Serie A: Toro sempre più su. Milan ko, Fiorentina prima con l’Inter

Serie A: Toro sempre più su. Milan ko, Fiorentina prima con l’Inter

Serie A / Le partite di ieri rivoluzionano ancora la classifica: affonda il Milan, la Fiorentina aggancia l’Inter in vetta. Sassuolo e Chievo pareggiano tra di loro e restano in alto

Continua il lungo cammino della Serie A che quest’anno regala ad ogni giornata risultati a sorpresa e grandi emozioni: in attesa che in serata Frosinone-Empoli e Atalanta-Sampdoria completino questa sera il quadro del sesto turno ripercorriamo i match di ieri che hanno visto protagoniste le altre squadre oltre al Torino, attualmente terzo da solo in classifica con ben 8 punti di vantaggio sulla Juventus.

Genoa-Milan 1-0: all’ora di pranzo il Milan cade a Marassi grazie ad una punizione di Dzemaili deviata dalla barriera e confeziona così la terza sconfitta in campionato mancando la possibilità di dimezzare il distacco dalla vetta. L’espulsione di Romagnoli complica ancora di più le cose anche in vista della prossima partita contro il Napoli. Per il Genoa secondo successo in campionato.

Reti: Dzemaili (G) al 10′ p.t.

GENOA (3-4-1-2): Lamanna, De Maio, Burdisso, Marchese (dal 25′ s.t. Ntcham); Figueiras (dall’11’ s.t. Izzo), Rincon, Dzemaili, Laxalt; Perotti; Capel, Pavoletti (dal 40′ s.t. Gakpe). All. Gasperini.

MILAN (4-3-1-2): Lopez; Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; De Jong (dal 47′ p.t. Ely), Montolivo (dal 31′ s.t. Kucka), Bertolacci; Bonaventura (dal 35′ s.t. Bacca); Luiz Adriano, Balotelli. All. Mihajlovic.

NOTE: Espulso Romagnoli. Amm.: Bonaventura, Romagnoli, Calabria, Pavoletti, De Maio, Dzemaili, Bertolacci, Luiz Adriano, Burdisso.

Genoa CFC v AC Milan - Serie A
Balotelli in azione contro il Genoa. Per il Milan terza sconfitta in 6 partite

 

Verona-Lazio 1-2: alza la testa la Lazio che a Verona soffre e resta in svantaggio per oltre un’ora di gioco grazie alla rete Helander, ma che nel finale di partita riesce a ribaltare il risultato con un rigore di Biglia e il gol di Parolo a 4’ dalla fine. Ancor maggior merito va dato ai capitolini di Pioli che si trovavano con la squadra ridotta in 10 dall’espulsione di Mauricio. Veronesi terz’ultimi senza aver ancora mai vinto una partita, biancoazzurri invece al quinto posto in classifica sempre davanti ai cugini giallorossi.

Reti: Helander (V) al 33′ p.t.; Biglia (L) su rigore al 18′, Parolo (L) al 41′ s.t.

VERONA (4-3-3): Rafael; Pisano, Moras, Helander, Souprayen; Greco (dal 16′ s.t. Bianchetti), Viviani, Hallfredsson (dal 32′ s.t. Matuzalem); Sala, J. Gomez (dal 10′ s.t. Wszolek), Jankovic. All. Mandorlini.

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Biglia, Parolo; F. Anderson (dal 37′ s.t. Hoedt), Milinkovic, Kishna (dal 16′ s.t. S. Mauri); Djordjevic (dal 16′ s.t. B. Keita). All. Pioli.

NOTE Espulso Mauricio. Amm.: Hallfredsson, Sala, Parolo, Lulic.

IF
I giocatori della Lazio esultano dopo il gol di Parolo che ha dato loro la vittoria sul campo dell’Hellas Verona

 

Sassuolo-Chievo 1-1: finisce in pareggio la sfida tra le due provinciali d’alta classifica di questo inizio di campionato, il Sassuolo e il Chievo. I neroverdi passano in vantaggio con il solito Defrel al 3’ ma il Chievo agguanta il pari con Pepe: il gol rischia di essere annullato per un tocco di Cacciatore in fuorigioco, ma alla fine gli arbitri giudicano che la sfera fosse già entrata. Annullato invece un gol valido a Defrel, sempre nel primo tempo. La classifica comunque continua a sorridere alle due compagini.

Reti: Defrel al 3′ p.t., Pepe al 24′ p.t.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli, Vrsaljko, Terranova, Cannavaro (1′ st Ariaudo), Peluso, Missiroli, Magnanelli, Duncan, Berardi (37′ st Politano), Defrel, Floro Flores (26′ st Sansone). All.: Di Francesco.

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri, Cacciatore, Dainelli (31′ st Cesar), Gamberini, Gobbi, Hetemaj, Rigoni, Castro (38′ st Pinzi), Pepe (19′ st Birsa), Meggiorini, Paloschi. All.: Maran.

NOTE Amm.: Peluso, Magnanelli, Hetemaj, Berardi per gioco scorretto.

Bologna-Udinese 1-2: torna a vincere l’Udinese in una sfida già dal sapore di scontro salvezza. I friulani di Colantuono che non conquistavano punti dalla prima giornata battono in rimonta il Bologna e allungano in graduatoria, mentre gli emiliani restano piantati in zona retrocessione. Di Badu e Zapata i gol dei bianconeri nella ripresa, che annullano la rete iniziale di Mounier.

Reti: 30′ p.t. Mounier (B), 15’ s.t. Badu (U), 40’ s.t. Zapata (U)

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Ferrari, Oikonomou, Rossettini, Masina; Rizzo (28’ s.t. Taïder), Diawara, Pulgar; Mounier, Destro (28’ s.t. Mancosu), Giaccherini (27′ p.t. Brienza). Allenatore: Rossi

UDINESE (4-3-1-2): Karnezis; Piris, Wagué, Danilo, Ali Adnan (33′ s.t. Pasquale); Badu, Iturra (1′ s.t. Lodi), Edenilson; Marquinho; Zapata, Théréau (14 s.t.’ Di Natale). Allenatore: Colantuono

NOTE Amm.: Mounier, Destro, Adnan, Diawara, Masina, Lodi

Inter-Fiorentina 1-4: la sfida più attesa della giornata era però ovviamente quella di San Siro tra Inter e Fiorentina, la prima contro la seconda. Vince nettamente la Viola che con un Kalinic in stato di grazia (tripletta per lui) annichilisce la capolista e la aggancia in vetta. Giornata da incubo di Handanovic che causa il rigore trasformato da Ilicic dopo tre minuti e commette un errore dietro l’altro. Inter che dal 30’ resta pure in 10 per un rosso diretto a Miranda. Gol della bandiera per i padroni di casa di Icardi.

Reti: Ilicic su rig. al 4’, Kalinic al 18’ e al 23’ p.t.; Icardi (I) al 15’, Kalinic al 32’ s.t.

INTER (4-4-2): Handanovic; Santon, Miranda, Medel, Telles; Perisic (dal 16’ s.t. Biabiany), Guarin (dal 32’ s.t. Brozovic), Melo, Kondogbia (dal 1’ s.t. Ranocchia); Icardi, Palacio. All. Mancini.

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia (dal 30’ s.t. Gilberto), Rodriguez, Astori; Blaszczykowki (dal 24’ s.t. Tomovic), Badelj (dal 37’ s.t. Mati Fernandez), Vecino, Alonso; Ilicic, Borja Valero; Kalinic. All. Paulo Sousa.

NOTE Espulso Miranda. Amm.: Handanovic, Medel, Kondogbia, Guarin, Kalinic, Alonso.

La classifica dopo la sesta giornata

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy