Toro, tra sirene portoghesi e possibili arrivi se ne va un’altra giornata di mercato

Toro, tra sirene portoghesi e possibili arrivi se ne va un’altra giornata di mercato

Calciomercato / Dai fratelli Gomis a Morra, da Rosso a Belotti a Bruno Peres tanti temi caldi in casa granata

Altra giornata in cui si sono susseguiti tantissimi temi di mercato in casa Toro. A cominciare dai portieri, con i fratelli Gomis che tengono banco.

I FRATELLI GOMIS – Alfred è infatti in attesa di capire, dopo l’ottima stagione ad Avellino in B, quale sarà la sua prossima destinazione, destinazione che dovrebbe corrispondere ancora al campionato cadetto: Cesena o Cagliari. In bianconero andrebbe in prestito con opzione di riscatto e controriscatto a favore dei granata, mentre in Sardegna lo farebbe a titolo definitivo. Oggi il suo agente era a Bormio per discutere con la società di tutte le eventuali soluzioni con i pro e i contro relativi. Lys invece, dopo l’esperienza a Trapani, potrebbe approdare a Livorno, ma per lui è in atto un vero e proprio ballottaggio con aria di derby con Carlo Pinsoglio, portiere cresciuto nelle giovanili della Juventus e che quest’anno ha difeso la porta del Modena.


BRUNO PERES – Sirene portoghesi, invece, su Bruno Peres: sul brasiliano sembra esserci un forte interessamento del Porto, con il club lusitano disposto ad offrirgli un contratto davvero principesco: 2,5 milioni a stagione per cinque anni. L’offerta sembrerebbe davvero vantaggiosa per il giocatore, ma i granata, al momento, non hanno ricevuto nessuna proposta concreta.

I GIOVANI – Novità interessanti anche sul fronte giovani. Sembra quasi fatta per il prestito del giovane bomber Simone Rosso in Lega Pro, al Benevento. Manca solo la firma e i granata vogliono essere sicuri che il ragazzo trovi il giusto spazio. In questo senso una garanzia di affidabilità arriva dal ds sannita Di Somma, che volle fortemente e portò Parigini alla Juve Stabia dandogli fiducia. Dopo il match vinto oggi dai granata per 6-0 contro il Savona, a fine partita l’attaccante ex Primavera Claudio Morra si è fermato a parlare a lungo con i dirigenti liguri: possibile futuro savonese per lui?

LE PAROLE DI CAIRO – Infine, a margine dell’amichevole odierna, alcuni spunti di mercato sono stati forniti dalle dichiarazioni del presidente Cairo: “Belotti è un buon giocatore, ma non è l’unico che seguiamo. Maksimovic e Glik sono i nostri baluardi e li voglio tenere”. Il presidente si è poi espresso in maniera piuttosto dubbiosa su un possibile ritorno di Cerci: “Noi tutti gli vogliamo molto bene, e questo non è un mistero. Tuttavia mi sembra un’opzione difficile, perché il ragazzo, dopo aver voluto provare il grande salto, non avrebbe più le giuste motivazioni, che nel calcio contano tantissimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy