Torino: tutto fermo per Valdifiori. Le parti prendono tempo

Torino: tutto fermo per Valdifiori. Le parti prendono tempo

Calciomercato / Petrachi le prova tutte, ma nelle altre società c’è troppa confusione. Si lavora sulla volontà del giocatore, ma per il regista i granata non salgon sopra i 4.5mln. Asse bloccato anche con Cagliari e Inter

Gianluca Petrachi le prova tutte. Chiama gli altri direttori sportivi, gli agenti, alcuni di questi sono stati anche incontrati a Milano. Ma niente, tutto tace, nessuna novità all’orizzonte. In Serie A in questo momento c’è troppa confusione. Il Napoli è alla prese con l’ufficializzazione del nuovo allenatore – salvo sorprese sarà Sarri – ed anche del nuovo direttore sportivo con Cristiano Giuntoli, pronto a rescindere con il Carpi e ripartire con i partenopei.

Discorso simile per Empoli e Cagliari, dove il direttore sportivo c’è, ma ancora manca ufficialmente una figura in panchina. E l’Inter? I nerazzuri in questo momento non hanno dato la propria disponibilità a trattare l’affare Benassi. L’uomo-mercato Ausilo è impegnato su trattative da lui definite prioritarie (su tutti il centrocampista M’bia), dunque, ad ogni tentativo granata di risolvere la comproprietà in anticipo è stato liquidato con un secco: ”Due milioni e mezzo. Troppo? Allora ne parliamo più avanti” – un dialogo ipotetico, ma neanche tropo. 

Questione di pochi giorni – in via Arcivescovado preferirebbero parlare di poche ore -, poi finalmente il mercato prenderà per forza di cose il sopravvento. Con o senza le figure preposte, con o senza che in tutti luoghi sia stato completato il puzzle societario. Le trattative legate alla permanenza di El Kaddouri, Benassi e Verdi dovranno essere risolte entro la fine del mese (qui le date imposte dalla Lega). Dunque, se la prossima settimana ci sarà ancora tale stallo, Petrachi andrà direttamente a scomodare il rispettivi presidenti.

Casi interni a parte, il diesse – al pari di ieri – ha intrattenuto un colloquio telefonico con la dirigenza dell’Empoli, questa bloccata tra le mura amiche per definire ed ufficializzare l’affare Gianpaolo e con lui tracciare le linee guida del mercato. Tema della discussione, ovviamente, il possibile approdo di Mirko Valdifiori in granata: nessuna novità concreta, nessun segnale, nel bene o nel male. Benché il diesse granata stia costantemente cercando di stringere i tempi, i toscani dal canto loro rallentano e rimandano il discorso. Attendono novità da Napoli e Roma. Con i giallorossi, infatti, il club di patron Corsi ha diversi affari in ballo: Da Barba a Michele Somma, finanche a Skorupski

Durante la chiacchierata il dirigente del Torino ha fatto intendere di poter mettere il giocatore al centro di un progetto solido e duraturo. Petrachi si è anche detto disposto ad inserire una giovane contropartita in prestito gratuito con opzione e relativa contropzione, ma per il cartellino del centrocampista nato a Ravenna, 7 milioni restano troppi. Il club piemontese ad oggi non sembra disposto a superare i 4.5 milioni. 

Asse bloccato anche con il Cagliari, laddove non ci sono stati ulteriori contatti concreti per Avelar e Ekdal. La giornata sembra sfiorire così, con nulla di fatto. E in attesa che le altre società facciano chiarezza con se stesse, il Torino resta alla finestra con le antenne ben drizzate. Pronto a farsi avanti per primo, non appena ce ne sarà l’occasione. Questa ormai potrebbe arrivare in qualunque ora del giorno: come insegna il calciomercato…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy