Serie A 10°giornata: Toro, guardati alle spalle

Serie A 10°giornata: Toro, guardati alle spalle

La decima giornata della Serie A 2013-2014 è il turno infrasettimanale che ha visto ieri il suo prologo con Atalanta – Inter, finita 1-1, e che si completerà con le partite di stasera oltre che con il posticipo di domani che vedrà la capolista Roma impegnata in un turno sulla carta agevole,…

La decima giornata della Serie A 2013-2014 è il turno infrasettimanale che ha visto ieri il suo prologo con Atalanta – Inter, finita 1-1, e che si completerà con le partite di stasera oltre che con il posticipo di domani che vedrà la capolista Roma impegnata in un turno sulla carta agevole, in casa contro il fanalino di coda Chievo, grande occasione per il gruppo di Garcia di entrare definitivamente nella storia qualora conquistasse il decimo successo consecutivo.

L’INTER FRENA ANCORA –  Perde ulteriori punti dal gruppo di testa l’Inter, che per la terza volta in stagione (dopo le trasferte di Cagliari e di quella col Toro) frena fuori casa non riuscendo a tenere il vantaggio a Bergamo. Alla rete di Alvarez risponde quella del Tanque Denis, che si conferma giornata dopo giornata centravanti vero, combattivo e molto prolifico sottorete. Mazzarri sale a 19 punti e Colantuono raggiunge quota 13, attestandosi per ora tre punti davanti al Toro in una zona tranquilla della classifica.

OCCASIONI PER SASSUOLO E GENOA – Volgendo uno sguardo alle squadre situate nelle zone pericolanti della classifica, vediamo che si tratta di un turno sfavorevole per Chievo e Catania, impegnate sui campi di Roma e Juventus: è facile che clivensi ed etnei torneranno a casa a mani vuote. Non altrettanto si può dire per Sassuolo e Genoa. I neroverdi di Di Francesco ricevono in casa l’Udinese, che quest’anno lontano dal Friuli ha raccolto solo sconfitte, mentre Gasperini ha in casa il Parma, che potrebbe avere un calo di tensione dopo la rocambolesca vittoria col Milan. Non sarebbe sorprendente, perciò, vedere emiliani e liguri conquistare punti questa sera. Una Samp in ripresa sogna il colpaccio sul difficile campo di Verona mentre un altro scontro diretto di giornata vedrà impegnate Cagliari e Bologna.

Il Toro non può stare tranquillo, quindi, perché almeno due delle tre squadre a quota 6 punti possono potenzialmente fare punti stasera. Ecco perché a Livorno occorre andare a caccia dei tre punti: per mantenere a distanza di sicurezza la “zona rossa” e per staccare i labronici di Nicola.

Gianluca Sartori
(foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy