Serie A, sabato tutti in campo

Serie A, sabato tutti in campo

Sabato prepasquale all’insegna della Serie A con tutte le squadre impegnate in campo. Big match della trentesima giornata sarà il confronto a San Siro tra Inter e Juve. A chiudere il sabato calcistico, la sfida tra Torino e Napoli.
 
Alle…
Sabato prepasquale all’insegna della Serie A con tutte le squadre impegnate in campo. Big match della trentesima giornata sarà il confronto a San Siro tra Inter e Juve. A chiudere il sabato calcistico, la sfida tra Torino e Napoli.
 
Alle 15.00
Atalanta – Sampdoria – Dopo la sconfitta all’ultimo respiro contro il Napoli, i bergamaschi vorranno rifarsi e i blucerchiati potrebbero essere le prossime vittime. Su sponda genovese, lunga pausa per la squadra che avrà sicuramente ricaricato le pile, non avendo disputato l’ultima partita contro l’Inter, rinviata al 3 aprile.
 
Cagliari – Fiorentina – Ancora Is Arenas senza pubblico. Tra rossoblu e viola si giocherà a porte chiuse come già accaduto contro il Toro. In Sardegna, sarà soprattutto la squadra di Montella a dover premere sull’acceleratore per non perdere di vista l’obiettivo Europa.
 
Genoa – Siena – Sfida chiave per la salvezza. Tra le due solo un punto di distanza e con i toscani in grande spolvero nelle ultime giornate. La squadra di Ballardini è più attrezzata ma fare un pronostico è dura. Certo la scalata del Siena ha quasi del miracoloso e i giocatori non vorranno fermarsi a un passo dal possibile sorpasso (lascerebbero così il terz’ultimo posto) ma il Genoa ha dalla sua il fattore campo. Partita aperta a ogni risultato, dunque.
 
Lazio – Catania – Battuto a Torino dalla squadra granata, l’undici di Petkovic vorrà rialzarsi contro il Catania dei miracoli. Se non vuole perdere il treno Champions, la Lazio ha un unico risultato a disposizione, contando che il girone di ritorno è stato quasi disastroso. Siciliani ancora vicini all’Europa ma la favola
 
Palermo – Roma – Se il Siena ha trovato la forza di reagire, i rosanero sono in balia degli eventi e fare punti contro la Roma di Totti sembra impresa difficile. Il Pupone si presenta al Barbera festeggiando la ventesima candelina in A: una carriera da applausi per il capitano giallorosso che dopo vent’anni nella massima serie continua a stupire e sembra avere ancora tanta benzina.
 
Parma – Pescara – Gli abruzzesi vogliono finire con dignità questa stagione. La matematica non li condanna ancora ma come per il Palermo, servirebbe un miracolo. Dal canto loro, i crociati hanno il fattore campo dalla propria e poche pressioni riguardo al risultato.
 
Udinese – Bologna – Augurarsi lo spettacolo nel calcio è d’obbligo ma la partita di Udine, dal punto di vista della classifica, non ha molto da dire. Forse il bel gioco sarà favorito dalla voglia d riscatto di entrambe le squadre, uscite con le ossa rotte dalle rispettive sfide contro Catania e Juvetus.
 
Ore 18.00
Chievo – Milan – Scoppiata o riscoppiata la Balotellimania, sarà ancora l’attaccante azzurro a timbrare il cartellino alla fine della partita? Numeri alla mano, il rossonero sembra difficilmente arginabile e il Chievo avrà il suo da fare per fermare Balotelli e soci nella loro rincorsa al secondo posto.
 
Ore 20.30
Torino – Napoli – Con Cavani che tarda ad arrivare causa guasti aerei, Mazzarri sta preparando la sfida contro i granata con più di un grattacapo. Da verificare la situazione di Behrami e De Sanctis, il tecnico scioglierà all’ultimo il dubbio in attacco Insigne – Pandev. Il Toro ritrova Diop ma perde per strada Brighi, Bakic e Birsa. A centrocampo Ventura avrà quindi poche opzioni davanti a sé: o Vives-Gazzi o Basha-Gazzi con l’albanese galvanizzato dalle ottime prestazioni con la sua nazionale.
 
Redazione TN
 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy