Se amassi meno il Toro…

Se amassi meno il Toro…

Buonanotte granata/Dopo Torino-Chievo, una riflessione sul momento difficile e sui cambiamenti che dovranno avvenire

Torino, Toro, punti

Bisognerebbe amare meno il Toro, per non sentirsi pugnalati. O stanchi. Perchè è questo che la squadra sta facendo: stancarsi e stancarci.

Bisognerebbe forse tenere un po’di meno al Toro, per non creare quell’ambiente che qualche giornata fa era “ostile” e ora è “da riconquistare”, per potersi accontentare di un punticino rubato alla Samp, e di un niente guadagnato contro il Chievo. Non dar peso al fatto che la squadra sia così appannata, così evidentemente malinconica da essere descritta con queste esatte parole anche dai cronisti. La squadra non si diverte e non diverte nemmeno noi.

Bisognerebbe essere ciechi per non vedere che siamo entrati in un tunnel da cui sarà difficile uscire, senza cambiare qualcosa di sostanziale. La squadra si stringe intorno a Ventura, perchè evidentemente è ancora una guida forte per questi ragazzi, ma se la guida sbanda cosa succede al pullman? Accade che quel giocattolino fatto di cristallo si incrina e poi si frantuma in mille pezzi. Così il Toro, che ci regala venti minuti di calcio ben giocato e ci fa esultare per un gran bel gol dopo una gran bella azione, si sgretola piano piano sotto i nostri occhi e crolla definitivamente nella nostra delusione e frustrazione.

Bisogna amare un po’di più questo Toro e anche questi ragazzi, per smetterla di cercare scuse, per chiudersi a riflettere e trovare una soluzione per quella nebbia impalpabile che si sta portando via il loro e il nostro entusiasmo. Non posso farlo io, che sono solo una cantastorie del web, non può farlo nessun tifoso ostile, può farlo solo un mister che sia motivato a salvare questa squadra, a cambiare questa situazione. Quel mister che ha tutti gli occhi addosso ora, gli occhi di chi ama visceralmente questi colori e non vuole vederli mai più trascinati verso posti che non ci competono.

Buonanotte granata…

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. VenturaVattene - 2 anni fa

    Ho vissuto il Toro sin dal lontano 1966….ho vissuto il Fila e i suoi Grandi Vecchi, ho vissuto con Giocatori come Gigi Meroni, Nestor Combin, Agroppi, Carelli, Puja, Fossati, Ferrini, Cereser…per non parlare di Radix e dei Suoi Mitici Condottieri che ci hanno regalato l’ultimo Scudetto…Borsano, Mondonico e la Nostra Grande Cavalcata Europea….e potrei andare oltre…!!!

    Dopodichè ho vissuto l’abisso, la catastrofe, la vergogna, lo squallore, l’onta e il disonore dei vari Calleri, Goveani, Vidulich, Aghemo, Cimminelli e Romero…ero presente, in mezzo al campo, con le lacrime agli occhi e con il vomito e la nausea, quando hanno demolito il Vecchio Grande Fila, sapendo perfettamente che a Novelli l’ordine era stato dato dalla famiglia agnelli per cancellare quel Monumento e la Sua Storia Leggendaria…una Storia che nessun’altra squadra al mondo ha avuto il privilegio di vivere e di raccontare.

    No, mia cara Cristina: io amo il mio Toro, quello vero, quello che sino all’ultimo minuto mangiava le zolle e sudava polvere e sangue anche se perdeva….e noi tutti eravamo uniti e fieri di Loro…a prscindere da tutto e da tutti.

    No mia cara Cristina: costoro non sono il Toro….e non sono degni nemmeno di una goccia di sudore di Coloro che ne hanno fatto la Storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Elwood - 2 anni fa

    Basta Ventura…serve un allenatore…Ventura non è più in grado…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Elwood - 2 anni fa

    E’ triste leggere gli ultimi vostri commenti…io non sono cresciuto così…sono cresciuto con Cravero, Ezio Rossi, Lorieri Zaccarelli, Dossena…che non mollavano mai! E non mollavamo mai!!! E poi con Pasquale Bruno, Policano, Annoni…Pastine e i suoi rigori parati ai gobbi…e
    poi Ferrante, di nuovo Lentini, Camolese, Asta, Maspero e quel 3-3 che non
    scorderò mai…e infine negli ultimi anni Rolando Bianchi capitano…questo è ciò che manca…possiamo anche perdere, ma se lo facciamo dopo un 3-3 come quello di Camolese, andrà bene lo stesso…questo mi manca, il fatto che Ventura non sappia nemmeno dove stia di casa questo atteggiamento…non ho figli, ma se dovessi averne voglio che tifino Toro…spero però di non avere più allenatori che caccino via l’unico che ha capito negli ultimi anni cosa vuol dire indossare questa maglia, ovvero Rolando Bianchi… magari Longo? Mandorlini? Mi piacerebbe Camolese…non importa spendere soldi, voglio solo che chi scende in campo sappia cosa vuol dire indossare questa maglia…io l’ho capito da quando ero molto piccolo, ma purtroppo Ventura questa cosa non sa nemmeno dove sta di casa, se non non avrebbe cacciato il capitano…meglio Bianchi che Martinez, Amauri e Quaglia che chiede scusa ai tifosi invece di impegnarsi a fare quei gol che magari ci avrebbero fatto uscire dal San Paolo a testa alta…ci fate caso? giochiamo come avessimo vinto le partite! Cosi eravamo contro il Napoli agli ultimi minuti…scusa te se abbiamo fatto il 2-1…non lo facciamo più…di questo atteggiamento sono stanco e non ne posso più…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pazko - 2 anni fa

    Se ci fosse stato oggi, lo avrei accettato anche con la q, ma oggi, dopo 20 minuti, sono diventati agnelli sacrificali !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fgbomp - 2 anni fa

    Belle parole, ma…
    Sono stato partecipe dell’ultimo scudetto del Toro quando avevo poco più di vent’anni e
    tifo Toro per tradizione dopo il nonno (ragazzo del ’99) morto poco prima di poter vedere
    la sua amata squadra in televisione e dopo suo figlio. Ho goduto quel giorno e poi tante
    soddisfazioni ma molte amarezze.
    Sarò sempre fedele ma quante incazzature per vedere questi ragazzi che non ce la fanno
    a essere sereni e a dimostrare il loro valore: chi ha il quore Toro non ce la fa più, i giovani
    hanno bisogno di una trasfusione di rosso Toro.
    Certo se continuiamo così mi sa che ci salviamo per il rotto della cuffia, se ci salviamo..
    Coraggio il Toro è sempre il Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fgbomp - 2 anni fa

      quel “quore” è chiaramente un refuso e me ne scuso…(che figura! quasi peggio del Toro col Chievo!)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxmurd - 2 anni fa

        Non è colpa tua se qui c’è un forum di melma che non ti permette manco di correggere…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Theblizzard - 2 anni fa

        Il ” quore ” è evidente sia un errore di battitura il Toro purtroppo è scarso nella realtà! Inutile contarsi balle pensando al fatto che manchi serenità e tutte le altre cose dette e scritte! Ma scusate per quale motivo dovrebbero essere tristi e malinconici? Giocavano benissimo eravamo terzi e il Carpi gli ha distrutto irrimediabilmente l’auto stima da divenire una squadra di brocchi? Mandi dai siamo sinceri era già una squadra modesta che aveva inspiegabilmente vinto una serie di partite e che poi dal Carpi in poi è tornata alla triste realtà fatta di una società modestamente organizzata di un allenatore sopravvalutato e di giocatori mediocri. Io ho visto l’ultimo scudetto sulle spalle di mio padre perché ero molto piccolo e purtroppo non ricordo quasi nulla e penso non avrò mai più la possibilità di vivere una gioia simile e ho condannato le mie due figlie alla stessa triste sorte!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PepTor - 2 anni fa

          Vivo in Puglia e tifo Toro da sempre. Anch’io ho un figlio di sei anni che si è legato al Toro, ma se penso a quello che dovrà subire crescendo……mi vergogno di averli trasferito questo amore!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. pino.maiuli_896 - 2 anni fa

            Io non ho figli, però ho dei nipoti. I miei fratelli, tifosi del Toro come me, come mio padre ( tifoso del grande Torino) per evitare inutili sofferenze ai loro figli, hanno impedito loro di tifare per i gobbi ( perché sarebbe veramente troppo!) e per il Toro.

            Mi piace Non mi piace
          2. toromio - 2 anni fa

            Lo só che ora mi ricoprirete di insulti ma io ho resistito e a mia figlia gli ho fatto tifare un’altra squadra (da scudetto e no juve naturalmente) non potevo per amor di padre condannarla per sempre a non godere il significato di vincere qualcosa

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy