Serie A, partito il valzer delle panchine: il Toro, sistemato, osserva

Serie A, partito il valzer delle panchine: il Toro, sistemato, osserva

Gli allenatori / Moltissimi i cambi in vista, soprattutto tra le medio piccole

1 Commento
Mihajlovic

Sarà rivoluzione: questa l’unica certezza che accompagna il futuro delle panchine della Serie A, che a partire dalla prossima stagione dovrà prepararsi a un vero  e proprio uragano. E non è solo il caso del Palermo, che ormai sta diventato un terno al lotto in fatto di guida tecnica (Ballardini sembra indirizzato verso i nastri di partenza, ma il viaggio con Zamparini sarà periglioso): quasi tutte le medio-piccole si preparano ad affrontare un nuovo corso, anche quelle (poche) con alle spalle un serio progetto. Viene subito in mente il nome del Torino, che sta aspettando solo l’ufficialità della nomina di Ventura a ct della Nazionale per poter annunciare l’arrivo di Mihajlovic. Tra gli altri allenatori più di lunga data, il futuro di Gasperini con il Genoa è in bilico, con Preziosi che potrebbe decidere di puntare su Juric, guida del Crotone dei miracoli, il quale potrebbe provare a strappare la prima, storica salvezza con De Zerbi, attuale allenatore del Foggia.

Genoa CFC v Empoli FC - Serie A
Gian Piero Gasperini

Parlando di neo promosse, in attesa di conoscere la terza – che uscirà dai playoff – il Cagliari potrebbe continuare, tra molti dubbi, con Rastelli – situazione simile a quella del Chievo, che con Maran deve ancora definire i piani futuri, e a quella di Montella con la Sampdoria, dopo che la candidatura alla Nazionale dell’ex Areoplanino si è affievolita. Un altro allenatore uscente in bilico è Donadoni a Bologna, anche se al momento mancano alternative di sostanza. Cosa che non accade, invece, alla Fiorentina, dove il rapporto con Sousa continua a strappi e la dirigenza valuta Garcia e Giampaolo, profili che non dispiacciono nemmeno ad un Milan in crisi e con la necessità di ripartire di nuovo, dopo l’infelice parentesi Brocchi. Un’altra piazza assai incerta sul proprio futuro è quella dell’Atalanta, sospesa tra il sogno Prandelli, l’usato sicuro Reja e altre idee.

Ventura-Reja
Edi Reja

In vista della stagione nuova, tra le certezze l’unica novità ufficiale è quella di Iachini all’Udinese, mentre verranno confermati Allegri alla Juventus, Sarri al Napoli, Spalletti alla Roma, e verosimilmente Mancini all’Inter e Di Francesco al Sassuolo. Tra le quasi-ufficiali novità, invece, oltre a Mihajlovic, si attendono le firme per la promozione di Martusciello da vice a capo allenatore ad Empoli.

DI SEGUITO IL PROSPETTO DELLE PANCHINE DI SERIE A 2016-2017

ATALANTA Prandelli 55%, Maran 20%, Gasperini 10%, Reja (uscente) 10%, altri 5%

BOLOGNA Donadoni (uscente) 80%, altri 20%

CAGLIARI Rastelli (uscente) 85%, altri 15%

CHIEVO Maran (uscente) 60%, altri 40%

CROTONE De Zerbi 50%, Juric (uscente) 20%, altri 30%

EMPOLI Martusciello 99%, altri 1%

FIORENTINA Sousa (uscente) 55%, Giampaolo 15%, Garcia 10% altri 20%

GENOA Juric 60%, Gasperini (uscente) 30%, altri 10%

INTER Mancini (uscente) 95%, altri 5%

JUVENTUS Allegri (uscente) 100%

LAZIO Inzaghi (uscente) 90%, Sampaoli 7%, Prandelli 3%

MILAN Giampaolo 50%, Garcia 30%, Brocchi (uscente) 10%, altri 10%

NAPOLI Sarri (uscente) 100%

PALERMO Ballardini (uscente) 60%, altri 40%

ROMA Spalletti (uscente) 100%

SAMPDORIA Montella (uscente) 70%, altri 30%

SASSUOLO Di Francesco (uscente) 95%, altri 5%

TORINO Mihajlovic 99%, Ventura (uscente) 1%

UDINESE Iachini 100%

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. aterreno - 10 mesi fa

    ma quanto e’ fatta per Miha? Sembra che solo i giornali e i siti la diano per fatta, situazione strana

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy