Lys Gomis si conferma: è uno dei migliori in Serie B. Suciu e Chiosa sempre titolari

Lys Gomis si conferma: è uno dei migliori in Serie B. Suciu e Chiosa sempre titolari

Italia Granata / Gran prova del portiere senegalese in Perugia – Trapani. Suciu e Chiosa sempre titolari

 

Torna Italia Granata, con la consueta carrellata sul week-e di dei calciatori di proprietà del Torino. Il protagonista è Lys Gomis, che para tutto in Perugia – Trapani. Sempre titolari Suciu e Chiosa, anche se non protagonisti di grandi prove: sono due tra i candidati per tornare al Torino in ottemperanza della Riforma Tavecchio. Un’altra panchina per Alfred Gomis, mentre in Argentina continua a sorridere Marcelo Larrondo.
Manca all’appello ovviamente Simone Verdi, che il Torino potrà osservare mercoledì, quando fronteggerà l’Empoli.

SERIE B

PARIGINI (Perugia), LYS GOMIS, ARAMU (Trapani) – Il Perugia batte 1-0 il Trapani grazie a un rigore di Falcinelli e resta in piena corsa play-off. Gioca i venti minuti finali Vittorio Parigini, che cerca di mettersi in mostra con qualche giocata personale. A volte gli riescono e a volte no, ma tutto sommato riesce a dare qualità all’attacco del Perugia (Voto: 6). Nel Trapani gioca una gran partita Lys Gomis, che compie tanti begli interventi, in particolare uno su Lanzafame. Viene battuto solo da un calcio di rigore; si conferma uno dei portieri migliori della cadetteria (Voto: 7). Spezzone finale anche per Mattia Aramu, contro il suo ex compagno di squadra Parigini, senza però riuscire a cambiare la partita come era nelle speranze di Cosmi (Voto: 5.5)

SUCIU (Crotone) – Al termine di una partita vibrante il Crotone finisce per perdere 3-2 in casa della Pro Vercelli. Titolare Sergiu Suciu, che offre una prestazione leggermente al di sotto delle ultime: sta più in ombra del solito e si inserisce poco. Il minutaggio della seconda parte di stagione resta comunque più che soddisfacente (Voto: 5,5)

STEVANOVIC (Spezia) – Lo Spezia trionfa in casa col Brescia (4-1). Come nella scorsa settimana contro il Cittadella, gioca l’ultimo quarto d’ora Alen Stevanovic. Allora era riuscito a fornire un assistere vincente, stavolta invece non riesce a mettersi in mostra (Voto: ng)

ALFRED GOMIS, CHIOSA (Avellino) – Scatto play-off dell’Avellino che supera il Pescara per 3-2. Rastrelli conferma le tendenze delle ultime partite lasciando in panchina Alfred Gomis in favore di Frattali. Altri novanta minuti per Marco Chiosa, da un anno titolare in una squadra che lotta per la promozione. Contro il Pescara soffre Pettinari, che gli va via in occasione del primo gol, ma cresce nella ripresa non commettendo distrazioni (Voto: 5,5)

SCAGLIA, BARRECA (Cittadella) – Perde il Cittadella, in casa del Bari (1-0): Lega Pro sempre più vicina per Foscarini, che dista tre punti dalla zona play-out a tre giornate dal termine. Ancora acciaccato purtroppo Pippo Scaglia, costretto a star fuori; novanta minuti invece per Barreca, che a sinistra parte benissimo attaccando parecchio ma è poi costretto dalla partita ad arretrare il suo raggio di azione. (Voto: 6)

LEGA PRO

DIOP (Matera) – Niente titolarità per Abou Diop nella gara che il Matera vince contro il Melfi (1-0), arrampicandosi in terza posizione nel Girone C. Il senegalese entra solo al 39′ della ripresa è stavolta non riesce a trovare il gol in zona Cesarini (voto: ng)

SPEROTTO (Cosenza) – Il Cosenza perde in casa col Benevento (0-1). Ancora fuori purtroppo Nicolò Sperotto, che negli ultimi mesi è stato afflitto dalla pubalgia. A giugno Torino e Carpi dovranno ridiscuterne il futuro.

IENTILE (Sudtirol) – Niente da fare per il centrale classe 1995, che dopo qualche presenza ad iniz anno non ha più visto il campo, nemmeno col nuovo tecnico Stroppa. Il Sudtirol, per la cronaca, perde in casa con la Giana Erminio (0-2).

PARODI (Ancona) – Si prende una pausa per noie muscolari Luca Parodi (sempre titolare nell’Ancona di Cornacchini) ma proprio nel match più sentito dai suoi tifosi: il derby regionale con l’Ascoli, che termina 2-1 per i bianconeri, in cui ha giocato novanta minuti di buona fattura Davide Cinaglia.

GYASI (Mantova) – Il Mantova ha raggiunto la salvezza, e allora Juric concede minutaggio a chi ha giocato meno sul campo dell’Albinoleffe (i virgiliani perdono per 2-1). Titolare quindi Ima Gyasi, che gioca insieme all’ex Juve Boniperti e all’ex Genoa Said. Al 12′ avrebbe una palla buona in area ma conclude debolmente; poi fornisce due buoni assist, prima a Gonzi e poi a Said, che però si fanno parare le conclusioni. Esce intorno al quarto d’ora della ripresa dopo una discreta prestazione (Voto: 6)

PRIMAVERA / BERRETTI

COMENTALE (Monza) – Si mette a disposizione della Berretti con umiltà Alessandro Comentale che gioca novanta minuti nella partita che il Monza vince col Como per 3-0. L’ex regista tascabile della Primavera gioca bene da attaccante, pur non trovando la rete. È chiaro però che non era questo che sognava il classe 1995: a giugno, insieme al Torino dovrà per forza di cose ridiscutere il proprio futuro. (Voto: 6)

TAHIRAJ (Carpi) – Gioca titolare Tahiraj, colonna del Carpi di Bortolas, nella gara che i biancorossi vincono col Bologna 3-1. Non segna ma gioca novanta minuti di discreta fattura ritagliando si uno spazio da protagonista nella categoria. È un classe 1996 e ben difficilmente tornerà al Torino che comunque detiene ancora il cartellino (Voto: 6)

CARONTE (Udinese) – Vince l’Udinese di Mattiussi a Zingonia con l’Atalanta (0-1, rete di Prtajin) e lotta strenuamente per i play-off a due giornate dalla fine. Titolatissimi Federico Caronte: terzino destro classe 1997 cresciuto in granata che potrebbe tranquillamente fare al caso del Toro per la Primavera dell’anno prossimo. L’Udinese però ha in mano un accordo per il riscatto del giocatore… (Voto: 6)

MONNI (Pescara) – Perde il Pescara in casa del Chievo (3-0). Non figura neanche in panchina Simone Monni, che comunque ha fatto molto bene da quando, a gennaio, si è trasferito in Abruzo dalla Primavera del Torino.

ESTERO

LARRONDO (Tigre) – Vince e convince il Tigre: 2-0 alla Nueva Chicago, doppietta de “El Chino” Carlos Luna, il compagno d’attacco di Larrondo, che non segna ma lavora per la squadra per novanta minuti intensi e combattuti. Al Tigre sembra aver trovato la dimensione giusta (Voto; 6)

SANCHEZ MINO (Estudiantes) – 0-0 dell’Estudiantes del neo tecnico Gabi Milito in casa dell’Olimpi di Bahia Blanca. Gioca novanta minuti da esterno sinistro del 4-4-2 Juan Sanchez Mino, che però non riesce a rendersi pericoloso, eccezion fatta per un tentativo pericoloso in zona Cesarini sventato dal portiere avversario (Voto: 5,5)

VESOVIC (Rijeka) – In settimana il Rijeka aveva sconfitto per 2-0 lo Spalato, vecchia conoscenza del Toro. Nella squadra allenata da Kek e capitanata dall’ex Juventus Knezevic, Vesovic stavolta non figura mine meno in panchina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy