Lotta all’Europa, calendari a confronto: Milan e Roma favorite, Atalanta e Lazio a rischio

Lotta all’Europa, calendari a confronto: Milan e Roma favorite, Atalanta e Lazio a rischio

Il calendario / 15 punti a disposizione, 6 squadre per 4 posti: chi arriverà in Champions ed Europa League? Calendari a confronto

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

LA CORSA

pannello corsa europa

6 squadre, 4 slot da assegnare per un posto nelle prossime coppe europee (uno in Champions e tre in Europa League, Coppa Italia permettendo), 15 punti a disposizione nelle ultime 5 giornate. La corsa per l’Europa entra nel vivo, con 6 squadre raccolte in 8 punti. Dal Milan alla Sampdoria, passando per Atalanta, Roma, Lazio e Torino. Chi ha più chance di approdare in Europa? Chi invece resterà fuori? Per capirne di più andiamo ad analizzare il calendario completo delle sei squadre in questione.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 4 settimane fa

    Non lo so, ma credo che Atalanta, milan e Roma sia in grado di mettere insieme una decina di punti in 5 partite, visti i loro calendari. Mi sembra difficile pensare che il Toro riesca a fare 4 vittorie e un pareggio, ovvero i punti per arrivare a 66 e forse riuscire ad ambire al quarto posto. Molto più verosimile un testa a testa con la Lazio per l ultima piazza disponibile, con tanto di spareggio all ultima giornata di campionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13967438 - 4 settimane fa

    La domanda retorica del titolo è incompleta e fuorviante…
    Quella giusta è: chi arriverà in Champions vincerà la Coppa Italia?
    Perché visto che a chiunque interessa tenersi stretto solo il settimo posto (quarto, quinto e sesto si vede palesemente che fanno ischifo per pregiudizi e preconcetti tipo quelli di omofobia becera o razzismo supino), questo posto è buono solo con l’abbinata 4º-CI.
    Io invece credo che il 5º o nel 6º sono alla nostra portata e nelle nostre possibilità… per il 4º servono invece combinazioni di risultati troppo bizzarre con “solo” 3 vittorie su 5 partite e comunque sempre combinazioni improbabili con 4 su 5 (succedesse un impossibile filotto da 5 su 5, invece sarebbe roba nostra… lasciamo i sogni utopici a casa loro, va).
    Ma con 3 su 5 in EL ci si va dalla porta di ingresso, non dal buco del ratto chiamato settimo posto, che nasconde peraltro una trappola…

    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pinco pallino - 4 settimane fa

    C’ho piacere che vinca il TORO,altro che seghe dé

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 4 settimane fa

    Certo che puoi. Ma non sei il solo che lo dice. Lo diciamo praticamente tutti. Ma ciò non toglie che ognuno ha il suo compito. Il presidente mette risorse a disposizione. L allenatore chiede profili tecnici in base al suo credo calcistico e il Ds con il portafogli che ha cerca di accontentarlo. Più si soddisfa l allenatore e più si ottengono risultati. Questa squadra é monca…. Si é inseguito tutto il mercato estivo 2 profili. Esterno e mezzala offensiva. Gli ultimi giorni di mercato hanno preso ola aina che giocava a 4 come terzino e soriano. Poi hanno preso Zaza. Sono fatti. Cosa doveva fare Mazzarri? Andare in sala stampa e dire non era quello che volevo? Non funziona così. Ma molti segnali e mezze frasi le ha spesso dette.io prediligo gli italiani o chi comunque conosce il campionato disse a fine stagione scorsa…. Su zaza rispose che il toro aveva fatto tutta la preparazione su un altro concetto di calcio per esempio e che non era immediato l inserimento. Soriano che arrivava in ritardo di condizione lo ha fatto giocare un po’ all inizio ma poi lo ha messo fuori senza attenuanti. Su aina quando vedeva che non prendevano nessun esterno ha fatto il suo nome prendendolo come scommessa. Baselli lo ha segato 1 mese fa dicendo:speravo potesse essere il nostro hamsik cioé detto brutalmente non riesce a fare le 2 fasi bene. Su Berenguer e parigini disse che si poteva provare IN MANCANZA DI Alternative a tenerli perché FORSE avrebbero potuto provare a fare gli esterni a centrocampo(Per chi un po’ di calcio lo mastica sa che per giocare 3-4-2-1 o 3-5-2 (che bene o male é uguale a seconda di che fase di gioco guardi) servono 2 esterni forti abili nelle 2 fasi e noi ne abbiamo 1 su 4 cioé ansaldi e una mezzala da 6 /7 gol più assist e noi non l abbiamo. Infatti a gennaio che nomi giravano? Profili che avevano queste caratteristiche. Poi non é arrivato nessuno. I motivi non li conosco. Ma non é certo la rosa corta(che poi corta non é visto che abbiamo 21 giocatori per fare 18 gare di campionato visto che eravamo fuori dalla coppa)che penalizza. È la rosa mal assortita in ruoli chiave che non va. Per fare un progetto ci vuole tempo sopratutto quando cambi impostazione di gioco come avvenuto da noi. Non siamo al fantacalcio o alla playstation che basta comprare per essere competitivi. Bisogna amalgamare e ci vanno almeno 2 anni.il toro di Mazzarri lo vedremo il prossimo anno con 2 o 3 innesti. Finito il prossimo anno tireremo le somme. Prima sono solo congetture di chi pensa che per giocare a calcio basti tirare 2 calci ad un pallone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 4 settimane fa

      Se Baselli avesse la garra di Rincon sarebbe perfetto perchè in effetti avrebbe entrambe le fasi dal punto di vista tecnico…quanto al resto condivido su tutta la linea…certamente il prossimo anno, europa o non europa quest’anno, si potrà tirare un bilancio vero della gestione Mazzarri ..e sinceramente se non si giocherà “meglio”, credo che Cairo la finirà lì….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. r.ponzon_13686323 - 4 settimane fa

    A Davide e a tutti i criticoni chiedo: ma l’avete mai vista la gobba giocare ???
    E’ da 8 anni che vine il campionato ma credo che giochi bene al max 2/3 partire l’anno; e illustri opinionisti passano il tempo a ricordare che la squadra forte è quella che riesce a vincere anche giocando male…
    Insomma… tutti noi sogniamo un altro Toro ’76 o un altro Toro ’92, ma dopo anni bui e durissimi direi che dovremmo quantomeno essere felici di – e tenerci stretto stretto – questo toro.
    Se mai dovessimo andare in Europa la squadra verrà inevitabilmente ancora rafforzata, quindi tutti a remare dalla stessa parte ora, capito Davide & C ????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. èunafede - 4 settimane fa

      Parole sante. Nessuno di noi probabilmente è entusiasta del gioco espresso in diverse partite o di alcune strategie di mercato “non chiarissime”, ma dopo anni di … nulla ora si vede qualcosa, e di questo io gioisco. Ho cominciato ad andare allo stadio nel 1975 e quindi ho vissuto 44 anni sull’otto volante, ma un otto volante un pò strano, uno di quelli con poche vette e molti discese. Quindi ogni vetta me la tengo stretta perchè è sudata come poche altre cose. E mi da terribilmente fastidio quando una critica – assolutamente legittima – sconfina nell’insulto gratuito a chi nel bene o nel male sta facendo intravedere qualcosa (e vai con tdg, nano, cairese, ecc.) e soprattutto e a chi – molto più grave questo – non si allinea a tale nomenclatura (servi del padrone, schiavi della cairese, ecc.). Fino ad arrivare al paradosso di non gioire per una vittoria. Io anche impegnandomi non riesco a non godere quando il Toro vince. Poi parliamo dei limiti ma non posso non gioire del fatto che la stagione non è ancora finita (per qualcuno doveva essere finita a gennaio…). Comunque vada, e non sono pragmaticamente così ottimista per l’Europa, sempre Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. abatta68 - 4 settimane fa

    Ce la giocheremo fino all ultima giornata con la Lazio per il settimo posto, la Samp invece credo sia fuori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 4 settimane fa

    Davide sei un continuo controsenso nei tuoi ragionamenti. Non capisco come fai a non accorgerti della cosa. parli di necessità di ottenere risultati che Mazzarri a parere tuo non da e poi massacri mezza rosa definandola mediocre. Allenatori che fanno assist gol e giocate importanti io non ne ho mai visti. Ieri sera ho visto la partita fra Napoli e Atalanta. Chissà come mai il gioco spumeggiante di gasperini(allenatore che mi piace molto e che avrei preso al posto di Mazzarri facendo finire la stagione a sinisa) ha una valenza con ilicic e un altra senza…. Senza lo sloveno nelle 8 o 9 gare in cui è mancato o partiva dalla panchina hanno ottenuto scarsi risultati. Non é che forse servono i giocatori? Se hai un giocatore da fase offensiva che fa spesso e volentieri la scelta sbagliata pensi che si possano vincere le partite?tu massacri quotidianamente Nell ordine Mazzarri Cairo petrachi e il 50% della squadra. Ma pretendi di andare a giocare in Europa con il mister che dovrebbe trascinare dei giocatori che soli contro il portiere non riescono a segnare? E dopo 20 minuti da subentrante come parigini boccheggiano in campo senza fiato nonostante abbiano giocato si e no 900 minuti in un campionato intero? Allora… Fai chiarezza con te stesso perché criticare é cosa sacrosanta doverosa e utile. Ma fare tabula rasa di un intera programmazione sportiva di un club che é cmq in corsa per l Europa a 5 dalla fine con 3 in casa non ti fa onore. Sembra solo la crisi isterica di chi ha sempre da lamentarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 4 settimane fa

      Scusa la domanda: chi pianifica la stagione con i giocatori da acquistare…????

      Chi allena la squadra sulla base delle proprie capacità…???

      Chi ha voluto la panchina corta a Gennaio…??

      Lo scorzo anno Mazzarri è arrivato con ben 6 mesi di anticipo e aveva tutto il tempo per progettare e pianificare a dovere una nuova stagione e gli obiettivi, nonchè i giocatori.

      Se i giocatori acquistati da Petrachi non gli stavano bene, aveva solo da farlo presente ma, da buon aziendalista, non si è permesso, anche perchè, progetti e obiettivi raggiunti o meno, lui i 2 milioni netti se li mette in saccoccia ugualmente.

      Posso almeno dire che, in questa stagione, a parte il livellamento tecnico di gran parte delle squadre italiane, la squadra ha giocato con una incostanza notevole, alternando alcune prestazioni veramente importanti (poche) ad altre veramente disarmanti (troppe)…????

      Posso…???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 4 settimane fa

        Puoi ma sbagli !
        Se c’è una cosa che il Tor ha avuto in questa stagione è la costanza: una sola sconfitta in trasferta, quasi mai abbiamo subito l’avversario e quasi mai (purtroppo) abbiamo dato spettacolo.
        Ma la forza del Toro è proprio la costanza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. avvopal_14171626 - 4 settimane fa

    Parlare di Ajax mi sembra fuori luogo….si tratta di una squadra arrivata in semifinale di CL non certo per caso…e cmq non basta voler vincere per vincere….anche l’Atalanta ieri sera è andata ad un 1 cm. dal 2-1, e poi ha vinto…noi abbiamo buttato via alcune partite ma come tutti….pensiamo alla Lazio che ha perso con una squadra retrocessa…noi siamo lì perchè valiamo quei punti lì…ora ci vuole un’impennata vera e anche una discreta dose di culo…sia chiaro che io parlo di 5/6 posto…..il 4^ non mi azzardo nemmeno a nominarlo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mozzo - 4 settimane fa

    Ti rispondo qua DavideGobbo ratto esaurito così lo vedono tutti: fai veramente piangere.
    O hai Seri problemi mentali con un cervello di un bambino di 2 anni o sei uno Sfigato con la s maiuscola che passa le sue giornate così.
    Hai rotto i coglioni a tutti non l’hai ancora capito?
    Vattene gobbo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 4 settimane fa

      Lo vedi, Leo…???

      Come volevsi dimostrare.

      Costui passa il suo tempo ad insultare chi non la pensa coe lui e chi va contro dirigenza e allenatore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. wendok - 4 settimane fa

    Ajax e atalanta insegnano, oltre centinaia di altri esempi : chi ha le GIUSTE motivazioni, Chi DEVE vincere, chi ci mette l ANIMA in campo, V I N C E. poi ci possono essere i casi di 5 pali e traverse in una partita, una svista arbitrale, un paio di sostituzioni forzate. MA tutto questo NON può prescindere dalla valutazione che con prestazioni come Genoa, Cagliari, Bologna, fiorentina etc…. nn si va da nessuna parte e non ci sono scuse che possano tenere. fare DUE tiri nello specchio della porta in tutta la partita come contro il Genoa e portare a casa i tre punti, sono un miracolo. oltre quelli fatti da sirigu. se i giocatori pensano di essere “arrivati”, meglio stiano a casa a vederla in TV. gente motivata, concentrata, incazzata, carica, determinata. questo occorre. ripeto, Ajax e atalanta docet

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 4 settimane fa

      Non dirlo troppo forte, wendok.

      Qui ci sono una marea di accontentisti frustrati e perdenti che si esaltano e godono per una partita vinta con un colpo di culo e che, ogni settimana, fanno statistiche, proiezioni, tabelle e quant’altro.

      Inotre rischi uno dei loro classici insulti, quali “gobbo”, “zebrato”, “non capisciu n cazzo di calcio” “cambia squadra”, “torna nelle fogne”, ecc. ecc.

      Per costoro il mandrogno e i suoi tirapiedi, a cominciare dal catenacciaro livornese, detentore del nulla calcistico, sono il massimo della vita…!!!!

      E se gli parli dell’Atalanta, dell’Ajax di grinta, motivazione, cattiveria e concentrazione e dei Giovani del Vivaio i quali, puntualmente, vengono considerati dei brocchi e fatti marcire in panchina per far posto a dei bidoni come Zaza, Berenguer, Meitè, Aina, ecc., allora vanno fuori di testa e ti rispondono che la squadra è tutt’altro che molle, bensì che è “tosta” grazie al catenacciaro di Livorno e al suo “gioco spumeggiante”…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 4 settimane fa

        Davide, il problema sta anche nel come si pongono le questioni. La critica fatta da wendok muove dalle stesse questioni che anche tu poni. E forse sono le stesse che molti di noi “accontentisti” fanno. Perchè tutti vorremmo una squadra che propone un buon calcio e anche vincente. Ma un conto è criticare sperando che le cose possano andare meglio mantenendo però una folle accettazione di quanto comunque ci sta capitando, altro è sputare fango ed insulti senza alcun costrutto. Questo, lasciamelo dire, è molto distante dall’essere un tifoso. Puoi avere ragione ma passi per non averla. Immagino e spero per te tu sia tifoso come tutti noi, quindi cerca di darla vinta anche alla tua parte meno razionale e gioisci un pò. Per le analisi c’è tempo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. DavideGranata - 4 settimane fa

          Caro Leo, ho visto gente insultata per ancor meno.

          Il probelam è unico e univoco: quando scrivi, pacatamente e seriamente, un tuo punto di vista o una tua analisi che va contro all’attuale dirigenza ed allenatore, vieni subito coperto di insulti ed improperi.

          Dunque rispondi per le rime, visto che non è possibile essere sempre insultati se non si condivide la linea della dirigenza e dell’allenatore.

          Come vedi, ti ho risposto in modo pacat e cortese, poichè la tua critica nei miei confronti è stata onesta, sincera, senza giri di parole ma soprattutto senza insulti.

          Abbi pazienza, ma non riesco a gioire quando una partita viene vinta per pura fortuna e grazie alle Prodezze del nostro Grande Salvatore, miglior portiere italiano.

          Nè posso gioire quando vedo delle prestazioni come quelle contro il Parma, il Bologna, il Cagliari, la Fiorentina e sento l’allenatore, nel post partita, che se la prende con il vento, con il sole, con il terreno, con i singoli, scaricando sempre e comunque le sue responsabilità, anche perchè, alla fine della fiera, è lui che prepara la partita, modulo e schemi e manda in campo i giocatori.

          O sbaglio…???

          P.S.: per non parlare del Filadlfia sempre e comunque chiuso non perchè ci siano chissà quali “segreti” da custodire, smplicemente perche questo allenatore ha paura del faccia a faccia, del confronto con i Tifosi quando fa delle figure di palta sia in campo che fuori. La sceneggiata contro il Cagliari, poi, anche se aveva ttte le sacrosante ragioni per essere incazzato nero, poteva evitarsela e manifestare in modo diverso e più utile alla società il suo disappunto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. LeoJunior - 4 settimane fa

            Gli insulti non vanno mai bene e non aiutano a ragionare. Quindi sbaglia chi ti insulta. Nessuno è contento di vincere senza giocare bene. Ma, scusa la banalità, può essere meglio che perdere giocando bene. Che dici? E quindi, un pò ci si può accontentare. Anche se non rassegnare e quindi va bene stare sotto a società, giocatori e mister.
            Una piccola domanda provocatoria: non so quanti anni tu abbia ma se mai c’eri nell’82 … hai gioito per la nazionale? ti assicuro che non era un calcio spumeggiante e avrebbe meritato il Brasile 100 volte. E forse anche nel 2006 non eravamo i più belli.

            Mi piace Non mi piace
          2. DavideGranata - 4 settimane fa

            Tutto giusto ciò che hai sottolineato, ma per me, francamente, questo “presidente” ne ha fatte troppe “sporche”, alle spalle dei tifosi e solo per il suo tornaconto imprenditoriale personale. E non mi si dica che non ha i quattrini per faci fare il salto di qualità perchè, dopo essere diventanto il proprietario del più grande gruppo editoriale italiano, di quattrini ne ha a palate. Inoltre detesto queto allenatore perchè, oltre ad essere un rufiano, come ti dicevo nel messaggio precedente, non si è mai preso le responsabilità dei suoi molteplici errori, scaricando sempre su altro e altri le sue mancanze. Per non parlare dei continui piangistei (che non cambiano assolutamente le cose nè danno punti in più in classifica, ma che ti fanno solo odiare di più dai cosiddetti “poteri forti”) e delle vergognose sceneggiate pubbliche, ultima delle quali quella in campo con il Cagliari, veramente spregevole e ridicola. Se poi ci fermiamo a “basta vincere, anche di fortuna, e chi se ne frega del gioco, tanto contano i tre punti” non mi trovi d’accordo con te. Bisogna sempre “vincere e convincere” comunque.

            C’ero eccome nell’82 e ho gioito perche quella Nazionale, a partire dalla partita contro l’Argentina, ci ha messo grinta, cuore, cattiveria, concentrazione e voglia. Prerogative che ben conosciamo e che il “nostro” Granata Bearzot ha inculcato nella mente e nelle gambe di quei Ragazzi di allora.

            Nel 2006 non ho gioito affatto, perche facevano pietà, e si vedeva, visto che era un gobbo che li allenava ma, si sa, la vittoria di un mondiale cancella anche le nefandezze e le prestazioni ridicole di quella nazionale.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy