La FIGC non riesce ad eleggere un presidente. Sarà commissariamento del CONI

La FIGC non riesce ad eleggere un presidente. Sarà commissariamento del CONI

A Roma / LND e calciatori votano scheda bianca alla quarta votazione

di Redazione Toro News

“Siamo qui in assemblea e dobbiamo uscirne con il nuovo presidente”, aveva detto il presidente del Torino, Urbano Cairo, in mattinata. Ma ora è praticamente ufficiale. Non è stato eletto il nuovo presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio e ci sarà il commissariamento del CONI. E’ l’esito dell’Election Day tenutosi all’Hotel Hilton di Fiumicino. Tutta una giornata non è stata sufficiente: dopo le prime tre votazioni nulle e l’uscita di scena del candidato Damiano Tommasi, che ha chiesto ai delegati dell’AIC di votare scheda bianca senza dare appoggio agli altri due candidati, è saltato all’ultimo il patto tra Sibilia e Gravina. Il presidente della LND aveva offerto sostegno al presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, in cambio di una sfera di influenza importante all’interno della Federazione. Quest’ultimo ha rifiutato la proposta e dunque Sibilia ha chiesto ai delegati di votare scheda bianca. Al quarto scrutinio, quindi, il risultato è stata la mancata elezione di un presidente con il 59.09% di schede bianche. Sono dunque aperte le porte al commissariamento da parte del CONI.

Chiedo scusa agli italiani, ma ho una dignità ed una morale, ho un mio modo di interpretare le regole e non potevo metterlo da parte solo per diventare presidente federale”, sono state le parole di Gravina. “Questa non è una sconfitta del calcio italiano, ma della classe dirigente”. “Avevo offerto il mio appoggio a Gravina per senso di responsabilità nei confronti del calcio italiano”, ha invece affermato Sibilia, “ma lui, solo con una telefonata, ha rifiutato”. Certamente è una pagina non edificante per la storia del calcio italiano, che si ritrova ancora senza una guida a poco più di due mesi di distanza dall’eliminazione dai Mondiali della Nazionale.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 4 mesi fa

    Si vede ora il motivo per il quale il nostro calcio non cresce e non va neppure ai mondiali dopo sessanta anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 mesi fa

      Un campionato vinto sempre dalla stessa squadra a cui arrivano il 70% dei soldi, senza contare gli aiuti vari è appetibile come un “lecca lecca al gusto di me*da”.

      Livello bassissimo, stadi anni 90, merchandising inesistente, campioni pochissmi e tanti bolliti.

      Classe manageriale fallimentare, nazionale inguardabile che non riesce a fare un gol in 180 min alla Svezia il cui valore medio e la serie C.

      E poi vogliono un miliardo di euro l’anno per sto spettacolo?
      Hanno la faccia come il CU*O!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ribaldo - 4 mesi fa

        tutto vero, aggiungo: tifosi così sosì!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13687521 - 4 mesi fa

    Vergognatevi
    E il 4 Marzo anche gli altri del Palazzo devono rimanere a CASA……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. steacs - 4 mesi fa

    Pagliacci!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy