Toro: Porto e Roma trattano con Bruno Peres. Ma ai granata nessuna offerta concreta

Toro: Porto e Roma trattano con Bruno Peres. Ma ai granata nessuna offerta concreta

Calciomercato / I giallorossi propongono un quadriennale con opzione per l’anno successivo: il brasiliano non è impassibile agli interessi altrui, ma non ha ancora manifestato la sua volontà

Un po’ come Maksimovic, anche per Bruno Peres sarà decisiva la volontà del giocatore il quale – come è noto – è seguito fortemente dal Porto e dalla Roma. Se i granata riuscissero a cedere il giocatore all’estero, riuscirebbero a liberare un posto da extracomunitario in rosa, ma questi sono discorsi prematuri.

Bruno Peres piace e il Toro se coccola, consapevole di essersi mosso ancora una volta in anticipo, portanto in casica Zappacosta: terzino destro che certamente non farebbe rimpiangere il verdeoro, nel caso in cui la cessione diventasse realtà. E mentre il club di via Arcivescovado attende di tornane in campo per onorare il calcio giocato, i giallorossi offrono un progetto quinquennale (si tratterebbe di quattro anni con opzione per l’anno successivo) al giocatore – che andrebbe a guadagnare circa 1.5 milioni a stagione -; tutto questo, senza aver mai interpellato seriamente il Torino.

Cairo, atteso in Valtellina, attende senza alcuna fretta, valutando il giocatore non meno di 15 milioni di euro. La promessa ”chi sale in ritiro resta in granata” non è stata dimenticata. Dunque, come raccontato ieri su queste pagine e confermato poche ore dopo dal direttore sportivo Petrachi, solo e solamente il giocatore potrebbe eventualmente alzare la mano e chiedere di esser ceduto. E proprio in tal senso, come detto nei giorni scorsi, sarà la volontà del giocatore a fare la differenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy