia all’allenatore, e non appena sarà fatta chiarezza in quel di Cagliari, con l’insediamento di Capozucca nel ruolo di direttore sportivo, il pari-ruolo granata partirà all’assalto per tentare di portare il giocatore sotto l’ombra della mole.

I due hanno parlato anche dei giocatori in scadenza di contratto. L’idea al momento è quella di lasciare andare Castellazzi, Masiello e Basha, sebbene per quest’ultimo molto dipenderà dal mercato in entrata, mentre Molinaro potrebbe essere confermato per un’altra stagione. In particolar modo se dovesse partire uno tra Darmian e Bruno Peres.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy