Toro: e se alla fine Niang rimanesse?

Toro: e se alla fine Niang rimanesse?

Focus On / La permanenza del franco-senegalese tutto sarebbe fuorchè un problema

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Premessa: esiste un discorso aperto tra Torino e Nizza per Niang, lo si dice da giorni. Sebbene i francesi non abbiano ancora formulato una proposta congrua al club granata – che non si siedono nemmeno ad un tavolo per un’operazione inferiore ai 12-13 milioni – non manca la possibilità che entro fine mercato questa proposta arrivi. Perchè l’interesse del Nizza c’è ed il club francese ha la necessità tecnica di reperire almeno un attaccante titolare (lo si è visto proprio contro il Torino, per l’incapacità di centrare la porta su azione nonostante il predominio del gioco); il club rivierasco ha anche i fondi per formularla, questa offerta importante, viste le cessioni di Seri e Le Marchand al Fulham e quella di Pléa al Borussia Monchengladbach, per un totale di circa 57 milioni incassati. Il Nizza poi non è l’unico club che resta vigile sul giocatore: c’è anche il Betis Siviglia, ad esempio, che una volta presa conoscenza del fatto che Niang è un giocatore disponibile sul mercato, si è mosso con sondaggi esplorativi.

Ma a meno di venti giorni dalla fine del mercato può succedere di tutto. Anche che Niang rimanga al Torino; il club granata non ha la necessità economica di vendere, e come detto non vuole certo mettere a segno una minusvalenza. Lo scenario non è così inverosimile. A quel punto dovrebbe essere Mazzarri a tenere sulla corda il giocatore; considerando il 3-5-2 come modulo di base, lo spazio da titolare non sarebbe certo garantito. Niang dovrebbe mettersi a disposizione con umiltà e determinazione per fare cambiare idea anche a molti tifosi su di lui. Ma Mazzarri è tecnico che conosce bene il giocatore e ha l’esperienza per gestire ogni tipo di situazione. Per il resto, una permanenza di Niang tutto sarebbe fuorchè un problema: va detto che il Torino non ha un altro nome spendibile come vice-Belotti eccetto i giovani Butic e Damascan. Questo sì, è da sottolineare: Niang ha dimostrato di poter giocare da prima punta, se partisse lui probabilmente il Torino dovrebbe muoversi sul mercato per trovare un altro sostituto eventuale di Belotti. Se invece rimanesse…

74 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato - 5 mesi fa

    “E se Niang alla fine rimanesse?”. Se ci fosse ancora il buon Nereo Rocco risponderebbe sicuramente: “speremo de no”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. valex - 5 mesi fa

    Hanno il problema di non centrare la porta e vogliono Niang?
    :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dani toro - 5 mesi fa

    Rimanere a fare cosa? La bella statuina in panca o il ballerino in partita? È una mina vagante ovunque… Spero venga ceduto al più presto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Vanni - 5 mesi fa

    Comunque se si fa il 3-4-2-1, che secondo me è l’unico modulo decente con i 5 buoni + 5 scarsi che abbiamo, se non si riesce a dar via, va bene come rincalzo al posto del Gallo. Davanti devono stare Ljajic e Iago e Belotti di punta. Il problema non è l’attacco e forse nemmeno la difesa, se uno dei 2 brasiliani è sufficiente, il problema saranno i 4 in mezzo.
    Per il 3-5-2 ci mancano troppi CALCIATORI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

    Non ha neanche molto senso commentare questi continui articoli su ipotesi di cessioni, di acquisti o di chissà quale movimento…non si può negare l’evidenza…la società sta cercando in tutti i modi di recuperare gli “ingenti investimenti” di quest’anno (come erano ingenti anche l’anno scorso, secondo il presidente). Fintanto che ciò non avverrà resteremo così o si colmeranno le lacune con qualche scommessa venduta alla piazza come campione…a questo punto spererei piuttosto che non ci siano cessioni illustri all’ultimo giorno, tanto per cambiare. Con Mazzarri forse anche Niang può fare qualcosa di più…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 5 mesi fa

      Hai ragione, ma con la scusa dei Mondiali, ha sfangato ancora una volta la preparazione estiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Madama_granata - 5 mesi fa

    La NON permanenza del franco-senegalese sarebbe tutto, fuorché un problema! Se è vero che ci sono RICHIESTE x lui, NON FACCIAMOCELE SFUGGIRE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. marione - 5 mesi fa

    Certo che mettere in squadra gente che nessuna società ha intenzione di acquistare fa capire il grande campionato che farà la cairese e l’illuminata politica di bracciamozze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 5 mesi fa

      Più che altro, Marione, come dicevamo stamattina, queste continue prese per i fondelli fanno ben comprendere l’incompetenza, la totale mancanza di professionalità e l’incapacità di una società completamente allo sbando da un punto di vista sportivo, con una dirigenza lacchè completamente succube e genuflessa al “capoccia”, il quale ha, come unco scopo, quello di far quattrini a palate sacrificando ogni obiettivo sportivo, nonchè di migliorare la sua immagine e il suo potere imprenditoriale.

      Come diceva ieri giustamente Vanni, un avvoltoio che si getta sulla carogna e la divora senza pensarci nemmeno un istante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 5 mesi fa

        Secondo me non è incompetenza. Qui è scientifico: compro scommesse se sono buone le rivendo, se non sono buone e non trovo acquirenti le faccio giocare e occupo un posto in squadra. Poi un Moretti che fa gli straordinari lo trovo e d’altronde siccome la maggior parte del pubblico è contenta, o almeno accetta supinamente, ha anche ragione a farlo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Hagakure - 5 mesi fa

          Quando parlavo di far quattrini a palate sacrificando ogni obiettivo sportivo, intendevo proprio questo, con conseguente ininfluenza e non volontà di perseguire alcun obiettivo sportivo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Vanni - 5 mesi fa

    Ci toccherà andare in CL con la squadra di Sinisa. Pazienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 5 mesi fa

      …e vedrai, sin dalle prime giornate della stagione che “ruolino di marcia”, con i “fenomeni” che la premiata ditta Cairo/Petrachi ha acquistato “sottotraccia e a fari spenti”….!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. daunavitagranata51 - 5 mesi fa

    fuoriFUORI DAI BAL NIANG PER IL BENE DEL TORO, MISTER CAIRO LEI DA VOLPONE CHE È, È SEMPRE RIUSCITO A FAR PLUSVALENZE, PER UNA VOLTA CHE SI INCONTRA UNA MINUSVALENZA NON È UN DRAMMA ACCETTARLA,VENDA STO BROCCO PER IL BENE DEL TORO, ANCHE PERDENDOCI QUALCHE MILIONE, IL CENTROCAMPO È DA RAFFORZARE E SFOLTIRE DEI PRESENTI ATTUALI [RINCON VALDIFIORI BASELLI OBI AQUÀ]

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Caro Direttore mi permetta dissentire dal suo incipit” la permanenza del franco senegalese……” A mio modo di vedere sarebbe invece un problema nemmeno piccolo! Ora che sia difficile da “piazzare” e che la soluzione del prestito,direi sensata,in quanto consentirebbe alla Società almeno per una stagione di risparmiare un ingaggio lordo di circa 3mln non sia gradita al Presidente in quanto offuscherebbe la sua nomea di Mida re delle plsvalenze sono situazioni che derivano da errori precedenti che poi si pagano. Però evitiamo la domanda retorica” e se alla fine Niang rimanesse?” che mi ricorda tanto la favoletta della volpe e l’uva! Certo se l’intento è quello di arrivare ad un’altra punta ed al riguardo sarà necessaria una cessione “consistente” se tramonterà la cessione Niang temo che ad uscire potrebbe essere Iago. .Vedremo ma probabilmente resteremo all’incirca come siamo con i ns. atavici difetti e carenze a centrocampo. FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Niang deve partire. Si è dimostrato svogliato e questo è inaccettabile. Preferisco avere un lottatore come Butic: anche se acerbo, sono sicuro che sputerebbe sangue per il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 5 mesi fa

      Più di Zaza…sicuro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. prawn - 5 mesi fa

    Son riuscito a starmene lontano da TN per qualche giorno e vedo che siamo ancora fermi, anzi arrivano gli articoli targati RCS a calmare gli animi, massi Niang può restare, con Obi, Acquah e Valdifiori.
    Ma non potevamo prendere solo Izzo già che c’eravamo?
    Niang non può restare perché costa, ha fatto pettare tutto l’anno scorso e non può assolutamente chiudere la porta a Butic.
    Damascan magari è il Maradona dell’est, ma io farei giocare il nostro primavera che ha un fisico pazzesco, simile al Gallo, ha fatto un botto di goals l’anno scorso e si muove molto bene anche senza palla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 5 mesi fa

      Invece, con tutte le minchiate che scrivono, vogliono farci credere che Niang può ancora essere utile. Ammettere il flop sarebbe una prova di maturità della Società.
      Ma il Torino FC ha ben altri interessi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13722867 - 5 mesi fa

    Zaza resta a marcire dove Sei!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garnet Bull - 5 mesi fa

      Si parla tanto di spirito toro e poi non si vuole zaza? Che è quello che corre di più, che guida il pressing e che spunta sangue su ogni pallone….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. KanYasuda - 5 mesi fa

        Per me Zaza è solo un GOBBO che, con un fallo di frustrazione, ha spinto sui cartelloni pubblicitari il nostro Capitano, rimanendo impunito solo perchè GOBBO.
        Dopo quel gesto, nessuna protesta da parte di chiunque, sudditanza verso i GOBBI palesata ormai da anni.
        Se veramente sputasse sangue con Noi, verrebbe espulso ad ogni partita e al Derby giocherebbe di Merda !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. KanYasuda - 5 mesi fa

    Con questo secondo articolo, successivo a quello su Obi e Valdifiori, ci prepariamo alla penultima settimana di mercato in cui comincieranno a lavarci il cervello su come si stanno complicando le cose nelle fasi finali delle diverse trattative.
    Addirittura adesso si scrive “il club granata non ha la necessità economica di vendere”?
    E cosa ci avete fatto leggere in tutti questi giorni passati?
    La priorità non era vendere per completare quel che mancava ancora a centrocampo e sulle fasce esterne?
    Nel caso di Niang siamo arrivati pure a fare i conti nelle saccocce degli altri club?
    I 57 mln del Nizza sarebbero diversi dai 60 di Cairo?
    Loro dovrebbero comprarci Niang a non meno di 13 mln perchè hanno tanti soldi e Noi, poveri pezzenti ci blocchiamo sul mercato perchè il bilancio non è ancora come dovrebbe essere ?
    Già ci preparate?…”e se alla fine Niang rimanesse?”
    Si andasse ad allenare che ormai ha messo su un culo che non riesce neanche più a camminare.
    Ho la vaga sensazione che anche quest’anno il mercato rimarrà incompiuto.
    Abbiamo investito tanto sulla Difesa e ci ritroviamo con due infortunati di cui uno ci avevate detto che sarebbe stato raggiunto per valutarne le condizioni ma non ci avete fatto sapere più niente, sulle corsie esterne manca tutto ancora (chi avvicinato ingaggi o cartellini troppo alti), a centrocampo non è cambiato nulla, l’attacco è sovraffollato.
    Chi dovrebbe essere sacrificato allora per completare questa benedetta squadra ?
    Acquah in attesa per lo scambio con Krunic (infortunato!), Obi (difficoltà), Valdifiori (difficoltà), Niang (no minusvalenza).
    Manca solo la Botta finale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 5 mesi fa

      Praticamente, è da più di un mese che scrivo più o meno queste considerazioni, subendo l’assidua ed immancabile censura da parte degli urbanoidi. Ormai manca poco all’ora della verità e in me cresce costantemente la spiacevole sensazione di aver, per l’ennesima volta, colto nel segno: con Cairo,la nostra massima aspirazione può che essere un campionato anonimo, senza grossi timori.Un bel 10° posto è niente più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. iard68 - 5 mesi fa

    No. Se rimane è un problema. Anche discretamente grosso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Shimada - 5 mesi fa

    E se invece si levasse dalle palle?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13965096 - 5 mesi fa

    secondo me Zaza non è poi così scarso. con il gallo farebbe una gran bella coppia. se serviti a dovere sono da 30-40 gol nella stagione. pronto a scommettere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 5 mesi fa

      Il problema non è se Zaza sia scarso o no, cosa che non credo. Zaza è un altra mela marcia, fatto fuori dalla juve e non a caso. E’ una testa calda (si ricordi ad esempio il derby di coppa italia) e una testa vuota (la rincorsa sul rigore dice tutto). A me non piace.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. valex - 5 mesi fa

        Che sia un mezzo gobbo è vero e tira anche i rigori come Belotti, ma io lo proverei.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. schmat - 5 mesi fa

      Sono d’accordo con iard68, sulle qualità tecniche non si discute: Zaza è forte, determinato e fisicamente difficile da marcare. Con Belotti farebbe coppia forte, però sinceramente se devo prendere una testa calda a questo punto scambio Niang con Balotelli, che mi dà anche più certezze in un 3-5-2 col Gallo. Personalmente credo che giocatori come Zaza, Balotelli e anche un po’ Niang siano mandati via dalle squadre che li hanno cresciuti perché, tecnica a parte, spaccavano gli spogliatoi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Hagakure - 5 mesi fa

    Tempo fa dissi che il serbo avrebbe fatto terra bruciata intorno a lui, e che le sue “scelte” ci avrebbero danneggiato per molto tempo.

    Oggi paghiamo il fatto di avere un bidone (e non solo uno) fortemente voluto dal succitato serbo, che al momento nessuno vuole, nonchè molti Giovani che hanno perso due anni della loro possibile carriera a far panchina a Torino o in altre squadre a cui erano stati prestati, i quali pagano ancor oggi i metodi vergognosi e le scelte scellerate del serbo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 5 mesi fa

      Vero, ma è anche vero che se ci fosse un ds, Niang non lo avrebbe comprato. Vero anche che la squadra da anni è piena zeppa di bidoni presi anche prima e dopo la permanenza del serbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 5 mesi fa

        Il DS asseconda il mister nei limiti del possibile. Il TORO aveva in mano Zapata 24 ore prima della chiusura del mercato. Miha ha imposto l’acquisto di Niang. Se non è un danno questo ….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Hagakure - 5 mesi fa

        Ciao Marione, uno dei problemi di questa società è che l’organigramma della medesima è composto da “yesmen” e da incapaci che sono stati inseriti nei posti chiave per non nuocere a Cairo.

        Gente come Comi, Barile, Petrachi e compagnia bella, in una qualsiasi altra società calcistica che si rispetti, sarebbero già stati presi a pedate nel sedere.

        Ricordo a tutti che una delle imposizioni fatte a Cairo, ovviamente dalla famiglia agnelli nell’ambito dei loro accordi, allorquando fecero fallire il Torino Calcio mediante il loro pupazzo Cimminelli e, solo dopo il fallimento, una volta intervenuti i lodisti, ne fecero acquistare quel che rimaneva per quattro soldi a Cairo, è stata quella di non inserire assolutamente mai nell’organigramma nessuna “vecchia gloria” o “addetto ai lavori” (Pulici Claudio Sala, Pecci, tanto per intenderci) che potesse in qualche modo interferire con i programmi di lucro, plusvalenza immagine e crescita imprenditoriale di Cairo medesimo.

        Anzi, lo stesso Zaccarelli, allora dirigente nel vecchio Torino Calcio di Cimninelli poi fallito, non venne nemmeno preso in considerazione da Cairo per un inserimento nell’organigramma della nuova società, proprio perchè, oltre ad essere un “addetto ai lavori di Storia Granata” era un pericolo per i piani di Cairo.

        L’organigramma della società e gli uomini che lo compongono sono quanto di più aberrante e viscido possa esistere ed i loro compito è quello di ubbidire al loro padrone e di usare la società esclusivamente per far quattrini e plusvlaenze.

        Risultati sportivi non ce ne saranno mai con Urbano Cairo, a parte una salvezza tranquilla e un mediocre posizionamento ai piani bassi della parte sinistra della classifica di serie A.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PrivilegioGranata - 5 mesi fa

          E Comi che cos’è se non una vecchia gloria?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 5 mesi fa

            Comi è tutto meno che una Vecchia Gloria.

            Il suo curriculum parla chiaro: totalmente ininfluente nella Squadra del Troino Calcio, vegetò per sei stagioni sino alla retrocessione del 1989, momento in cui, non volendo andare in serie B, chiese di essere ceduto e venne acquistato dalla Roma.

            Una vera serpe in seno al Torino Calcio: giustappunto solo Cairo poteva chiamarlo e affidargli il ruolo di DG della sua squadra.

            Anche stavolta hai toppato.

            Mi piace Non mi piace
        2. PrivilegioGranata - 5 mesi fa

          “Ricordo a tutti che una delle imposizioni fatte a Cairo, ovviamente dalla famiglia agnelli nell’ambito dei loro accordi, allorquando fecero fallire il Torino Calcio mediante il loro pupazzo Cimminelli e, solo dopo il fallimento, una volta intervenuti i lodisti, ne fecero acquistare quel che rimaneva per quattro soldi a Cairo, è stata quella di non inserire assolutamente mai nell’organigramma nessuna “vecchia gloria” o “addetto ai lavori” (Pulici Claudio Sala, Pecci, tanto per intenderci) che potesse in qualche modo interferire con i programmi di lucro, plusvalenza immagine e crescita imprenditoriale di Cairo medesimo.”

          INCREDIBILE!!! E TU ERI LI’ PRESENTE A QUESTI ACCORDI!!!

          Quando la fantasia viene spacciata per realtà…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 5 mesi fa

            A personaggi come te, il cui unico scopo è quello di offendere e provocare, non va data nemmeno risposta, anche perchè privi totalmente di capacità intellettiva,

            In quanto al resto, se sapessi chi sono io e che cosa ho fatto in passato per il Vecchio Torino Calcio e di che cosa mi occupavo (e mi occupo tuttora) nella mia “attività finanziaria”, ti si rizzerebbero i capelli.

            Sei uno zero…oltrechè un multinick…e qui ormai l’hanno capito Tutte/i.

            Fatti furbo buffone.

            Mi piace Non mi piace
          2. PrivilegioGranata - 5 mesi fa

            Ho i capelli tutti ritti per il “Lei non sa chi sono io”.
            Quanto al fatto che tu mi accusi di essere un multinick, io sono presente in questo forum da anni, da molto prima che la fogna di toro.it rigurgitasse il proprio puteolente contenuto in questo forum.
            Tu piuttosto da dove salti fuori nwe-entry dei miei stivali. Anzi, REDAZIONE DATE UN’OCCHIATA ALL’ACCOUNT DI QUESTO “SIGNORE”

            Mi piace Non mi piace
          3. Hagakure - 5 mesi fa

            ….ma soprattutto, Redazione, date un’occhiata ai “termini” con cui questo multinick si esprime nei confronti di un sito concorrente e dei suoi utenti, nonchè delle offese e delle provocazioni continue nei confronti degli utenti di ToroNews.

            ..se poi dovesse esserci la necessità di copia/incollare i post di costui e di inviarli alla Vostra Cortese Attenzione, nessun problema.

            Mi piace Non mi piace
        3. schmat - 5 mesi fa

          E Giacomo Ferri? Ancora ricordo quando, a Bilbao prima dello storico 2-3, sono andato all’hotel dove alloggiava il Toro e l’ho trovato fuori dal portone con Gazzi, che lo calmava e lo aiutava a trovare la concentrazione per quella partita così importante. Gazzi, ragazzo d’oro delle mie parti (Feltre) ma timido, schivo e arrivato all’apice della sua carriera da mestierante del campo. Ferri fu determinante, e fu proprio nella chiacchierata con me, mio zio e Gazzi (tutti veneti) che Ferri si dimostrò leader.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        4. Luke90 - 5 mesi fa

          scusa.. mi viene un po’ da sorridere perchè forse non ricordi che Cravero e Zaccarelli, proprio durante la gestione Cimminelli furono aspramente contestati…
          Lo striscione “Zaccarelli Vattene!!”?? ce lo siamo dimenticati…?
          Mi sa che oltre ai lambs .. pure qualche tifoso non lo sopportava..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 5 mesi fa

            Li ricordo benissimo, eppure il loro dovere lo hanno fatto, benchè avessero alle calcagna il pupazzetto Cimminelli e il loro padrone

            Dovresti almeno ricordati di questi “particolari”:

            “Nel 2003 diventa direttore generale al posto di Sandro Mazzola. Zaccarelli si cimenta anche come allenatore nel finale di stagione di Serie A 2002-03 (subentrando a Renzo Ulivieri) e prima dei playoff di Serie B 2004-05 (al posto di Ezio Rossi): in questo frangente porta i granata alla promozione, e questo risulterà decisivo per le sorti del Toro che, pur non venendo promosso in Serie A in virtù delle decisioni della Covisoc, si guadagna comunque la permanenza in Serie B dopo la revoca dell’affiliazione e la successiva rinascita sotto la guida di Urbano Cairo grazie al Lodo Petrucci.”

            Dunque, se lo avessimo oggi al posto del lacchè Comi, perlomeno i rapporti tra allenatore/squadra e società avrebbero tutt’altra valenza, anzichè andare completamente allo sbando, come successe con il serbo… e con Comi che taceva e baciava la mano del suo padrone.

            Mi piace Non mi piace
          2. Luke90 - 5 mesi fa

            io ricordo bene un sacco di cose (vissute o lette) … e .. non devi convincermi … io ricordo Cimmimerda, Cimminchione, Cadaverio, Zaccarello… e so anche la considerazione che gode Zaccarelli da parte di alcuni tifosi quando commenta le partite…
            Dico solo che tutti passano e passerebbero sotto le forche caudine del tifoso del Toro…
            Ed è per questo, per rispetto, che non vorrei mai vedere Pulici come dirigente del Toro.

            Mi piace Non mi piace
          3. Hagakure - 5 mesi fa

            Luke, posso dirti con estrema sicurezza che se Paolino fosse DS al posto del lacchè Comi, Cairo arriverebbe a licenziarlo per disperazione (Paolino gli stravolgerebbe completamente tutta la gestione sportiva) e tutta la Nostra Tifoseria, finalmente, capirebbe senza alcun dubbio chi è il “personaggio Cairo” e lo caccerebbe da Torino a calci nel sedere.

            Mi piace Non mi piace
    2. Mik - 5 mesi fa

      Detto che nessuno é perfetto e privo di colpe faccio solo quindi un’analisi : il serbo a parer mio é solo la punta dell’iceberg. E come in tutte le realtà calcistiche dove l’allenatore conta in una certa percentuale rispetto al tutto, nel bene e nel male, non è che qui a Sinisa si possano addossare il 100% degli insuccessi del toro. Sarebbe troppo facile e bello, magari fosse stato solo lì il problema.
      Vada indietro con la memoria e faccia un conticino e un elenco di tutti gli allenatori arrivati al toro, nell’era Cairo, addirittura anche 3 nello stesso anno. Alcuni tra l’altro con un curriculum di tutto rispetto, anche superiore o pari a quello del serbo. Sono tanti eh! Poi conti quante volte il toro sia andato in Europa o abbia finito il campionato nel lato sinistro della classifica. Allora è sempre e solo colpa degli allenatori??!!
      Ripeto….magari!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 5 mesi fa

        Non è tutta colpa degli allenatori certo… Ma Mihajlovic ha responsabilità grosse come un palazzo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luke90 - 5 mesi fa

          Guarda .. su questo forum se ci fai caso le trovi tutte … fino all’altro ieri si accusava la società per non aver soddisfatto le richieste di Miha… poi, laddove queste vengono soddisfatte, è colpa del DS (che a me, per inciso, non piace) che le ha soddisfatte… insomma se non le soddisfa è colpa del DS e…se le soddisfa è colpa del DS … ma fare pace col cervello…?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Hagakure - 5 mesi fa

        Buongiorno Mik, ho risposto al tuo quesito a Marione poco fa.

        Il problema principale è l’organigramma della società, fortemente voluto da Cairo e dai suoi “soci” con “yesmen” e incompetenti ed incapaci.

        Il seguito nella risposta a Marione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Riba - 5 mesi fa

          Sono perfettamente d’accordo con te e l’ho scritto più volte anche su questo forum: il problema è la società inesistente creata apposta da Cairo con degli incompetenti yes man! Decide tutto il cda dove ci sono gli uomini di fiducia del Presidente, e si decide tutto dagli uffici di Milano sede della Cairo Communication. Anche perché a Torino una sede in 13 anni, Cairo non è riuscito a farla, quella che abbiamo è un appartamento di 2 camere e cucina adibito ad ufficio, per una società con la storia come la nostra è vergognoso! Vi ricordate la sede storica di corso Vittorio Emanuele, con tanto di ristorante (non una mensa…) interno per i giocatori? Ecco negli Anni ’80 con Pianelli eravamo avanti anni luce anche rispetto agli odiati pigiami…meditate gente meditate su dove ci ha fatto arrivare il nostro caro salvatore di Masio (AL)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 5 mesi fa

            Caro Riba, gli “yesmen incompetenti” non sono solo nella società sportiva di Cairo.

            Questo sito abbonda di lacchè, yesmen, provocatori e incompetenti, tutti appartenenti al call center della Cairo Communications e pagati per controllare, riferire e creare zizzania e mettere i Tifosi l’uno contro l’altro.

            Ormai il contapalle di Masio sa di avere la terra che gli sta franando sotto i piedi, dunque ha tirato fuori “l’artiglieria pesante”.

            E vedrai che cosa succederà se, nelle prime partite di campionato, la musica dovesse essere la stessa della scorsa stagione….!!!!!!!

            Mi piace Non mi piace
  19. LeoJunior - 5 mesi fa

    io pero’ continuo a non capire modulo e giocatori che abbiamo. nel 352 ne’ Iago ne’ Adem sono l’ideale. temo che ci troveremo con dei buoni giocatori che rischiano di essere adattati al modulo oppure un modulo accomodato ai giocatori. Ma forse sono miei limiti e spero di sbagliarmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Scott - 5 mesi fa

      Io la vedo così. Adem per il 3-4-1-2. Iago per il 3-4-3. Manca la punta per il 3-5-2. Edera è il quinto giovane. Verrebbe fuori una squadra veramente imprevedibile negli adattamenti tattici. Però occorre dar via Niang. Il tutto spiega perchè si sta cercando con insistenza Zaza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toro71 - 5 mesi fa

    Niang è uno dei tanti giocatori scazzati della rosa. La società dovrebbe capire chi vuole rimanere e gioca con entusiasmo, altrimenti gli altri sono assolutamente da mandare via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 5 mesi fa

      La Società non può risolvere un problema di cui lei stessa ne è l’esempio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Scott - 5 mesi fa

    Dio non voglia. Inutile insistere con chi sbuffa anche in allenamento. In più, occorre una punta d’area per il 3-5-2. E in ogni caso, se non gioca il Gallo, chi mettiamo centravanti? Iago?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. stefano - 5 mesi fa

      se non gioca il Gallo non vinciamo neanche con il Frosinone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 5 mesi fa

        Son d’accordo con te, l’attacco è incompleto al lordo di Niang. Occorre punta strutturata fisicamente, il tipico centravanti che possa giocare con Andrea o vedersela da solo quando il Gallo mancherà. Come è inevitabile che sia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. rokko110768 - 5 mesi fa

    Con Mihajlovic Niang ha giocato fuori ruolo, esterno offensivo nel 4231 quando invece è una punta, prima o seconda che sia. Confinato sulla fascia diventa prevedibile.
    Niang ha purtroppo la testa che sappiamo, se Mazzarri ritiene di poter incidere e portare il giocatore a rendere al meglio allora ci serve. Altrimenti è da cedere anche a costo di minusvalenze.
    Sicuramente il 352 meglio si adatta al giocatore, che può trarre un grande beneficio dalla presenza di Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Forza Toro - 5 mesi fa

    Grazie Spacobotillia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Wallandbauf - 5 mesi fa

    Qualsiasi minusvalenza oggi risulterebbe cone una plusvalenza fra un anno..è un giocatore scarso, ma tanto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 5 mesi fa

      Mazzarri non diceva che restavano solo quelli con spirito da Toro?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. PrivilegioGranata - 5 mesi fa

    Niang o non Niang, è sul centrocampo che bisogna agire sfoltendo e rimpinguando. Così le punte sarebbero meglio accompagnate dal gioco della squadra e anche un Niang potrebbe rivelarsi un discreto giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. marione - 5 mesi fa

    Ninag questo anno continuava a perdere l’aereo e si è presentato in netto ritardo al ritrovo, Mazzarri lo deve tenere sulla corda eh come no. Questo è ingestibile, ma non c’è problema se rimane nooooo giochiamo con uno in meno, dov’è il problema?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. LeoJunior - 5 mesi fa

    Niang credo sia una delle massime espressioni del calcio di questi tempi … non come talento ma per come i procuratori riescano a creare e poi far sopravvivere fenomeni totalmente inventati. Questo non ha mai fatto piu’ di due partite consecutive di livello accettabile nella sua carriera eppure continua a trovare squadre grazie al suo procuratore. In un mondo normale sarebbe stato accantonato e dimenticato in qualche squadra di provincia in serie minori. Noi ci siamo finiti con tutte le scarpe ma grazie allo stesso sistema ne verremo fuori. Spero che gli accordi fossero: Caro Mino, noi lo prendiamo ma se non va lo “imponi” a qualche altra squadra…
    questo calcio cosi non va avanti. I ns giovani della U19 e U20 non troveranno mai squadre e questo ancora circola. Mah, misteri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Non è più Raiola il suo procuratore ma la sua famiglia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 5 mesi fa

        Quindi siamo rimasti col cerino in mano…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Hagakure - 5 mesi fa

          …e qualcos’altro nel didietro…!!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. GlennGould - 5 mesi fa

    31.7.
    Aimè non è ancora tempo di potere giudicare il mercato; potrebbero esserci ancora acquisti e cessioni, a poco più di due settimane dal via al campionato. A me pare proprio che Niang non lo voglia nessuno, vista la richiesta e l’ingaggio al massimo qualche sondaggio e niente più. Aspettiamo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Michele Nicastri - 5 mesi fa

    Gianluca Sartori, non portare sfiga… Dai che qualcuno che se lo prende in prestito oneroso di 2mln con diritto di riscatto a 10mln lo troviamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. user-13959596 - 5 mesi fa

    X vendere niang e comprare con gli stessi o più soldi Zaza (e no xché gobbo,ma xché è scarso )mi tengo niang tutta la vita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 5 mesi fa

      Io invece venderei Belotti e Falque e comprerei Zaza, così si fanno delle belle plusvalenze. Poi chi protesta può sempre andare a vedere la juve

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Torello37 - 5 mesi fa

    liberarsi subito del corpo del reato……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Filadelfia - 5 mesi fa

    Per carità di Dio. Basta errori. Da cedere al miglior offerente. I danni di Sinisa non finiscono mai. Prendere Niang al posto di Zapata è stata una follia. Raiola trovagli una squadra. Dai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy