Atalanta e Siena a braccetto verso la A

Atalanta e Siena a braccetto verso la A

ATALANTA-PIACENZA 3-0
Tutto facile per l’Atalanta, che davanti al proprio pubblico batte con un perentorio 3-0 il Piacenza, una tra le squadre più in forma della serie B. Apre le marcature Doni su calcio di rigore, decretato dall’arbitro per un fallo di mano di Zenoni. Poco dopo il capitano nerazzurro raddoppia, ancora dagli undici metri, e prime dell’intervallo Ruopolo fa 3-0, chiudendo di fatto la…

ATALANTA-PIACENZA 3-0
Tutto facile per l’Atalanta, che davanti al proprio pubblico batte con un perentorio 3-0 il Piacenza, una tra le squadre più in forma della serie B. Apre le marcature Doni su calcio di rigore, decretato dall’arbitro per un fallo di mano di Zenoni. Poco dopo il capitano nerazzurro raddoppia, ancora dagli undici metri, e prime dell’intervallo Ruopolo fa 3-0, chiudendo di fatto la gara.

CITTADELLA-ASCOLI 0-1
L’Ascoli ottiene un successo importantissimo in chiave salvezza sul campo del Cittadella, grazie alla rete segnata da Giorgi ad inizio ripresa. Nell’occasione bravissimo Feczesin a fare da torre per il compagno. Nel finale veneti vicinissimi al pareggio con Nassi, ma Guarna compie un vero e proprio miracolo, fermando la conclusione prima che oltrepassi la linea di porta.

CROTONE-SIENA 1-2
Il Siena tiene il ritmo della capolista Atalanta, andando a vincere per due a uno sul campo del Crotone. Inizio fortissimo per i toscani, che dopo appena due giri di lancette sono già in vantaggio per effetto della rete di Brienza, che supera due avversari e fa partire un sinistro imparabile per Belec. Due minuti più tardi Siena vicino al raddoppio, con la conclusione di Bolzoni che si va a stampare contro la traversa. Lo 0-2 arriva nella ripresa ad opera di Reginaldo. Nel finale inutile il sigillo di De Giorgio.

LIVORNO-GROSSETO 1-1
Il Livorno spreca una ghiotta opportunità nel derby contro il Grosseto. Dopo essere andato in vantaggio con un gran gol di Belingheri (al suo secondo centro stagionale con la maglia amaranto) e con un uomo in più, in virtù dell’espulsione comminata a Alessandro, si fa riacciuffare al novantesimo dal rigore di Sforzini. La squadra di Novellino viene così scavalcata in classifica dal Vicenza al sesto posto.

PESCARA-PADOVA 0-2
Il cambio in panchina ha dato i primi frutti al Padova, che è andato a vincere per due reti a zero sul campo del Pescara. Entrambe portano la firma di Ardemagni, l’attaccante arrivato nel mercato di riparazione dall’Atalanta e che può festeggiare i primi due gol del nuovo anno.

PORTOGRUARO-ALBINOLEFFE 2-1
Più che una partita Portogruaro-Albinoleffe è stata una guerra. Quattro gli espulsi a fine gara, ma quello che conta è che i veneti hanno strappato tre punti dal peso specifico incredibile nella corsa per la salvezza. Vantaggio dei granata realizzato da Cunico, pareggio immediato  di Grossi ma nella ripresa ecco arrivare il gol di Altinier a spezzare gli equilibri.

TRIESTINA-VARESE 1-1
Non basta una prova d’orgoglio alla Triestina per avere la meglio del Varese e ora la classifica si fa sempre più complicata. Vantaggio giuliano al minuto 67 con Miramontes, ma nelle ultime battute De Luca troca l’insperato pari. Varese a meno quattro dal Novara in classifica. Il rischio che non si disputino i playoff in B sembra ormai scongiurato.

VICENZA-NOVARA 1-0
Un super gol di Bastrini permette al Vicenza di battere il Novara in piena zona Cesarini e continuare ad inseguire il sogno playoff. Una rete arrivata quando sembrava ormai che la partita fosse incanalata sul più classico degli zero a zero, dopo 88 minuti tutt’altro che spettacolari. In virtù di questo risultato il Novara porta a sei il numero di gare senza vittorie. L’ultima risale al 14 febbraio scorso, quando gli azzurri sconfissero il Torino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy