I difensori fanno felici il ”Mondo” e Sannino

I difensori fanno felici il ”Mondo” e Sannino

Tanti giocatori delle cosiddette piccole nella top 11 di questa settimana. In porta c’è il numero 1 del Portogruaro Rossi, protagonista assoluto della vittoria ottenuta dai veneti sul campo del Piacenza. In mezzo al campo il ritorno di Massimo Loviso, autore di due assist a Crotone.

Rossi (Portogruaro): nel successo raccolto dal Portogruaro al “Garilli” di Piacenza c’è molto di suo….

Tanti giocatori delle cosiddette piccole nella top 11 di questa settimana. In porta c’è il numero 1 del Portogruaro Rossi, protagonista assoluto della vittoria ottenuta dai veneti sul campo del Piacenza. In mezzo al campo il ritorno di Massimo Loviso, autore di due assist a Crotone.

Rossi (Portogruaro): nel successo raccolto dal Portogruaro al “Garilli” di Piacenza c’è molto di suo. Strepitoso il tuffo con il quale va a respingere la conclusione di Tremolada. Può essere l’uomo in più per Agostinelli in questo delicatissimo finale di campionato.

Pesoli (Varese): sua la rete che permette al Varese di battere per uno a zero il Vicenza in un inaspettato scontro playoff. Se solo qualche settimana fa si paventava il rischio della mancata disputa dei playoff, con il Novara che continuava a far punti e la squadra di Sannino che, invece, sembrava tirare un po’ il fiato, ora c’è solo un punto di differenza tra le due neo-promosse.

Bergamelli (Albinoleffe): una doppietta del genere la sognava da anni. L’ha realizzata in una gara fondamentale, che riporta Mondonico ed il suo Albinoleffe in una posizione di classifica un po’ più tranquilla.

Rullo (Modena): il terzino sinistro gialloblù si conferma ai livelli delle ultime settimane nel match interno contro il Pescara. Difende e attacca senza pause, sfornando tanti cross interessanti per i compagni.

Biso (Frosinone): emarginato nella prima parte di stagione, è ora il punto fermo del centrocampo di Campilongo. Gran partita a Frosinone, anche se il pareggio sa di sconfitta.

Corti (Varese): quantità e qualità a centrocampo. Se il Varese gira a meraviglia gran parte del merito è anche suo.

Loviso (Crotone): Dopo la parentesi torinese il regista si è rimesso in gioco a Crotone e nel match contro l’Empoli ha dimostrato di saperci ancora fare con il pallone tra i piedi.

Mazzarani (Modena): quando si accende lui gira tutto il Modena. Suo l’assist per il gol di Greco ma tanto altro nel corso dei novanta minuti. Quando lo intervistammo qualche mese fa ci disse che sognava la A, presto il suo desiderio potrebbe diventare realtà.

Calaiò (Siena): il Siena risponde al Torino rifilando un poker al Sassuolo e il Bianchi toscano si chiama Emanuele Calaiò, che mette a segno la doppietta che chiude la gara con un tempo abbondante d’anticipo.

Djuric (Crotone): un gol da rapinatore d’area e una splendida rovesciata gli valgono il titolo di giocatore della trentatreesima giornata. Il Crotone può sorridere, soprattutto se l’attaccante bosniaco fornirà sempre prestazioni di questo genere.

Bianchi (Torino): in queste ultime gare negative era stato l’oggetto principale delle pesanti critiche rivolte ai giocatori granata. Ad Ascoli ha risposto per le rime, realizzando una splendida doppietta di testa e dimostrando di essere il solito Bianchi, capace l’anno scorso di realizzare 27 reti. A patto che gli arrivino i palloni…

(foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy