Frosinone, dopo 8 mesi riecco Paganini: una bandiera per la salvezza

Frosinone, dopo 8 mesi riecco Paganini: una bandiera per la salvezza

Focus on / Con il Genoa Paganini è tornato dal primo minuto e ha aiutato i compagni a portare a casa il pareggio, lui che del Frosinone è una bandiera

di Roberto Ugliono

Il 7 luglio il Frosinone annunciava che Luca Paganini si era sottoposto all’operazione per la ricostruzione del legamento crociato, la seconda della stagione. Insomma un calvario che sembrava interminabile per l’ala romana, ma ciociaro d’adozione. Lui che è una bandiera del Frosinone, società in cui è cresciuto da giovane e si sta affermando da calciatore, ora è tornato per tentare di salvare l’unica squadra in cui ha militato.

RITORNO IN CAMPO – Tre settimane fa ci fu la prima apparizione stagionale, ma fu solamente un assaggio, perché scese in campo per soli 6 minuti allo Allianz Stadium contro la Juventus. Domenica con il Genoa il rientro dal primo minuto e una prestazione da protagonista. Prima esterno a destra, poi mezz’ala sinistra perché c’era bisogno di contrastare il Grifone in quella zona del campo. Insomma tanto sacrificio e anche qualche buona iniziativa offensiva hanno permesso a Paganini di risultare tra i migliori in campo.

OBIETTIVO SALVEZZA – Ora nel suo mirino c’è il Toro, ma soprattutto la salvezza da conquistare con il suo Frosinone. I canarini intanto sono sicuri: hanno ritrovato la loro bandiera e ora è tutto riaperto. Se si considera inoltre la partita con il Genoa e i toni da impresa epica con cui la stanno dipingendo i ciociari, ecco che si capisce quanto il ritorno di Paganini possa fare bene alla squadra di Baroni, che intanto può contare su un giocatore in più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy