B-Nocolo: si salvi chi può

B-Nocolo: si salvi chi può

di Davide Agazzi 

Tre giornate alla fine del campionato e tre verdetti già stabiliti. Siena ed Atalanta sono in Serie A, il Novara si è assicurato la roulette dei play-off. In fondo alla classifica è tutto il contrario. Con ancora 270 minuti di campionato regolare, la sfida salvezza è avvolta da mille dubbi. Quelle poche certezze, maturate nel corso del campionato, sono…

di Davide Agazzi 

Tre giornate alla fine del campionato e tre verdetti già stabiliti. Siena ed Atalanta sono in Serie A, il Novara si è assicurato la roulette dei play-off. In fondo alla classifica è tutto il contrario. Con ancora 270 minuti di campionato regolare, la sfida salvezza è avvolta da mille dubbi. Quelle poche certezze, maturate nel corso del campionato, sono andate sciogliendosi nelle ultime partite. Frosinone e Triestina, quasi sicure del loro addio al campionato cadetto, hanno ridato speranze ai propri tifosi. La squadra di Salvioni è apparsa in salute e si è aggiudicata un vero e proprio scontro salvezza, battendo 3-2 il Cittadella. Dall’altra parte, i ciociari di Campilongo, che sembravano aver abbandonato ogni possibilità, hanno sorpreso tutti, imponendo un netto 4-0 al Vicenza di Maran. Una vittoria, quella contro i veneti, certamente inattesa, ma che evidenzia il brutto momento dei biancorossi, ormai lontani dalla zona play-off. In coda, dopo aver trovato un po’ di ossigeno nei mesi scorsi, si ritrova invece il Portogruaro di Agostinelli. L’allenatore, arrivato a campionato in corso, sembrava aver dato la giusta tranquillità all’ambiente, ma dopo la recente ed inaspettata vittoria di Siena, i giocatori hanno colto due sconfitte consecutive.

In vista play-out, l’Ascoli, fortemente penalizzato, è la squadra che ha dimostrato maggiore carattere e spirito di gruppo, elementi fondamentali in vista dei possibili spareggi. Infine, classifica alla mano, rientra in zona play-out anche l’Albinoleffe di Mondonico, che però deve recuperare la gara con la Reggina, partendo dal favorevole 1-0. E forse, sarà già il prossimo turno di campionato a delinerare meglio questi cupi scenari di fine stagione. La Triestina avrà l’impegno più difficile, quello di affrontare il Toro di Lerda, ancora in corsa per i play-off.

Diversa la situazione delle altre squadre in cerca di salvezza,  che se la vedranno con formazioni che hanno già raggiunto i propri obiettivi. L’Albinoleffe affronterà la neopromossa Atalanta, così come l’Ascoli, che ospiterà il Siena di Conte. Per ulimo, il Frosinone, non dovrebbe trovare troppi ostacoli contro il Novara, con la testa e forse, anche le gambe, già ai play-off di fine stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy