Torino, tra nodi da sciogliere e obbiettivi complicati, il resoconto della giornata di mercato

Torino, tra nodi da sciogliere e obbiettivi complicati, il resoconto della giornata di mercato

Calciomercato/ La questione Bjarnason deve ancora essere risolta, intanto Castellazzi rinnova e proseguono i sondaggi per volti nuovi in attacco e a centrocampo. 

 

In casa granata nulla è fermo in queste ore. Sono tante le questioni da risolvere, per arrivare pronti all’inizio della nuova stagione e per cercare di costruire una rosa che possa essere competitiva per tentare di giocarsi l’accesso alla prossima Europa League e disputare un campionato da protagonisti.

La giornata odierna ha fatto registrare alcuni passi avanti. Innanzitutto, partendo da ciò che è ufficiale, Castellazzi ha rinnovato per un altro anno con i granata. La situazione portieri deve ancora delinearsi definitivamente, ma per il prossimo anno l’estremo difensore ex Inter dovrebbe occupare il ruolo di terzo portiere, alle spalle di A. Gomis.

Sul fronte cessioni, Petrachi sta cercando di trovare una sistemazione per Larrondo, che ha registrato nelle ultime ore un interessamento del Latina: con la società laziale non è ancora stata intavolata una vera e propria trattativa. Per quanto riguarda il nome forse più illustre della rosa granata, Matteo Darmian, nonostante il superamento dellla deadline del 30 giugno, non si placano le voci riguardo una sua possibile cessioni. Tante le pretendenti, in Premier ma non solo, con Bayern e Barcellona pronte a gettarsi sul gioiello scuola Milan. Se cessione sarà, Cairo vuole assolutamente monetizzare. Al momento, però, di concreto c’è ancora poco.

Il fronte più caldo, è quello legato a Bjarnason: il giocatore sembrava del Toro dopo l’ufficialità del Pescara, ma l’agente dell’islandese ha cambiato le carte in tavola giocando, per la verità, non proprio n maniera limpida. La richiesta di ingaggio si è così alzata nettamente, e Cairo non ci sta: le prossime ore saranno decisive per capire se ci sono i margini di conclusione della trattativa oppure si cambierà obbiettivo.

Infine, il fronte acquisti: il Toro cerca un uomo in attacco e ha puntato gli occhi sul talentino del Palermo Belotti, ma le richieste di Zamparini sono davvero alte. I granata ad oggi non hanno dunque denaro cash sufficiente per soddisfare le pretese dei rosanero, ma è certo che nei prossimi giorni tra attacco e centrocampo (un regista), qualcosa si muoverà: il Toro ha bisogno di questi due innesti di qualità.

Insomma, sono ore frenetiche e i temi sono tanti: il nuovo Toro 2015-2016 sta per nascere, i tifosi attendono di sapere con il fiato sospeso chi potrebbero essere i nuovi beniamini della Maratona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy