Inizio spettacolare per la nuova Serie B

Inizio spettacolare per la nuova Serie B

di Gianluca Sacchetto

Sotto gli occhi del presidente di Lega, Andrea Abodi, a Marassi sfilano 22 ragazzi con tutte le maglie delle partecipanti al campionato di Serie B (o Serie Bwin) 2011/2012 che inizia stasera.
A Genova va in onda -e forse non é un caso- un match di cartello, di quelli che possono rappresentare un’attrattiva per pubblico e sponsor: Sampdoria-Padova, sfida tra la neoretrocessa extra-lusso…

di Gianluca Sacchetto

Sotto gli occhi del presidente di Lega, Andrea Abodi, a Marassi sfilano 22 ragazzi con tutte le maglie delle partecipanti al campionato di Serie B (o Serie Bwin) 2011/2012 che inizia stasera.
A Genova va in onda -e forse non é un caso- un match di cartello, di quelli che possono rappresentare un’attrattiva per pubblico e sponsor: Sampdoria-Padova, sfida tra la neoretrocessa extra-lusso e la rampante più ambiziosa.

Ed é vero spettacolo: in campo, gesti tecnici che non hanno nulla a che fare con la “vecchia” idea di Serie B, agonismo (tre ammoniti nei primi 20′ o poco più), e tanti motivi di interesse.
Gli uomini di casa partono forte, schiacciando i veneti nella loro area di rigore: dopo due minuti e mezzo hanno già battuto un calcio di punizione dal limite e colpito una traversa (con Pozzi). Poi, il Padova viene fuori, con i lampi in attacco di Cutolo più che di Lazarevic.

A spezzare l’equilibrio é il migliore in campo, quel Cristian Bertani che in pratica ha conosciuto la B a 29 anni: si incunea in area e batte Pelizzoli (pasticciano Schiavi e soprattutto Renzetti). Non si fa in tempo a rientrare in campo che il Padova pareggia: appena 50” e Milanetto, al volo da calcio d’angolo, trova un gol che già alla prima giornata possiamo dire rientrerà a fine anno fra i più belli di tutto il campionato. E per lui é un gol-derby.
Ma é una girandola d’emozioni: cinque minuti, e direttamente da punizione Palombo segna sotto quella gradinata che vide le sue lacrime, due mesi fa.

Al quarto d’ora, Pozzi colpisce la sua seconda traversa di giornata, sempre di testa. E mentre Lazarevic (schierato “alla Lerda” a sinistra) si accende a sprazzi, al 22′ il Padova fa di nuovo pari: ancora corner, ancora dalla sinistra, Schiavi nel cuore dell’area é più lesto e più deciso di tutti nel colpire di testa e mettere dentro. I biancorossi sfiorano il 2-3 con Renzetti, Atzori pesca Semioli e Maccarone dalla sua mostruosa panchina, in una Sampdoria che manda in tribuna il capocannoniere dell’ultimo campionato (Piovaccari).
Il pubblico fischia il cambio Bertani-Maccarone, nel finale Pozzi é nervoso e si prende il secondo giallo, finsce qui con il pubblico di casa che mugugna ma la partita é stata bellissima.


SAMPDORIA-PADOVA 2-2

Marcatori: pt 43′ Bertani, st 1′ Milanetto, 7′ Palombo, 22′ Schiavi
Espulso: st 48′ Pozzi
Sampdoria (3-4-1-2): Romero; Volta, Accardi, Costa; Padalino, Palombo, Obiang, Castellini; Koman (st 27′ Semioli); Bertani (st 36′ Maccarone), Pozzi. A disp.: Da Costa, Lazcko, Rispoli, Dessena. All. Atzori
Padova (4-3-2-1): Pelizzoli; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo (st 21′ Cuffa), Italiano, Marcolini; Cutolo, Lazarevic (st 40′ Drame); Ruopolo. A disp.: Perin, Portin, Trevisan, Osuji, Hallenius. All. Dal Canto
Arbitro: Pinzani di Empoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy