Pescara, bomba carta nel giardino di Sebastiani. Lui: “Non mi faccio intimidire”

Pescara, bomba carta nel giardino di Sebastiani. Lui: “Non mi faccio intimidire”

Serie A / Il presidente del club appena retrocesso: “Episodio deprecabile ma non mi faccio intimidire”

Altro episodio brutto da segnalare nel nostro campionato e riguarda nuovamente il Pescara che è ormai aritmeticamente retrocesso. I tifosi del club abruzzese hanno chiesto la cessione della squadra a gran voce ma intanto hanno preso di mira l’attuale presidente Daniele Sebastiani con atti vandalici. Dopo le auto bruciate proprio nella settimana che portava alla partita contro il Torino, i supporters biancoazzuri ne hanno combinata un’altra.

Il patron del Delfino ieri sera si è trovato nella sua abitazione una brutta sorpresa: nel giardino è esplosa una bomba carta. Il commento a caldo di Sebastiani all’Ansa è stato: “Non mi faccio intimidire, io vado avanti per la mia strada. L’episodio che è accaduto è deprecabile, sembra si siano dimenticati cosa ho fatto in questi cinque anni per la società. Questa è una società di capitali, non si può andare via dalla sera alla mattina. Ci sono firme da mettere e soldi da tirare fuori. In ogni caso quello che c’è adesso è un sodalizio che sta cercando di lavorare per il meglio del Pescara. “

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy