Alfred Gomis si prende il Cesena. Graziano, che salvataggio per il Renate!

Alfred Gomis si prende il Cesena. Graziano, che salvataggio per il Renate!

Italia Granata / Alfred Gomis è titolare nel Cesena che espugna il Del Duca. Parigini entra e ben figura col Perugia, Lescano ancora titolare a Melfi

Alfred Gomis Cesena

Giornata non entusiasmante per i calciatori di proprietà del Torino. Tra Serie A, Serie B e Lega Pro l’uomo copertina di Italia Granata è Alfred Gomis, che si è conquistato il posto da titolare nel Cesena che vince in casa dell’Ascoli. Bene anche Matteo Fissore, nonostante la sconfitta della sua Fidelis Andria, Giovanni Graziano, che salva il suo Renate dalla sconfitta col Cittadella, e Facundo Lescano, titolare nel Melfi. Ancora uno spezzone per Simone Rosso, restano fuori per infortunio Antonio Barreca, Claudio Morra e Luca Parodi.

Manca all’appello solo Emmanuel Gyasi, che ha visto rinviata la gara della sua Carrarese sul campo del Savona.

SERIE A

LYS GOMIS (Frosinone) – Il portiere senegalese resta in panchina nella gara che il Frosinone di Stellone perde a Bologna (1-0). Gioca sempre Nicola Leali. Nubi sui ciociari, ancora a zero punti.

SERIE B

BARRECA (Cagliari), CHIOSA (Avellino) – Cagliari – Avellino (terminata 2-1 per i sardi) avrebbe potuto essere il confronto tra due dei prospetti più interessanti tra i calciatori di proprietà del Torino, Antonio Barreca e Marco Chiosa, ma purtroppo nessuno dei due è stato della partita. Il terzino sinistro classe 1995 è rimasto fuori dalle convocazioni di Rastelli per un problema gastrointestinale avuto in settimana; il difensore centrale classe 1993 è restato in panchina per tutti i novanta minuti. Ci sarà da lavorare per scalare le gerarchie di Tesser.

ARAMU (Livorno), ROSSO (Brescia) – Altro confronto tra giovani di scuola Toro, anche questo non è andato nel migliore dei modi: nella partita che ha segnato la sua terza vittoria su tre gare, il Livorno ha superato il Brescia (3-1). Niente titolarità per Mattia Aramu, entrato in campo ma solo al minuto 85 al posto dell’applauditissimo Fedato (Voto: NG); anche Simone Rosso si è dovuto accontentare di uno spezzone, essendo entrato al 77’ per Kupisz. L’ex “Folletto” della Primavera del Torino, però, sta accumulando una presenza dietro l’altra. Boscaglia conta su di lui e presto lo schiererà dal primo minuto (Voto: NG)

PARIGINI (Perugia) – Il talento di Moncalieri entra al 53’ di Perugia-Crotone (0-0); fin dal suo ingresso porta freschezza e vivacità all’attacco degli umbri, Bisoli non scopre certo oggi che Parigini ha la “gamba” per spaccare la partita. Tuttavia, il classe 1996 non riesce a procurarsi occasioni vere e proprie. Da segnalare solo un bel tiro da fuori (Voto: 6)

ALFRED GOMIS (Cesena) – Come facilmente prevedibile, Alfred Gomis si è procurato il posto da titolare come portiere del Cesena, che vince ad Ascoli (1-3). Il portiere classe 1993 compie due ottimi interventi nel primo tempo, al 11’ su Petagna e nel recupero su bella mezza rovesciata di Cacia. Dopodichè, il portiere non è stato costretto a fare gli straordinari, in una partita sostanzialmente dominata dal Cesena. Sul gol di Petagna di testa da distanza ravvicinata a tempo praticamente scaduto, il portiere non ha colpe. (VOTO: 6). Da segnalare anche che nell’Ascoli ha giocato Davide Cinaglia, difensore centrale classe 1994 ancora in orbita Toro

LEGA PRO

FISSORE, MORRA (Fidelis Andria) – Primo K.O. per la Fidelis Andria di Luca D’Angelo che perde in casa della Paganese (2-1), dopo due vittorie nelle prime due giornate. L’attaccante del Torino classe 1995, Claudio Morra, era stato il grande protagonista della scorsa puntata di Italia Granata, con la doppietta segnata al Matera; ma in settimana è stato bloccato da un piccolo malanno muscolare e non è stato convocato per la trasferta in terra campana. Altri novanta minuti, invece, per Matteo Fissore, che si conferma titolare della squadra azzurra. L’ex Capitano della Primavera del Torino regge bene anche contro la Paganese; semmai è il compagno di reparto Aya a fare danni, procurando i due rigori decisivi per la sconfitta e facendosi espellere (Voto: 6).

Matteo Fissore Andria
Matteo Fissore con la maglia della Fidelis Andria (Instagram)

SUCIU, DIOP (Lecce) – Il Lecce di Tonino Asta si salva in casa con la Casertana. A evitare la sconfitta ai giallorossi è una rete di una vecchia conoscenza granata, Juan Surraco, che pareggia a cinque minuti dal termine del primo tempo, scaricando un destro dai 30 metri dopo aver raccolto una verticalizzazione di Sergiu Suciu. Il centrocampista classe 1990 di proprietà del Torino viene segnalato in crescita rispetto alle prime uscite parecchio negative, ma ancora non raggiunge la sufficienza: sono parecchi i palloni buttati via, la condizione fisica è ancora da migliorare. Tuttavia, Asta continua a puntare forte su di lui e a schierarlo titolare. Per lui anche un’ammonizione (Voto: 5.5). Invece fa il suo debutto in giallorosso Abou Diop, che entra al 28’ della ripresa per Carrozza. Mette in campo tanta voglia di dimostrare qualcosa al suo mentore Asta e si presenta con un bel filtrante per Doumbia. Per il resto tanta, anche troppa foga, visto che rimedia un giallo evitabile. In generale, comunque, riesce a dare nuova verve a un attacco che sembrava asfittico (Voto: 6).

BONIFAZI (Benevento) – Il centrale classe 1996 fa il suo debutto ufficiale con la maglia del Benevento entrando al posto di Melara nell’ultimo quarto d’ora di partita. Regge bene nel forcing finale dei rossoneri portando a casa la sufficienza nel suo esordio tra i professionisti (Voto: 6). La “Strega” ha vinto 1-0 in casa, contro il Foggia, issandosi al quinto posto in classifica

LESCANO (Melfi) – Buone notizie dall’attaccante argentino classe 1996, che fa segnare la terza presenza da titolare in tre partite nel Melfi di Palumbo. “El Faca” conferisce peso e sostanza all’attacco dei lucani giocando come unica punta del 4-2-3-1. Al 41’ per poco non arriva su un buon cross dalla sinistra di Giacomarro; avrebbe potuto essere il primo gol della nuova avventura, ma l’appuntamento è solo rimandato (Voto: 6).

PROIA (Pistoiese) – Pistoiese sconfitta 2-1 in casa della Spal: il centrocampista classe 1996 Federico Proia non appare neppure in panchina.

GRAZIANO (Renate) – Ottimo punto per il Renate, che sul proprio terreno amico ferma il Cittadella (0-0). Giovanni Graziano entra al 14’ della ripresa e fa due ottime cose: prima un’intelligentissima sponda che per poco non frutta una rete al compagno N’diaye; poi, soprattutto, un salvataggio sulla linea incredibile che in zona Cesarini salva la propria squadra dalla sconfitta. Il centrocampista classe 1995 fa vedere di meritare più spazio da titolare. (Voto: 6.5)

THIAO (Cuneo) – Partita sfortunata per il Cuneo, che gioca bene ma perde a Gorgonzola contro la Giana Erminio (1-0). Ousseynou Thiao resta in panchina. Mister Iacolino, come centrocampisti centrali del 4-4-2, sceglie Cavalli e Garin.

PARODI (Ancona) – L’Ancona di Cornacchini perde a Pisa, con il risultato di 1-0. Luca Parodi non viene convocato dal tecnico, per problemi fisici, e non prende parte alla sfortunata trasferta.

ESTERO

SANCHEZ MINO (Estudiantes) – Bene l’Estudiantes di Gabi Milito, che vince 1-0 sul campo del Velez Sarsfield. Protagonista anche Juan Sanchez Mino, reinventato dal tecnico come mediano di sinistra del 4-2-3-1, con buoni risultati, perché viene segnalata una buona prestazione del giocatore classe 1990 ancora di proprietà del Torino. (Voto: 6.5).

SERIE D

L’ultimo turno di Serie D, tra i giovani in orbita Toro in prestito nella massima categoria dilettantistica, sorride a Orazio Orofino (novanta minuti nello 0-2 della Pro Settimo al Borgosesia) e al portiere classe 1997 Cizza (1-0 del suo Oltrepò Voghera in casa del Pinerolo: per lui una buona prestazione). Meno bene, invece, Paolo Bambino, secondo di Zaccagno in Primavera nel 2014-2015: il suo Chieri affonda 4-0 sul campo della Lavagnese, anche se il portierino scuola Toro evita un peggioramento del passivo, e l’altro portiere Nicholas Lentini (lo Sporting Bellinzago perde 1-0 contro il Rapallo). Sempre titolare il terzino classe 1996 Davide Cochis nel Monza (i brianzoli perdono 2-3 in casa con l’Inveruno) e il mediano Campione d’Italia Donato Lenoci nella debacle del suo Manfredonia contro il Francavilla (addirittura 5-1).

PRIMAVERA

D’ORAZIO (Carpi) – Il Carpi di Bortolas, nel girone del Toro, perde 2-0 sul campo della Virtus Entella. Non è della partita il mediano classe 1997 Andrea D’Orazio, che era stato titolare nella prima giornata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy