Gasperini e la chance Toro

Gasperini e la chance Toro

I numeri sono impietosi. E non potrebbe essere diversamente per una squadra che langue all’ultimo posto in classifica e che da otto giornate non mette la testa fuori dalla zona retrocessione.

 
Commenta per primo!

I numeri sono impietosi. E non potrebbe essere diversamente per una squadra che langue all’ultimo posto in classifica e che da otto giornate non mette la testa fuori dalla zona retrocessione.

 

L’ENNESIMA VITTIMA Intanto Zamparini ha mietuto l’ennesima vittima. Con l’esonero di Malesani, sopravvissuto tre settimane, e il ritorno di Gasperini sono arrivati a quattro gli allenatori del Palermo in questa stagione. Durante la sua gestione, iniziata nel 2002, il presidente rosanero ha consegnato le chiavi della sua squadra a venticinque allenatori, arrivando a ben 37 esoneri. Non sa più che pesci pigliare il vulcanico presidente. Il colpo di coda sarebbe dovuto arrivare nelle scorse tre settimane, nelle sfide con Pescara, Chievo e Genoa. Tre dirette concorrenti alla salvezza, tre partite da non perdere. Così è stato ma non è bastato a Malesani.

 

POCHE CERTEZZE – Il ritorno di Gasperini è solo il capitolo più recente di una squadra completamente alla deriva. Il Palermo non vince da tredici giornate e quel 3-1 rifilato al Catania nel derby ormai tre mesi fa rimane fin qui l’unica magra consolazione per i tifosi palermitani. Gli infortuni, seppur gravi, di Mantovani e Hernàndez hanno influito e non poco ma non possono costituire un alibi. Ciò che sorprende insieme alla classifica, figlia di una rosa deficitaria e indebolitasi nel mercato invernale ma comunque all’altezza di altre, è l’atteggiamento arrendevole di una squadra che, unitamente all’estro di due-tre pedine, dovrebbe puntare tutto sul carattere per uscire da una situazione tanto critica.

 

IL COLPO MORTALE – Quel carattere che i rosanero hanno messo in mostra proprio contro il Torino nella partita di andata, dominata dai padroni di casa e in cui è risultato decisivo Gillet per il punticino ottenuto. Il rientro di Gasperini potrebbe essere un nuovo stimolo e di sicuro lo sarà per lui stesso che, da buon tifoso juventino, avrà un secondo motivo per far bene a Torino. Una bestia esangue e all’angolo non può che mordere, il Toro dovrà avere la lucidità e la fredezza necessarie per infliggere il colpo mortale.  

 

Lorenzo Bodrero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy