B-Nocolo: play-out, via ai calcoli

B-Nocolo: play-out, via ai calcoli

di Davide Agazzi – Dato l’addio a Frosinone, Triestina e Portogruaro, in fondo alla classifica cadetta permane la paura della retrocessione. In soli 90′, cinque squadre dovranno lottare per evitare lo spareggio play-out, vero e proprio ultimatum per la prossima stagione. Tanti gli incastri e le possibilità, infarciti di calcoli, scontri diretti e classifiche avulse.

Al momento attuale, classifica alla mano, ci sono…

di Davide Agazzi – Dato l’addio a Frosinone, Triestina e Portogruaro, in fondo alla classifica cadetta permane la paura della retrocessione. In soli 90′, cinque squadre dovranno lottare per evitare lo spareggio play-out, vero e proprio ultimatum per la prossima stagione. Tanti gli incastri e le possibilità, infarciti di calcoli, scontri diretti e classifiche avulse.

Al momento attuale, classifica alla mano, ci sono ben tre squadre ancorate a pari punti, a quota 46. Stando così le cose, l’Ascoli può ritenersi salvo, grazie alla classifica avulsa. Negli scontri diretti infatti, la squadra di Castori ha portato ha casa ben dieci punti contro le altre due. Il Piacenza, a parità di punteggio, è quella messa peggio, sempre a causa della famigerata classifica avulsa. Poco più in alto, Sassuolo e Cittadella non possono dormire sonni tranquilli. I veneti, trascinati dal capocannoniere Piovaccari sono quelli con maggiori possibilità di salvarsi. Contro l’Atalanta, la squadra di Foscarini, sotto di due reti ha dimostrato carattere e personalità, elementi fondamentali per trascorrere un’estate tranquilla. Il Sassuolo del dopo Gregucci ha appena condannato il Frosinone alla matematica retrocessione ed affronterà una Reggina che, probabilmente, preferirà prendersi una giornata di riposo in vista dei play-off.

Infine, come accennato sopra, l’Ascoli, delle ultime tre, è la favorita per mantenere la categoria. Nell’ultima giornata, la squadra di Castori affronterà una Triestina, già retrocessa e con la voglia di voltare pagina il prima possibile. Il Piacenza, oltre ad aver il peggior rendimento negli scontri diretti, dovrà affrontare il Varese, che potrebbe essere ancora in lotta per il terzo posto. L’Albinoleffe di Mondonico è forse consapevole di giocare i play-out, ma è altrettanto convinto di poterli vincere. L’ultima partita con il Piacenza, vinta per 3-1 è stato un vero e proprio colpaccio per i bergamaschi, che sfideranno il Siena nell’ultimo turno. Insomma, la presenza di cinque squadre in appena due punti promette scintille, in una domenica da trascorrere con la calcolatrice alla mano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy