Rosso, è un bell’esordio da titolare. Bene Aramu, ma si divora un gol

Rosso, è un bell’esordio da titolare. Bene Aramu, ma si divora un gol

Italia Granata / Rosso, Alfred Gomis, Aramu: il Torino ha tre calciatori titolari in Serie B. Altri buoni segnali da Graziano e Gyasi, titolare anche Lescano

Rosso

 

Ecco un’altra puntata di Italia Granata, con la carrellata sul week-end di tutti i calciatori del Torino in prestito. La copertina è per Simone Rosso, autore di un positivo esordio da titolare nel Brescia dopo tanti spezzoni della ripresa. Panchina per Parigini, Aramu è titolare ma si divora una rete, con Alfred Gomis sono tre i granata titolari in Serie B. Gyasi è sfortunato e colpisce un palo. Fissore e Morra devono capitolare all’ultimo minuto in casa del Foggia. Torna titolare anche Facundo Lescano.

Manca all’appello solo Juan Sanchez Mino, per la sosta che ha osservato il suo Estudiantes come tutte le altre squadre del campionato argentino.

SERIE A

LYS GOMIS (Frosinone) – Cade il Frosinone di Stellone a Udine (1-0). In panchina per tutta la gara Lys Gomis, che non riesce a impensierire, al momento, la titolarità di Nicola Leali.

SERIE B

ARAMU (Livorno) – Torna a vincere il Livorno, che al “Picchi” supera il Modena per 2-0. E lo fa con Mattia Aramu titolare nel solito ruolo di esterno destro. Il talento scuola Toro è pericoloso già nel primo tempo, quando sfrutta una sponda di Gianmario Comi, percorre tutta la fascia e crossa al centro, senza però trovare un compagno pronto alla deviazione. Me è nelle fasi finali del match che Aramu si morde le mani, perché a circa dieci minuti dal termine sbaglia un tap-in a porta spalancata in area di rigore mettendo il pallone fuori proprio col sinistro. Si mette insomma in evidenza, si danna per incidere ma gli manca qualcosa nei momenti decisivi (VOTO: 5.5)

PARIGINI ( Perugia) – Una rete di Ardemagni permette al Perugia di fare proprio il derby in trasferta in casa della Ternana (0-1). A sorpresa, Parigini resta in panchina per tutta la durata del match; Bisoli non lo impiega neppure per un minuto, preferendo inserire Lanzafame. Il classe 1996 dimostra comunque di pensare in primis alla squadra con un tweet.

parigini, perugia, twitter

 

ROSSO (Brescia) – Finalmente l’esordio da titolare di Simone Rosso, che dopo tanti spezzoni parte dal 1’ in Brescia-Lanciano al “Rigamonti” come esterno sinistro del 4-2-3-1. La gara del talento di proprietà del Torino parte al 2’ con un tiro in porta di poco fuori, segno di quanta voglia abbia il classe 1995. Che si mantiene su buoni livelli per tutta la partita, muovendosi bene tra le linee, giocando per i compagni e tentando di mettere sempre buona qualità nelle giocate. Esce al 56’ per la solita staffetta con Embalo. Che mister Boscaglia si sia convinto di dargli altre chance dall’inizio? (VOTO: 6.5)

Rosso, brescia, Facebook
L’undici iniziale del Brescia contro il Lanciano: Rosso è il secondo da destra in basso (foto tratta da Facebook)

 

CHIOSA (Avellino) – L’Avellino pareggia 1-1 in casa dello Spezia. I lupi passano in vantaggio al 41’ con Jidayi e allora Tesser inserisce Chiosa all’intervallo per irrobustire la difesa. Il difensore gioca una discreta partita compiendo delle buone chiusure su Calaiò e Catellani, ma rischia la frittata quando al 28’ con un retropassaggio di testa troppo corto va vicino a fornire il più comodo degli assist a Situm: è bravo Frattali a salvare tutto. Alla fine lo Spezia riesce a pareggiare con una rete di Nenè sugli sviluppi di un corner. (VOTO: 5.5)

ALFRED GOMIS (Cesena) – Il Cesena pareggia 1-1 all’Arechi contro la Salernitana. Alfred Gomis gioca un’altra buona partita. Salva tutto su Empereur a fine primo tempo, poi dimostra buona abilità coi piedi venendo chiamato in causa tante volte con retropassaggi. Sulla rete incassata di Bovo è incolpevole: la conclusione è ravvicinata e c’è una deviazione decisiva nel metterlo fuori causa. Gomis però è graziato da Lanzaro, che calcia fuori da ottima posizione. (VOTO: 6)

BARRECA (Cagliari) – Il Cagliari di Rastelli vince in casa col Trapani, ma Antonio Barreca non è della partita, costretto a restare fuori dai convocati per infortunio. Nulla di grave, comunque, e il terzino è già rientrato in gruppo nell’allenamento della domenica. Prova a candidarsi per una maglia da titolare nell’infrasettimanale col Perugia.

LEGA PRO

GRAZIANO (Renate) – Il cambio di allenatore ha fatto bene all’Alessandria visto che da quando Gregucci è subentrato all’ex Toro Scienza ha colto tre vittorie su tre. La serie continua con il 4-1 al Renate di Giovanni Graziano, che è uno dei pochi a salvarsi nella sua squadra. Sempre titolare come esterno destro del centrocampo a quattro, il biondo classe 1995 si mette al servizio dei compagni, corre molto e fornisce qualche pallone interessante alle punte. (VOTO: 6)

PARODI (Ancona) – Ancona super in casa: 10 punti e un gol subito in quattro partite. Arriva un’altra vittoria, il 2-0 sul Savona. Luca Parodi è sempre titolare come terzino destro, ruolo in cui sembra abbia trovato la definitiva dimensione. Un’altra prestazione gagliarda per il classe 1995 di proprietà del Torino, ormai un fedelissimo di mister Cornacchini. (VOTO: 6.5)

GYASI (Carrarese) – Altri buoni segnali da Emmanuel Gyasi, sempre l’attaccante titolare della Carrarese di Remondina che però perde in casa de L’Aquila (2-1). Il ghanese classe 1994 va anche vicino a segnare la sua terza rete stagionale, colpendo un palo nella ripresa. L’appuntamento è solo rimandato. Esce al 19’ della ripresa per Cais (VOTO: 6)

PROIA (Pistoiese) – Il centrocampista classe 1996 Federico Proia è in panchina nel derby toscano tra la sua Pistoiese e il Tuttocuoio (0-0 il risultato finale).

LESCANO (Melfi), DIOP, SUCIU (Lecce) – Al “Valerio” di Melfi vince il Lecce di Braglia (0-1, rete di Lepore). Diop e Suciu, da quando il loro mentore Asta è stato esonerato, fanno fatica a trovare spazio: in Basilicata entra solo l’attaccante senegalese nei minuti finali, e non riesce ad incidere (VOTO: NG). Nel Melfi, invece, torna titolare Facundo Lescano, che gioca novanta minuti. L’argentino non riesce a procurarsi palle gol nitide, non aiutato da una prestazione non brillante della squadra. Il rientro dal 1’ è comunque una buona notizia (VOTO: 5.5)

Lescano Melfi
Facundo Lescano (a destra) con la maglia del Melfi (foto tratta da Twitter)

 

 

MORRA, FISSORE (Fidelis Andria) – L’atteso derby pugliese dello “Zaccheria” vede il Foggia di De Zerbi prevalere sulla Fidelis Andria di Luca D’Angelo con uno gol di Iemmello in zona Cesarini. Titolari ancora una volta sia Matteo Fissore che Claudio Morra. Il difensore mette via un’altra buona prestazione reggendo bene l’urto in uno stadio ostile, per una prima stagione tra i professionisti che si fa sempre più positiva. (VOTO: 6.5). Claudio Morra, frenato ultimamente da qualche acciacco di troppo, gioca anche lui una buona partita, travestendosi a più riprese da uomo-assist e sbagliando poco in avanti. (VOTO: 6.5).

THIAO (Cuneo) – Ok il Cuneo, che vince 3-1 in casa con il Sudtirol. I biancorossi di Iacolino, squadra farcita di ex Toro, provano a risollevarsi dopo un avvio di campionato difficile. Il centrocampista Ousseynou Thiao resta ancora in panchina per tutta la durata del match.

BONIFAZI (Benevento) – Il Benevento dedica la vittoria sul Catanzaro (1-0) alla propria città devastata dall’alluvione. Resta ancora in panchina Kevin Bonifazi, il difensore classe 1996 di proprietà Torino, che deve ancora convincere mister Auteri a concedergli più spazio.

PRIMAVERA

D’ORAZIO (Carpi) – Il Carpi Primavera di Bortolas è impotente in casa della Juventus di Grosso: 4-0 per i bianconeri in quel di Vinovo. Andrea D’Orazio non riesce a dare fastidio alla Juventus nel suo derby personale, ma gioca novanta minuti (VOTO: 6)

SERIE D

Nell’ultimo turno del massimo campionato dilettantistico, hanno giocato titolari l’attaccante Orofino (1997, Pro SettimoEureka), il portiere Bambino (1996, Chieri), il difensore Dalmasso (1996, Pinerolo) e il portiere Cizza (1997, OltrepòVoghera).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy