Boakye trascina il Sassuolo

Boakye trascina il Sassuolo

di Davide Agazzi – In attesa dei due posticipi di domani, la seconda giornata di Serie B regala ai suoi tifosi lo spettacolo di Zeman, il carattere dell’Ascoli e le prodezze del baby fenomeno Boakye. Delude le aspettative la partita tra Sampdoria e Livorno, dove è la noia a farla da padrona. Ancora a zero punti il Modena, si salva in extremis il Bari di Torrente. Primo punto per la neopromossa Nocerina, che ferma sul pareggio…

di Davide Agazzi – In attesa dei due posticipi di domani, la seconda giornata di Serie B regala ai suoi tifosi lo spettacolo di Zeman, il carattere dell’Ascoli e le prodezze del baby fenomeno Boakye. Delude le aspettative la partita tra Sampdoria e Livorno, dove è la noia a farla da padrona. Ancora a zero punti il Modena, si salva in extremis il Bari di Torrente. Primo punto per la neopromossa Nocerina, che ferma sul pareggio il Brescia.

ALBINOLEFFE-GROSSETO 2-2: pronti via e l’Albinoleffe è subito avanti. La squadra di Fortunato, grazie al gol di Regonesi, crede di aver archiviato il difficile esordio con il Sassuolo, ma il Grosseto si rivela squadra ostica. Sforzini trova il gol del pareggio con il primo pallone buono ed in pochi minuti, in pieno contropiede, gli ospiti stendono i bergamaschi, grazie alla rete di Alfageme. Nel secondo parziale è ancora l’avvio sprint a mettere in ginocchio i toscani e, dopo un minuto dalla ripresa l’Albinoleffe trova il pareggio con Cocco.

GUBBIO-ASCOLI 2-3: La squadra di Castori vince, non senza fatica, il secondo impegno stagionale e porta a casa tre punti fondamentali. I bianconeri si portano in poco tempo sul 2-0, grazie alle reti di Papa Waigo, bravo ad anticipare la difesa casalinga, e di Sbaffo, al primo gol in Serie B. Nel secondo tempo, gli ospiti si rilassano e concedono spazio al Gubbio, che trova prima il gol con l’ex Mendicino e poi quello del pareggio con Ciofani. Nel finale di gara, arriva la doppietta di Sbaffo, che segna il risultato finale sul 3-2.

LIVORNO-SAMPDORIA 0-0: Atzori si dimentica la spumeggiante partita di Genova e la sua Samp riassaggia la noia. Una partita che non decolla, con un Dionisi troppo isolato nell’attacco livornese ed i giocatori doriani non in serata di grazia. Prima Bertani e poi Dionisi cercano di animare la gara, ma neanche l’ingresso dell’ex Chievo Bentivoglia sembra riuscire a togliere il grigiume dallo stadio toscano.

MODENA-BARI 0-1: arrivato poche ore fa alla corte di Torrente, regala ai nuovi tifosi la gioia della vittoria. Colui che l’anno scorso castigò il Toro con la maglia del Sassuolo, De Falco, oggi trafigge la porta del Modena, in una sorta di derby personale. Un destro terrificante dalla lunga distanza gela la squadra di Bergodi, che dopo la batosta di Reggio Calabria rimane a quota zero punti.

NOCERINA-BRESCIA 1-1: Grande entusiasmo a Nocera, primo rammarico per la squadra di Giuseppe Scienza. In uno stadio caldissimo, i molossi rossoneri vogliono i primi punti cadetti e non importa se davanti ci sia una squadra tecnicamente più forte. Nel finale di primo tempo sono i ragazzi di Auteri a portarsi in vantaggio, grazie al gol di Castaldo, che si dimostra vero rapace dell’area piccola. Giusto il tempo di esultare ed il Brescia reagisce con uno dei suoi uomini migliori. Il tiro di Josè Antonio è imparabile e segna il risultato finale sull’1-1.

PADOVA-REGGINA 1-0: Le squadre che avevano regalato maggiore spettacolo durante la prima giornata, si aggrappano al “gollonzo” di Dramè per sbloccare il risultato. La Reggina, affidata all’inesperto portiere Kovacsyk, ci mette del suo, quando, nel primo tempo, regala un rigore per ingenuo fallo di mano. Cutolo non se la sente di giustiziare gli ospiti e calcia il pallone in tribuna. Passano pochi minuti e la squadra di Dal Canto trova il meritato vantaggio, con il tiro di Dramè deviato da Emerson. La Reggina prova a reagire con qualche conclusione da fuori area, ma Pelizzoli non corre particolari rischi. Nel secondo tempo, poche azioni per parte e la finale espulsione di Bonazzoli.

PESCARA-EMPOLI 3-2: spettacolo garantito a Pescara, dove il calcio di Zeman esce vincitore dal difficile impegno contro l’Empoli. Una squadra sempre propensa all’attacco, con una difesa altissima ed una forte intensità. In evidenza, Ciro Immobile, autore di una doppietta, capace di segnare prima di testa e poi dal dischetto. L’Empoli si affida ai suoi giocatori più esperti e trova il pareggio con i gol di Tavano e Buscè. A 5′ dalla fine, è capitan Cascione a segnare il gol della vittoria per il suo Pescara.

VARESE-CROTONE 0-0: Un altro pareggio a reti bianche per il Varese di Carbone, che non ricorda per nulla quello di Sannino dello scorso anno. Un Crotone mai veramente pericoloso, si deve fermare davanti alla retroguardia calabrese ed in particolare alle buone parate del portiere di riserva Bindi. Al 33′ del primo tempo, clamoroso palo di Carrozza.

VICENZA-SASSUOLO 0-1: i neroverdi passano a Vicenza e si classificano in vetta alla classifica. A Vicenza va in scena una brutta partita, con la squadra di Baldini rimasta con la testa e con le gambe in quel di Brescia. Il Sassuolo aspetta e rimane a guardare, fino al 42′ del primo tempo, quando Boakye inventa la prodezza di giornata. Forse il suo destro ad effetto da fuori area nasconde la vera promessa di questo campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy