Serie A, frenano Bologna e Chievo. Napoli avanti tra i cori della vergogna

Serie A, frenano Bologna e Chievo. Napoli avanti tra i cori della vergogna

Serie A / Il Milan sempre più sesto, prima vittoria stagionale per il Verona

di Redazione Toro News

Archiviato il pareggio contro la Sampdoria, il Torino si proietta già al prossimo turno di Serie A, restando a -11 dal sesto posto e +9 dalla zona retrocessione. Pochi i movimenti di classifica di questa giornata, ma vediamo nel dettaglio.

Infrasettimanale di Serie A che si è aperto martedì sera, con l’anticipo del Mapei Stadium tra Sassuolo e Roma. I giallorossi sono riusciti a fare bottino pieno in Emilia, grazie a Salah ed El Shaarawy, allungando a +8 proprio sui neroverdi e mantenendo il passo delle prime 6 lì davanti, che hanno tutte vinto. Tredicesima vittoria di fila per la Juventus, che vince soffrendo grazie ad un autorete di De Maio il complicato impegno casalingo contro il Genoa. Sofferenza e paura anche per la Fiorentina di Paulo Sousa, che riesce al 94′ a superare 2-1 un ottimo Carpi: il gol decisivo lo segna il neoarrivato Zarate, che colpisce con un preciso destro a giro. Non perde punti per strada neanche l’Inter, che come di consueto vince di misura, ma vince: la rete decisiva è di Mauro Icardi, che sale a quota 9 in classifica marcatori e permette al Torino di staccare di un punto il Chievo, uscito appunto sconfitto da San Siro. Non si ferma neanche l’altra milanese: i rossoneri di Mihajlovic superano 0-2 il Palermo (ancora a +5 dalla zona retrocessione) e si lanciano al sesto posto sempre più solitario. Pareggio anonimo per la classifica tra Empoli ed Udinese, mentre molto importanti in chiave salvezza le vittorie di Frosinone e Verona (primo trionfo stagionale) rispettivamente contro Bologna e Atalanta.

Zarate festeggia il suo primo gol in Serie A con la maglia viola
Zarate festeggia il suo primo gol in Serie A con la maglia viola

Un capitolo a parte lo merita Lazio-Napoli. La partita è terminata con l’ennesima vittoria dei partenopei di Sarri, grazie ai soliti Higuain e Callejon. Il Napoli, dunque, resta a +2 sulla Juventus, in attesa dello scontro diretto in programma tra due giornate. Il match, però, è stato interrotto al 23′ del secondo tempo dall’arbitro Irrati per prolungati “buu” razzisti nei confronti di Koulibaly da parte dei sostenitori biancocelesti. La partita è ripresa dopo 5′ in un’atmosfera inizialmente surreale, e il giudice sportivo ha deciso di punire la società Lazio con 50.000 euro di ammenda e con la chiusura dei settori dell’Olimpico interessati per la prossima gara casalinga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy