La Serie B cambierà nome (ma non solo…)

La Serie B cambierà nome (ma non solo…)

di Edoardo Blandino

 

La Serie B e la Serie A hanno ormai intrapreso strade diverse. Da qualche tempo si stanno plasmando in due entità completamente differenti. Dopo che è stata approvata la scissione tra le due leghe si è iniziata una rivoluzione per trasformare e rivoluzionare completamente ciò che fino a pochi anni fa era una sola entità. A Milano, presso…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

 

La Serie B e la Serie A hanno ormai intrapreso strade diverse. Da qualche tempo si stanno plasmando in due entità completamente differenti. Dopo che è stata approvata la scissione tra le due leghe si è iniziata una rivoluzione per trasformare e rivoluzionare completamente ciò che fino a pochi anni fa era una sola entità. A Milano, presso la Lega Calcio, nell’Assemblea Straordinaria di Categoria di Serie B tenutasi nella giornata di ieri, sono state prese alcune importanti decisioni. La Serie B non attira tanto quanto si vorrebbe e visto che la scissione ha portato anche gravi difficoltà economiche si sta cercando un modo per rilanciare il marchio. In passato era sorta l’ipotesi di cambiare il nome da “Serie B” a “Lega Pro”, idea prima accantonata e poi dirottata sulla ex Serie C a causa di problemi legati alla campagna pubblicitaria della TIM, principale sponsor. Ma la voglia di distinguersi dai fratelli maggiori della Serie A e di creare un proprio stile persiste. Ieri, infatti, si è discusso a lungo e alla fine è stato approvato il cambio di nome. La Serie B non si chiamerà più così, diventerà un Brand a sé stante con un logo tutto nuovo. Non si è ancora discusso su quale sarà il nuovo nome e neppure su come potrebbe essere il simbolo, ma aver deciso di cambiare è già un primo, grande passe in avanti. In realtà non si è discusso solo di quello. I punti all’Ordine del Giorno erano nove, tra cui anche l’assegnazione dei diritti audiovisivi per il 2010-2012. Poi, si sono toccati anche due argomenti piuttosto imminenti: le Olimpiadi di Vancouver e la Tessera del Tifoso. Nel primo caso si è deciso di accogliere le richieste di Sky di disputare la quarta, quinta e sesta giornata di ritorno in orari differenti (H. 14 e H 16.15) per non accavallarsi con gli eventi a cinque cerchi, mentre, per quanto riguarda la Tessera, sembra esserci l’intenzione di seguire le orme della Serie A. La Lega ha inoltre deliberato l’aumento dei pacchetti satellitari per tutelarsi dopo l’esposto di Conto Tv.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy