Toro, tra chi va e chi viene, si ricomincia a giocare!

Toro, tra chi va e chi viene, si ricomincia a giocare!

Buonanotte granata/ Il Toro e il mercato dell’ultima settimana che ha lasciato tutti un po’storditi. E domani inizia il nostro campionato…

Dopo una settimana come questa, mi accolgo di brancolare nel buio di una squadra che riconosco appena, dopo le cessioni e gli arrivi. Arrivi che al momento, sulla carta, non siamo certi siano realmente all’altezza di chi è andato via. Alla vigilia della prima di campionato ci ritroviamo con una difesa quasi totalmente nuova e con diversi pezzi importanti che mancano ancora all’appello. Che succede in questo mercato? Come sarà il Toro tra undici giorni? Non riesco a darmi risposte convincenti, e allo stesso tempo, ora mi interessa sapere come sarà il Toro domani, a San Siro. Perchè domani, contro il Milan, si comincia.

Mi soffermo ad osservare le varie situazioni: le partenze, prima di tutto, come quella di Bruno Peres e di Jansson, che mi hanno davvero lasciato l’amaro in bocca per situazioni diverse. Il primo, che consideravo un pilastro, un altro punto fermo che ci lascia in quest’estate complicata. Il secondo, ragazzo serio e di grande prospettiva, predestinato a ricoprire il ruolo lasciato scoperto da Glik. E poi c’è la situazione Maksimovic, vista dagli occhi di qualsiasi tifoso come un inammissibile capriccio, di un altro giocatore tanto in gamba quanto deludente nella gestione del rapporto con la società, che punta i piedi dopo un’annata di alti e bassi e di assenze dovute ad infortuni. Il terzo pilastro che ci lascerà, spero presto, dopo essere diventato un altro simbolo di un calcio zeppo di prime donne e professionisti con molte pretese.

Gli arrivi invece, nei nomi di Rossettini, Castan e De Silvestri, se dal punto di vista anagrafico sembrano darci meno prospettiva in futuro, con uno strano cambio di rotta rispetto a quello a cui eravamo abituati, per quanto riguarda la professionalità, l’esperienza e i valori umani incarnano uno spirito combattivo, il desiderio di dare un apporto importante a questo nostro Toro. Professionisti su cui potremo fare affidamento, persone che impareremo ad apprezzare? Sarà il tempo a dirlo.

Domani si comincia. In attesa che la nebbia si dipani e ci permetta di vedere più lontano, buon campionato a tutti.

Buonanotte granata…

15 commenti

15 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. GranTopa00 - 1 anno fa

    Scusate tanto, ma non si parla qui di Ajeti, che è un giocatore di prospettiva, come lo sono stati Glik e Darmian, che abbiamo raccolto tra gli scarti del Palermo e che invece ci hanno fruttato piacere nel vederli giocare e plusvalenza elevate. Solo per fare un esempio del fatto che la politica societaria non mi sembra affatto mutata, ma per raggiungere gli obiettivi deve anche guardare alla sostanza.

    Rossettini e Castan sono gocatori di fisico e di applicazione. Castan è solo in prestito, si vedrà che succederà alla fine del campionato. Li abbiamo presi come prendemmo a suo tempo quei “bolliti” di Bovo e Moretti, ed anche Peppino Vives, Gazzi e Molinaro. Onesti professionisti la cui presenza nella nostra squadra ha saputo dare continuità e supporto di crescita ai giovani.

    Alcuni giovani come Stevanovic, Bellomo, Sansone, Sanchez Mino, Larrondo, li abbiamo anche presi, ma ci siamo resi conto che non tutti sanno maturare alla stessa maniera e li abbiamo dati via. Questo però avviene per tutte le squadre: alcune scommesse falliscono per vari motivi.

    Nonostante il mio entusiasmo originale, Silva un poco ha deluso, ma non è giusto dargli una ulteriore possibilità all’estero.

    L’anno scorso ritenevamo di avere una buona difesa ad inizio campionato ed invece è stata deludente, proprio nei vari Glik e Maksimovic. Moretti è diventato sempre più lento e quindi si poneva da quest’anno la necessità di superare il problema dell’invecchiamento della difesa.

    Mi aspetto che si trattenga Barreca e si ceda magari Molinaro, nella sessione di Gennaio. Ma questo lo deciderà Sinisa. Vedremo dal campo, dopo il primo mese, come sarà andata la rivoluzione, man mano che gli infortunati rientrano a disposizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. co_riv_637 - 1 anno fa

    Che dire,sono anche io dispiaciuto delle partenze(specialmente quella di Peres),ma sappiamo tutti che noi siamo e saremo sempre una Società che non si potrà tenere i talenti che nel corso degli anni sono stati scoperti.Ciò non toglie che ,seppur pacatamente,si possa fare qualche critica all’operato della Società stessa.Credo che si poteva gestire meglio la querelle con Maksivovic (ma se lo stesso vuole andar via forse è meglio assecondarlo-ottenendo una ottima plusvalenza);ovviamente il comportamento è stato gravemente scorretto nei confronti della Società e di noi tifosi,ma si farà anche lui un esame di coscienza e giudicherà.Niente a che veder con i vari Darmian,Glik ecc.che hanno lasciato ricordi indelebili con il loro comportamento.Diamo fiducia alla società e vediamo come ci ripagheranno i nostri beniamini.Sempre FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GiobbeB. - 1 anno fa

    Premesso che continuerò a tifare Toro sempre e comunque, condivido le perplessità di Cristina soprattutto in riferimento al cambio di rotta sui giovani. Un conto è fare delle scommesse su giocatori di 22 – 24 anni ed un altro è farle su dei 30enni. Può andare bene un anno o due ma dopo? Lo si sta facendo con successo nel settore giovanile perchè non in prima squadra? Le tempistiche poi sono incomprensibili se si guarda alla grande rivoluzione in atto. Credo che in una società senza grandi risorse economiche la programmazione fatta investendo su giovani promesse sia essenziale al fine di ottenere in parte plusvalenze per sopravvivere ma anche e soprattutto per creare quella intelaiatura della squadra che può garantire una adeguata crescita nel tempo. A patto ovviamente di volersi dare degli obiettivi come quelli sbandierati dalla dirigenza. Se ciò non fosse e si vuole puntare a fare un campionato tranquillo puntando alla salvezza allora mi può andar bene anche una gestione di questo tipo. Quello che personalmente mi dà più fastidio sono le dichiarazioni di Petrachi & C. alla presentazione dei nuovi acquisti, come se fossero dei campioni seguiti da tempo e strappati ad una concorrenza feroce.Un pò di chierezza e sincerità nei confronti dei tifosi credo sia dovuta. Per il resto dobbiamo solo ringraziare Cairo per aver dato un pò di stabilità al Toro come non se ne vedeva da anni risanando i conti ed il settore giovanile e ricostruendo il nostro amato Filadelfia. Forza Toro sempre e comunque!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 anno fa

      Tutto giusto, tranne che non sia stata la società a dare come obiettivo l europa, ma solo mihailovic. Se la società puntasse veramente l europa si muoverebbe in altro modo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GiobbeB. - 1 anno fa

        La tua osservazione mi può star bene ma se partiamo dal presupposto che Miha e la dirigenza si parlino e siano d’accordo su tutto il progetto…qualcosa non torna.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giancator - 1 anno fa

    Io continuo a non essere daccordo su chi continua a criticare questa campagna acquisti! Si sapeva che Glik e Peres sarebbero partiti, per volontà non solo della società,ma anche loro,
    e secondo me la cessione di Peres è stata gestita bene perchè servita a portare Lijaic e Falque a Torino,e per ultimo il prestito di Castan. Jansson e Silva sono stati bocciati dall’allenatore e , come ho già scritto,se sul primo una chance gliel’avrei ancora concessa,sul secondo francamente…! Sono arrivati De silvestri,giocatore più adatto al modulo di Mihalovic rispetto a Peres,Rossettini,giocatore che offre garanzie difensive e soprattutto Castan a ricoprire il buco lasciato dal bambino serbo.
    Manca un regista,che sicuramente arriverà, per il resto non credo che siamo messi così male,anzi…!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 anno fa

      Manca un regista e un portiere e dici poco..?? Maksimovic peres e glik in tutto saranno 52 milioni di euro, i vari rossettini falque castan lijaic, de silvestri e il centrocampistante svedese costeranno si è no 25. Grande campagna acquisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giancator - 1 anno fa

        Il resoconto della campagna acquisti non dipende dal saldo,ma dalla resa dei giocatori…….abbiamo preso giocatori come Peres per 2 soldi e lo rivendiamo a 13 mln di euro,quanti avrebbero scommesso al suo arrivo che quel ragazzo avrebbe reso così tanto al Toro? Poi ti ricordo che in passato abbiamo preso giocatori come Simone Barone a 8 mln di euro…….li valeva secondo te?
        Manca un regista e lo sappiamo,ma mi rendo conto anche che è più difficile trovare un giocatore sul mercato con quelle caratteristiche piuttosto che un terzino o un mediano. Per quanto riguarda il portiere tutti all’inizio scommettevano su Gomis compresi noi tifosi…io credo ancora nelle potenzialità del ragazzo,solo che bisogna dosarlo poco per volta per non rischiare di bruciarlo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 1 anno fa

      Sempre che non vada via anche zappacosta. Altri dieci milioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alexrunner - 1 anno fa

    Veramente Peres lo ha scperto Zavagno (che guardacaso ora lavora per il Chesea…) e quasi quasi lo stavamo rispedendo al mittente!!!! Non trascuriamo i dettagli gente se no poi si confondono meriti e responsabilita. E se mi dite che Zavagno ha portato anche Mino vi faccio notare che alla fine Mino ha portato una minusvalenza di circa 800.000 e Peres una plusvalenza che dovrebbe aggirarsi intorno ai 15mli….se un osservatore tutti gli anni mi fa un ciocco simile faccio in fretta a diventare ricco!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Denzer73 - 1 anno fa

    Domani dobbiamo farcela e partire bene! Io vivo in Veneto (sono nato a Torino) e sto crescendo due bimbi granata (uno di 7 e uno di 3 anni) qui in mezzo a famiglie di “merde” bianconere…non avete idea che fatica! Ma sono sicuro che a diversità di me che ho mangiato di tutto in questi miei 43 anni (ero allo stadio la sera della promozione pre-fallimento con la mia futura moglie) saranno fieri di essere diversi come lo sono stato io, mio padre e mio nonno! Da quando esiste sky non ho perso una partita del mio Toro!
    Notte a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. torino0405 - 1 anno fa

    Sempre e Solo Forza TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maxmurd - 1 anno fa

    scusami Cristina ma io sapendo benissimo da un anno che Peres se ne sarebbe andato, non l’ho mai considerato un pilastro, anche se molto bravo!
    lo sapevano tutti che sarebbe partito no? già l’anno scorso era stato trattenuto a stento…

    Sapevamo anche di Glik, dai… e di Maksimovic!
    È avvenuto tutto assieme, questo si spazza un po’, ma di bandiere non c’è ne sono più, se c’è BD sono mai state x chi non ha un budget illimitato.

    Jannoson non ha avuto la fiducia necessaria e viste le regole dei 25 se ne è dovuto andare, lui e Silva. X forza…
    I nuovi arrivi, uno è fidato del mister, uno se sta bene è davvero forte!

    Lo so Cri, che squadra saremo è il domandone da 100 milioni!
    FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ventresca - 1 anno fa

      SE NON FOSSE STATO PER CAIRO PERES LO VEDEVI ALLA PLAYSTATION!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxmurd - 1 anno fa

        ma infatti, chi lo mette in dubbio?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy