Quanta carne al fuoco questo weekend

Quanta carne al fuoco questo weekend

Sarà un turno scoppiettante il trentesimo di serie B, con tanti scontri diretti che riguardano da vicino la parte alta della classifica. Su tutti quello che vedrà sfidarsi la capolista Atalanta ed il Novara, nel secondo posticipo di lunedì. Ma già questo pomeriggio saranno molte le partite da seguire con la massima attenzione.

CROTONE-ASCOLI

Calabresi che dopo il ritorno…

Sarà un turno scoppiettante il trentesimo di serie B, con tanti scontri diretti che riguardano da vicino la parte alta della classifica. Su tutti quello che vedrà sfidarsi la capolista Atalanta ed il Novara, nel secondo posticipo di lunedì. Ma già questo pomeriggio saranno molte le partite da seguire con la massima attenzione.

CROTONE-ASCOLI

Calabresi che dopo il ritorno in panchina di Menichini sembrano aver ritrovato la retta via. Quattro punti in due gare testimoniano un cambio di rotta significativo e il match interno contro l’Ascoli rappresenta un importante banco di prova. Gli ospiti, dal canto loro, vogliono essere più forti dei sei punti di penalizzazione fino ad ora inflitti dalla disciplinare e cercano un risultato positivo per provare ad uscire dalle ultime posizioni.

EMPOLI-MODENA

Due sconfitte interne stagionali contro Sassuolo e Portogruaro ma anche due 3-0 dal peso specifico elevatissimo, rifilati ad Atalanta e Siena. Al “Castellani” l’Empoli fa paura e contro il Modena l’occasione di riagguantare la zona playoff è ghiotta. I canarini non vincono, infatti, da oltre un mese e mezzo e dipendono in maniera incredibile dalla coppia Pasquato-Mazzarani. Se loro due non imbroccano la giornata giusta, difficilmente il Modena fa risultato.

FROSINONE-ALBINOLEFFE

Per i ciociari è davvero una delle ultime chiamate. Se non dovessero fare risultato pieno neanche questo pomeriggio, la salvezza si complicherebbe maledettamente. Fino ad oggi la rivoluzione invernale non ha portato i risultati sperati, soprattutto davanti al pubblico di casa. Per quanto riguarda l’Albinoleffe, Mondonico sogna il colpaccio, che allontanerebbe la squadra dalla zona caldissima della classifica.

LIVORNO-VARESE

Novellino cerca il riscatto dopo aver subito nel turno infrasettimanale la prima sconfitta da tecnico del Livorno. Un compito non facile, comunque, perché la formazione labronica si troverà di fronte un Varese forse non più al picco della sua forma ma che è sempre un cliente pericoloso.

PADOVA-SIENA

Calori si gioca tutto in questa partita che mette di fronte il suo Padova al Siena, seconda forza del campionato cadetto. In caso di risultato negativo l’esonero sarebbe davvero dietro l’angolo. Mancheranno da una parte Ronaldo e Renzetti, dall’altra Vitiello (tutti squalificati).

PESCARA-REGGINA

È la partita di punta del palinsesto odierno: quinta e sesta della classifica si sfidano in una gara che si preannuncia caldissima. Il tecnico della Reggina Atzori dovrà fare a meno di Bonazzoli, squalificato, e questa rappresenta una perdita molto importante. Appiedato dal giudice sportivo anche Viola. Gli abruzzesi vorranno approfittare di queste assenze per legittimare la posizione playoff. Se il campionato finisse ora sarebbero ben tre le neopromosse che si giocherebbero la A attraverso gli spareggi post-season. L’unica eccezione sarebbe rappresentata dalla Reggina.

PORTOGRUARO-GROSSETO

Il pareggio conquistato a Novara dimostra che la squadra di Agostinelli è tignosa per tutti. Ancora di più al “Mecchia”, dove il terreno di gioco molto stretto e ben lontano dalle condizioni migliori complica i piani delle squadre che provano a realizzare geometrie. Il Grosseto, però, sta attraversando un buon periodo di forma e dopo il successo nel turno infrasettimanale contro il Padova sogna un altro sgambetto ad una formazione veneta.

SASSUOLO-CITTADELLA

Gli ultimi risultati hanno permesso al Sassuolo di tirare un po’ il fiato, dopo un girone di andata assolutamente al di sotto delle aspettative, e il match contro il Cittadella rappresenta una buona occasione per fare punti. A centrocampo mancherà, però, il perno della squadra. Quel Francesco Magnanelli inseguito vanamente dal Torino nelle ultime due stagioni, che è stato squalificato per due giornate. Il Cittadella ritrova a pieno regime Gabbiadini.

TRIESTINA-PIACENZA

Un solo punto ottenuto nelle ultime tre giornate, per di più al termine di una grande rimonta. La situazione della Triestina si fa sempre più difficile e la partita di quest’oggi contro il Piacenza rappresenta un appuntamento importante. D’obbligo i tre punti se si vuole a continuare a credere nella salvezza. Di fronte ci sarà, però, una squadra che sta facendo molto bene ultimamente: nelle ultime 9 giornate il Piacenza ha conquistato 17 punti, media da promozione non da salvezza.

ATALANTA-NOVARA (lun. ore 21)

Dopo il fondamentale successo ottenuto a Torino, l’Atalanta chiede strada anche al Novara nel posticipo del lunedì, per tentare la fuga e per riscattare la brutta sconfitta subita nella gara di andata al “Piola”. Anche i granata seguiranno con particolare attenzione la sfida, sperando in un X2, sempre per il solito discorso relativo alla disputa dei playoff. Tiribocchi e Marilungo contro Bertani e Gonzalez: spettacolo garantito.

 

(foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy