Triestina, ultima chiamata?

Triestina, ultima chiamata?

di Davide Agazzi-Programma insolito per la dodicesima giornata di ritorno. Per un fine settimana, la Serie B prende il posto della A, posticipando alla domenica la maggior parte delle partite. Niente anticipi del venerdì, nè tantomeno il posticipo del lunedì sera. In compenso, sabato, alle 18.00, scenderanno in campo Ascoli e Torino, mentre alle 20.45 spazio a Padova-Atalanta. Domenica, alle 12.30, insolito…

di Davide Agazzi-Programma insolito per la dodicesima giornata di ritorno. Per un fine settimana, la Serie B prende il posto della A, posticipando alla domenica la maggior parte delle partite. Niente anticipi del venerdì, nè tantomeno il posticipo del lunedì sera. In compenso, sabato, alle 18.00, scenderanno in campo Ascoli e Torino, mentre alle 20.45 spazio a Padova-Atalanta. Domenica, alle 12.30, insolito lunch match tra Albinoleffe e Novara. Infine, domenica sera, tutti davanti alla tv per la sfida tra Reggina e Livorno. Andiamo ad analizzare ora, nel dettaglio, tutte le gare di questa giornata di campionato.

Padova-Atalanta: l’anticipo del sabato sera metterà a confronto l’Atalanta capolista con il nuovo Padova di Dal Canto. Per il neoallenatore, subito un altro test difficilissimo dopo la brillante prova con il Pescara. Occhi puntati su Ardemgani, tornato al gol e pronto al riscatto davanti a Colantuono. Per i bergamaschi assente Carmona, squalificato.

Albinoleffe-Novara: entrambe le squadre si presentano con le ossa rotta. A Novara sembra essere finita la benzina ed i piemontesi stanno attraversando il momento peggiore della loro stagione. I bergamaschi di Mondonico, reduci dalla sconfitta con il Portogruaro, vogliono vendicare la sconfitta dell’andata. I padroni di casa dovranno far fronte a diverse squalifiche, a partire da quella di Bombardini, fuori per otto giornate. Tesser non potrà contare sullo squalificato Bertani.

Crotone-Empoli: il portiere Pelagotti è il nuovo portafortuna dell’Empoli e Aglietti punterà ancora su di lui. A Crotone, dopo le ultime due sconfitte, potrebbero accontentarsi del pareggio dell’andata, anche se il fondo della classifica si fa sempre più vicino. I toscani, ringalluzziti dalle ultime prestazioni, puntano ai play-off e sono obbligati a fare i tre punti. Coralli e Forestieri potrebbero rovinare la giornata dei calabresi.

Grosseto-Cittadella: la squadra di Serena, dopo aver conquistato un punto preziosi sul campo del Livorno, vuole tornare alla vittoria. Classifica alla mano, in toscana si pensa ai play-off, ma ora gli occhi saranno puntati sul Cittadella di Foscarini. Con appena due punti dalla zona salvezza, i veneti non possono permettersi passi falsi e dovranno portare a casa almeno un punticino.

Modena-Pescara: per gli abruzzesi, squalificato il portiere Pinna, dovrebbe scendere in campo il secondo, Bartoletti. La squadra di Di Francesco non vince da quattro turni, ma nonostante questo periodo difficile è ancora in corsa per un posto nei play-off. Il Modena di Bergodi continua il suo campionato tranquillo, senza pretese, con la speranza di centrare una salvezza tranquilla.

Piacenza-Portogruaro: dopo il brusco stop di Bergamo con l’Atalanta, il Piacenza di Madonna vuole ritornare a fare punti. Per gli emiliani, oltre a Cacia, squalificati anche Zenoni e Guerra. I ragazzi di Agostinelli, dopo la vittoria sull’Albinoleffe vogliono trovare una certa continuità di risultati per sperare nella salvezza.

Siena-Sassuolo: con cinque punti di distacco sul Novara, il Siena sembra sempre più destinato alla ritorno in Serie A. Orfani di Larrondo, squalificato, i bianconeri vogliono tenere il passo dell’Atalanta e, magari, raggiungerla in vetta. Dall’altra parte, il Sassuolo ricorda volentieri la gara di andata, finita 4-3 per i neroverdi, lontani cinque punti dalla zona retrocessione. La squadra di Gregucci è reduce da tre pareggi consecutivi.

Triestina-Frosinone: tantissima attesa per la gara più delicata del fine settimana. In fondo alla classifica si sfidano le ultime due della classe. Gara fondamentale per il proseguimento del campionato, che vede i ciociari avanti tre punti rispetto ai friulani. Apparse entrambe in buona salute, potrebbero essere condizionate dalla paura di perdere. Campilongo dovrà porre rimedio ai tre squalificati, Pestrin, Bianco e Minelli. Per la Triestina, possibile ultima chiamata.

Varese-Vicenza: in cima alla classifica non è solo il Novara a rallentare. Anche la squadra di Sannino non brilla più come prima, ma rimane ben salda al quarto posto. Il Vicenza, dopo aver perso nel recupero contro l’Ascoli, non può permettersi altri passi falsi per ambire alle zone alte del campionato.

Reggina-Livorno: possibile anticipo di play-off, quello che andrà in scena domenica sera al “Granillo” di Reggio Calabria. Le due formazioni, quasi certe di un piazzamento nel mini torneo finale, potrebbero evitare di correre inutili rischi ed accontentarsi del pareggio. Novellino dovrà fare a meno dello squalificato Knezevic. I calabresi vogliono vendicare il secco 3-0 della gara di andata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy